I funghi porcini trifolati sono un contorno tipico di Casa Mori nel periodo autunnale. Io adoro i funghi, funghi e castagne sono due cose essenziali nel mio autunno. Sono sempre stata molto fortunata perché, grazie alla gentilezza del babbo, moltissimi suoi clienti gli hanno sempre portato cassette di funghi e di castagne. Da quando sono a Milano però non posso più godere di questi doni e sento moltissimo la mancanza dei funghi e delle castagne, soprattutto delle mondine (caldarroste). Settimana scorsa la mia voglia di funghi ha raggiunto il massimo sopportabile e così al mercato del sabato me ne sono comprata mezzo chilo. Non molto economici, ma tanto tanto buoni. Appena tornata a casa li ho puliti e ho fatto i funghi porcini trifolati. C’era un profumo buonissimo in casa, era da tantissimo che non sentivo più questo buon profumo. I funghi porcini trifolati sono una preparazione base che potete mangiare come contorno, arricchendolo magari con altra verdura come zucca e patate, o che potete usare per preparare gustosi primi e secondi piatti. Vediamo cosa serve e come fare a preparare questi buonissimi funghi porcini trifolati.


Funghi porcini trifolati
Funghi porcini trifolati


 

Funghi porcini trifolati

Ingredienti:

  • 500g di funghi porcini
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • sale e pepe
  • olio EVO
  • vino bianco secco

Procedimento:

  • Per preparare i funghi porcini trifolati, il primo passo è la pulizia. Con un coltellino affilato raschiate delicatamente i gambi e le parti della cappella più sporche per togliere la maggior parte della terra. Separate la cappella dai gambi. Passate un panno umido sulla superficie di gambi e cappelle per togliere tutto il terriccio rimasto. Attenzione! Non passate assolutamente i funghi sotto l’acqua corrente perché si impregnano d’acqua e perdono di sapore. Tagliate i funghi, facendo a fette le cappelle e a rondelle i gambi.
  • Pulite il prezzemolo, lavatelo e tritatelo con la mezzaluna. Sbucciate i due spicchi d’aglio.
  • In una padella antiaderente mettete un filo d’olio e gli spicchi d’aglio e fateli dorare. Aggiungete i funghi e mescolate. Sfumate con il vino bianco, lasciate evaporare e poi abbassate la fiamma.
  • Insaporite con sale, pepe e il prezzemolo tritato e fate cuocere per una decina di minuti mescolando di tanto in tanto. Una volta cotti, regolate di sale e pepe se necessario e servite: i vostri funghi porcini trifolati sono pronti!

Note:

  • I funghi porcini trifolati si conservano in frigorifero per due o tre giorni al massimo. Se sapete che non riuscirete a consumarli in questo tempo, potete tranquillamente congelarli in sacchetti da freezer e poi lasciarli scongelare gradualmente in frigorifero quando ne avrete bisogno.

Funghi porcini trifolati
Funghi porcini trifolati

 

Ti è piaciuta la ricetta? Seguici anche su Facebook! Metti mi piace sulla colonna qui a destra. Se vuoi, puoi anche sottoscrivere la Newsletter. Se hai domande o vuoi lasciare un’opinione, scrivi un commento in tutta libertà. Puoi anche salvare la ricetta in formato PDF o stamparla direttamente per averla subito a portata di mano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.