Napoli gastronomica tutta da scoprire… tutto in un giorno e mezzo…

Partito da Montreux, in Svizzera con destionazione Napoli. Il lunghissimo viaggio piu di 2000 km tra andata e ritorno è stato “ripagato” dalla stupenda città di Napoli e dai Napoletani che mi hanno riservato una grandissima e calorosa accoglienza, proprio come una mamma accoglie un proprio figlio.

napoli-stazione

Arrivato alla stazione ferroviaria di Napoli non poteva mancare la prima tappa. A pochi metri dalla stazione trovo Mexico. Un bar piccolo, accogliente e elegante. Si dice che qui c’è il miglior caffè di Napoli. Entro e rimango colpito per la passione che il personale ha per il caffè. Un caffè cosi buono non l’ho mai assaggiato.

image

caffe

Dopo aver preso il primo caffè della giornata prima di andare a posare la valigia in Hotel, a pochi passi dal Mexico ho trovato la miglior Sfogliatella di tutta Napoli. Sono andato da Attanasio. Dopo qualche minuto di coda, finalmente ho potuto assaggiare e godermi questa splendida goduria.

sfogliatelle

Dopo aver fatto colazione sono andato in Hotel, sempre in zona stazione da Hotel Cineholiday di Anna Cioffi. Un Hotel molto bello e accogliente, tutto ambientato nel mondo del cinema. Pulizia e serietà sono due punti forti dell’hotel. Ottima la prima colazione e eccellente è stata l’accoglienza nei miei confronti da parte della signora Anna e del portiere di notte Antonio Falanga.

hotel

Una volta che mi sono rinfrescato e riposato sono partito per il pranzo. Arrivato a Porta Capuana mi sono fermato da A figlia d’o Luciano a mangiare A’ zupp e cozzc.. Una delle migliori della Zona e addirittura una delle più buone della Città Partenopea. Un piatto davvero divino. Un piatto realizzato da prodotti di alta qualità e da prodotti ittici freschissimi. Ecco il Piatto.. parla da solo….

zupp-e-cozz

Dopo la bella mangiata con A’ zupp e cozzc.. un bel giro a piedi per la città. Visto l’aria pre natalizia sono andato a piendi nella fantastica San Gregorio Armeno a fare visita ai maestri che realizzano a mano i presepi.

presepi

Dai presepi di San Gregorio Armeno a Piazza del Plebiscito…

piazza-plebiscito

E dopo questa lunga camminata ci sta la migliore Pizza napoletana nel mondo… Direzione Forcella per L’Antica Pizzeria Da Michele. Dopo quasi due ore di attesa, lunga fila di persone all’ingresso, sono riuscito a mangiarmi una bella pizza Margherita. Un gusto perfetto. Pasta croccante e dal cornicione fantastico. Pomodoro cotto divinamente e mozzarella spettacolare. Le ore di attesa sono valse la pena.

pizza

Dopo la pizza si ritorna in Hotel per il meritato riposo.
Dopo aver dormito e fatto colazione si parte per Via dei Tribunali per assaggiare i prodotti tipici della gastronomia napoletana. Prima Tappa è dentro un vicoletto stretto in una traversa dove ho trovato un antico laboratorio che sforna i migliori Taralli Napoletani.

image

Dopo aver assaggiato i taralli si va in direzione Forcella a prendere il Pennulo del Vesuvio. Un pomodoro rosso e particolarissimo. Profumatissimo e una pasta con questo pomodorino fresco è davvero fantastica.

image

Una volta preso i pomodori, qualche metro più avanti ho trovato i fratelli Lubrano che mi hanno deliziato con due prodotti tipici dell’antica gastronomia napoletana, I Cigoli e il Soffritto.
Una goduria immensa sopratutto per me, vero amante dello Street Food e del Quinto Quarto. Ottima anche la mozzarella di Bufala.

lubrano

image

Prima di Ripartire per Montreux non poteva mancare La Pizza Fritta, vero simbolo gastronomico di Napoli. Chiaramente mangiata alla Pizzeria d’è Figliole a Forcella è di una goduria assoluta.

pizza-fritta

image

Beh il mio viaggio gastronomico partenopeo in un giorno e mezzo è finito. Tantissima Eccellenza e qualità della materia prima. Grazie Napoli e ai Napoletani. Una giornata e mezza piene di emozioni e alla scoperta di nuovi gusti e sapori della tradizione popolare. Grazie a tutte le persone dei locali che mi hanno aiutato per realizzare il mio racconto di questo viaggio. Arrivederci Napoli e sicuramente alla prossima… magari con qualche giorno in più…

Precedente Spaghetti Napoli e tradizione con cozze, fagioli e S. Marzano Successivo Busiate con gamberi rossi, melanzane, ciliegino e fonduta di scamorza affumicata

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.