Il ragù di cavallo è una variante del classico ragù alla bolognese fatto con macinato di manzo. Noi preferiamo moltissimo il ragù fatto con carne di cavallo a quello fatto con carne di manzo. Inoltre, la carne di cavallo fa benissimo. Contiene pochi grassi e poco colesterolo, cosa che la rende facilmente digeribile. E’ ricca di ferro, ne contiene 3,9 mg ogni 100 g, il doppio rispetto ad altre carni ed è per questo che viene consigliata alle persone anemiche, alle donne in gravidanza e ai bambini. Contiene poi un‘alta percentuale di proteine indispensabile per lo sviluppo muscolare dei bambini e degli sportivi. In molti sono contrari al consumo di carne equina, ma a chi invece piace e non ha problemi a mangiarla, questi sono buoni motivi per mangiarla più spesso. Dopo questa lezione sulla carne di cavallo, lascio la parola a Roberta, è lei che ha preparato questo ragù di cavallo. Il ragù lo fa sempre lei ed è una cosa che le lascio fare molto volentieri, le viene sempre talmente buono! Vediamo gli ingredienti e il procedimento che ha seguito per preparare questo buonissimo e salutare ragù di cavallo


Ragù di cavallo
Ragù di cavallo


Ragù di cavallo

Ingredienti:

  • 200 gr di macinato di cavallo magro
  • 2 piccole carote
  • 1 costa di sedano
  • 1 cipolla
  • 1 bottiglietta di passata di pomodoro
  • ½ bicchiere di vino bianco secco
  • prezzemolo fresco tritato

Procedimento:

  • Per prima cosa preparate le verdure per il soffritto: pulite le due carote e tagliatele a rondelle abbastanza spesse; pulite il sedano conservando solo la parte bianca e tagliatelo a tocchetti; sbucciate la cipolla e tagliatela in quattro parti. Mettete queste verdure nel mixer e azionate a intermittenza fino a raggiungere la dimensione che vi piace. A noi il soffritto piace molto grossolano, quindi mi sono bastati giusto un paio di secondi. Con queste dosi di verdura otterrete una quantità di soffritto superiore a quella necessaria per fare il ragù; quello che avanza potete congelarlo tranquillamente, in questo modo lo avrete già pronto per la prossima volta.
  • Una volta pronto il soffritto si piò procedere alla preparazione del ragù. In una pentola fate scaldare un filo d’olio e una volta caldo aggiungete la carne. Fate rosolare, mescolando con un cucchiaio di legno. Quando tutto il macinato sarà cotto, quindi non ci sarà più macinato rosso, abbassate il fuoco al minimo, togliete il macinato dalla pentola con una schiumarola e mettetelo in un piatto.
  • Nella pentola in cui avete fatto cuocere il macinato, quindi ancora con il sugo rilasciato dalla carne, mettete 3 cucchiai abbondanti di soffritto. Alzate il fuoco che avevate abbassato e fate soffriggere bene la verdura. Quando il sugo rilasciato dalla carne sarà evaporato, rimettete la carne. Non appena inizia a sfrigolare, sfumate con il vino. Lasciate evaporare a fuoco alto e poi aggiungete la passata di pomodoro.
  • Salate e pepate, aggiungete un po’ di prezzemolo fresco tritato, abbassate il fuoco al minimo e lasciate cuocere, mescolando ogni tanto con un cucchiaio di legno. Il ragù sarà pronto quando il sugo si sarà rappreso e non vi sarà più liquido. Il vostro ragù di cavallo è pronto.

Note:

  • Prima di usare il ragù di cavallo per condire i vostri piatti, assaggiatelo e regolate di sale e pepe se necessario; aggiungete anche dell’altro prezzemolo tritato. Potete condirvi la pasta o gli gnocchi come abbiamo fatto noi, oppure farvi delle buonissime lasagne al forno. Potete anche mangiarlo così, per secondo magari accompagnandolo con delle patate lesse.  

Ragù di cavallo
Ragù di cavallo

Ti è piaciuta la ricetta? Seguici anche su Facebook! Metti mi piace sulla colonna qui a destra. Se vuoi, puoi anche sottoscrivere la Newsletter. Se hai domande o vuoi lasciare un’opinione, scrivi un commento in tutta libertà. Puoi anche salvare la ricetta in formato PDF o stamparla direttamente per averla subito a portata di mano.

2 Commenti su Ragù di cavallo | Il ragù di Casa Mori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.