Crea sito

Ossobuco di agnello in Slow Cooker

by


Ossobuco di agnello in Slow Cooker
Ossobuco di agnello in Slow Cooker

L’ ossobuco di agnello in Slow Cooker è un secondo di carne, completo di contorno, veramente facilissimo da preparare grazie alla cottura in Slow Cooker. Infatti vi basta pulire e tagliare le carote, sbucciare e tagliare la cipolla, mettere gli ossibuchi e la verdura in Slow Cooker, condire con sale e pepe. Accendere lo Slow Cooker su 1 e poi potete dimenticarvi i vostri ossibuchi per 8 ore. Passato questo tempo è pronto per essere mangiato! Se volete potete addensare il sughetto che si crea con della maizena e servire la carne con la salsa preparata, come vedete in foto, ma è a vostra scelta, l’ossobuco di agnello sarà ugualmente buono anche senza. Cuocere in Slow Cooker vi rende assolutamente sicuri di avere una carne estremamente morbida, che si sfalda appena la toccate tanto che potreste tranquillamente non usare neanche il coltello (oppure usare quelli belli del servizio in argento che sono coltelli solo per la loro forma, ma non certo per funzione!).  

Ho deciso di fare questo secondo di ossobuco di agnello in Slow Cooker per il Menù di Pasqua della rubrica Idea Menù. Secondo me per il pranzo di Pasqua l’agnello devo essere assolutamente presente, è una tradizione che a Casa Mori abbiamo sempre seguito e rispettato. Di solito a casa, quando siamo in tanti, si fa l’agnello in forno, tutto l’agnello, compresa la testa con le patate e poi la mamma fa sempre anche le bistecchine perché la nonna le vuole (scusa, è lei che le vuole!). Questa ricetta, per le dimensioni del mio Slow Cooker, può essere fatta per un massimo di 4 persone e quindi è perfetta per una famiglia piccola o per una coppia. E poi è meravigliosa perché in pratica non dovete fare niente e quindi potete dedicarvi in tutta libertà a qualsiasi altra preparazione vogliate mettere in tavola questa domenica. Peri il pranzo di Pasqua di quest’anno sicuramente farò di nuovo l’agnello, poi ho già deciso il dolce (che cosa strana!), ma per il resto ancora devo pensarci, magari prenderò idee dalle ricette che faranno parte di questo menù!


Ossobuco di agnello in Slow Cooker
Ossobuco di agnello in Slow Cooker

Ossobuco di agnello in Slow Cooker

Ingredienti per l’ossobuco di agnello in Slow Cooker:

  • 2 ossibuchi di agnello
  • 6 carote medie
  • 1 grossa cipolla
  • 1 bel rametto di rosmarino
  • sale e pepe q.b.
  • vino bianco secco

Procedimento per l’ossobuco di agnello in Slow Cooker:

  • Pelate le carote, spuntatele, tagliatele in 4 per la lunghezza e poi in tocchetti di circa 2cm e poi sciacquatele sotto l’acqua corrente. Sbucciate la cipolla, tagliatela in 4 e poi tagliate ogni quarto a metà. Mettete metà verdura sul fondo della slow cooker, mettete qualche ago di rosmarino, adagiatevi sopra gli ossibuchi con altro rosmarino e poi mettete la verdura Insaporite con un bel pizzico di sale e una abbondante macinata di pepe ed irrorate con ½ bicchiere di vino bianco secco. Coprite e accendete lo slow cooker su 1 o Low.
  • Trascorso questo tempo, il vostro agnello dovrebbe essere cotto alla perfezione. Se volete potete mettere su 2 o High e dimezzare i tempi. Ora se volete, potete addensare il sughetto. Quindi, spostate su un piatto ossibuchi e verdura e filtrate il sughetto con un colino a maglie fitte. Rimettete ossibuchi e verdura in Slow Cooker e posizionate sul “mantenimento in caldo”. Versate il sughetto in una pentola, portate a bollore e setacciatevi sopra un cucchiaino di amido di mais. Mescolate bene con una frusta e fate addensare.
  • Il vostro Ossobuco di agnello in Slow Cooker è pronto. Vi basterà prenderlo dallo Slow Cooker che lo sta tenendo in caldo per voi, metterlo nei piatti e aggiungervi la salsa appena fatta. Buona Pasqua!

Ossobuco di agnello in Slow Cooker
Ossobuco di agnello in Slow Cooker

Spero davvero che la ricetta ti sia piaciuta, che vorrai provarla a fare e che vorrai tornare qui a vedere quali altre ricette ho preparato. Se il blog ti piace, ti consiglio di seguirmi anche su Facebook per restare aggiornato su tutto quello che succede a Casa Mori! Basta mettere Mi piace sulla colonna qui a destra. Se vuoi, puoi anche sottoscrivere la Newsletter, è semplicissimo e velocissimo e in questo modo ogni volta che pubblico una ricetta nuova riceverai direttamente nella tua casella di posta un’e-mail con la ricetta. Se hai domande o vuoi lasciare un opinione, scrivi un commento in tutta libertà. Puoi anche salvare la ricetta in formato PDF o stamparla direttamente per averla subito a portata di mano. Un abbraccio,

Agnese



Menù di Pasqua

Idea Menù
Idea Menù

Le altre ricette dal gruppo Idea Menù


 

 

6 Comments on Ossobuco di agnello in Slow Cooker

  1. c
    23 marzo 2016 at 21:23 (2 anni ago)

    Ciao Agnese, bentornata! Sono contenta che tu sia di nuovo qui e mi piacerebbe che tu restassi. Essere in cinque avrebbe i suoi vantaggi e poi le tue ricette sono sempre molto gradevoli. Questo agnello non fa eccezione . Un abbraccio e tantissimi auguri

    Rispondi
    • casamori
      23 marzo 2016 at 21:50 (2 anni ago)

      Ciao Carla!
      Vorrei anche io tanto restare, ma non so se riuscirò, di certo farò il possibile!
      Sono contenta la ricetta ti piaccia, era buonissimo!!
      Agnese

      Rispondi
  2. Manuela
    24 marzo 2016 at 00:26 (2 anni ago)

    Ciao Agnese, hai ragione l’agnello con i carciofi non può proprio mancare sulla tavola di Pasqua, non ho lo slow cooker ma la tua ricetta mi convince proprio. Magari vado a curiosare nel tuo blog per saperne di più. Ben tornata nel gruppo.

    Rispondi
    • casamori
      24 marzo 2016 at 07:38 (2 anni ago)

      Ciao Manuela!
      Mi fa molto piacere la ricetta ti sia piaciuta. Se non hai lo Slow puoi provare a farli in forno o in pentola a pressione, però non avendo provato non ti so dire per quanto tempo devi cuocerli. Le due cose fantastiche dello Slow sono che lo accendi e poi puoi andare a dormire oppure andare al lavoro o in palestra senza problemi perché tanto lui ha di nuovo bisogno di te solo dopo 8 o 10 ore! E la seconda è che la carne la cuoce veramente in modo perfetto, morbida come burro.
      Sono contenta di essere tornata e spero di riuscire a restare.
      Ti aspetto sul blog,
      Agnese

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




*