Francesco Salinitro, quando il Barman è un’Arte….

Francesco Salinitro, grande Barman e professionista della ricerca e dello sviluppo nel settore del Beverage mondiale. Un ragazzo dalle grandi qualità e di una grande umiltà che lo rende unico e ineguagliabile nel proprio settore. Piemontese di nascita ma uomo di mondo.
Abbiamo incontrato Francesco al Sigep di Rimini e l’abbiamo intervistato per voi.

S: Ciao Francesco Salinitro benvenuto sul mio blog Quel Gran Pezz diCucina. Francesco si racconti in tre parole?

F: Entusiasta, tenace, sorridente
S: Entusiasta e tenacia è il suo credo nella vita e nel suo lavoro. Ci racconti il suo lavoro?
F: Faccio parte di una compagnia italiana, leader nel settore del beverage in italia e all’estero. Mi occupo, nello specifico, di ricerca e sviluppo, e sono ambasciatore della marca ODK nel mondo: sviluppo nuovi prodotti, faccio formazione, masterclass, offro supporto ai nuovi paesi che iniziano a importare in nostro brand, marketing aziendale
S: In poche parole ci descriva l’azienda ODK?
F: Orsadrinks nasce dei primi anni 90 in Italia, e si sviluppa velocemente sopratutto per la vasta gamma di mix di frutta utilizzati nel mondo dei bartendes. Ora è conosciuta in circa trenta paesi, con uno sguardo ampio sul futuro, coprendo tutta la domanda dei prodotti dedicati al mondo del bere: fruity mix, sciroppi, sour, cioccolate calde e frappè, tea freddi, senza dimenticare l’attrezzatura per i professionisti: siamo tutto quello che serve a chi lavora in questo bellissimo ambiente
S: Francesco Salinitro, lei nasce come Barman e ha svolto questo lavoro nei migliori hotel in Europa. Quanto sono importanti oggi questi prodotti per migliorare un drink?
F: Un Barman è ispirazione, tecnica ed estro, deve aver la possibilità di poter utilizzare la sua fantasia per creare cosa già esiste nella sua testa: i nostri prodotti permettono di fare tutto questo, con velocità e semplicità, senza dover stoccare un supermercato nel retro del bar (sorriso)
S: Quanto è importante secondo Francesco la ricerca e lo sviluppo in questo settore ?
F: La ricerca è tutto: nel mondo del f&b si deve esser sempre al passo con i tempi, sapere anticipare i bisogni ed i trend che verranno, sviluppando qualcosa che possa, in un periodo in cui vi è accesso a tutto, sorprendere e incuriosire; ci aiuta ad essere sempre un passo avanti nel mercato
S: Come si vede Francesco Salinitro tra 5 anni??
F: È una bella domanda. Mi vedo ancora più consapevole su quello che sarà la mia vita, che ad oggi mi riempie di soddisfazioni, permettendomi di viaggiare molto; spero di continuare così e migliorare sempre, non accontentandomi mai.
S: novità per il futuro?
F: Ho la fortuna di fare già qualcosa che amo, quindi più che novità sono molto contento di quello che ho, dopo tanta gavetta apprezzi i risultati raggiunti in modo molto particolare, se penso che ho iniziato pelando patate durante una stagione estiva in Toscana…
S: Ultima domanda Francesco Consiglieresti questo lavoro alle nuove generazioni?
F: Ogni lavoro necessita chi ha tanta passione e voglia di mettersi in gioco, dietro la facciata ci sono tanti anni di “scuola”, io non mi sento per nulla arrivato, punto a migliorare sempre. Quello che consiglio alle nuove generazioni è di seguire sempre sogni grandi, essere tenaci e forti: con il giusto sforzo si può arrivare dovunque.
S:Grazie Francesco per questa splendida e interessante intervista. Per il tuo essere umile e per la tua voglia di scoprire nuove cose e di migliorarsi sempre di più. Di certo sei un esempio per molte persone del Food and Beverage e anche sotto il profilo umano nella vita al di fuori del campo lavorativo. Continua a inseguire i tuoi sogni con questa Tenacia e senza dimenticare di non perdere mai il sorriso
F: Grazie Simone, ti auguro il meglio sotto tutti i punti di vista, a presto…

Precedente Antonella Volpe ci racconta il Cesanese del Piglio... Successivo Roberta De Noia e la sua Tecnologia Alimentare...

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.