irish coffee analcolico

Con l’arrivo dei primi freddi preparare un bel boccale di Irish Coffee è uno dei piaceri più sublimi che ci si possa concedere.

La storia dell’Irish Coffee parte da un umile bartender dell’aeroporto di Shannon, Mr. Joe Sheridan, che soleva sollazzare i turisti di passaggio con un caffè rinforzato per preparare i viaggiatori al lungo periplo.

Ancora oggi rendiamo grazie a Mr. Sheridan, bevendo uno dei cocktail più famosi e corroboranti della storia dei miscelati.Se per molti inverno significa vin brulè, per molti altri è sinonimo di Irish Coffee.

In pratica l’Irish Coffee è un caffè corretto consu cui galleggia un irresistibile strato di panna leggermente montata.E qui sta il segreto dell’Irish Coffee perfetto, la leggera shakerata che bisogna dare alla panna per renderla più soffice e ariosa, in modo che non affondi in quel mare nero.Esistono infinite varianti dell’Irish, basta sostituire il whisky irlandese con il caffe come molti già fanno, ma solo il geniale Mr. Sheridan pensò bene di decorare il caffè con la panna.L’Irish è il re degli hot drink, il classico cocktail ritemprante che scaccia il freddo dalle ossa e riscalda in inverno, ma state attenti: il grado alcolico dell’Irish Coffee è abbastanza alto, quindi meglio non esagerare

 

  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Costo:
    Molto Basso

Ingredienti

  • Caffè 9 ml
  • Panna fresca liquida 3 ml
  • Zucchero di canna 1 cucchiaino

Preparazione

  1. Preparate il caffè, meglio usare la moka

    In un goblet o in un boccale versate il caffè e lo zucchero e mescolate. Mettete la panna nello shaker e agitate per 10 secondi, lasciatela riposare un attimo e poi versatela, lentamente, nel bicchiere, aiutandovi con un cucchiaio appoggiato alla parete del bicchiere, con il dorso verso l’alto.Decorate a piacere, con altra panna montata e una spolverata di cannella in polvere e servite subito.

     

Senza categoria
Precedente fire cake Successivo biscocchi (biscotti della cocchi)

Lascia un commento