pastiera1.1

PASTIERA NAPOLETANA

pastiera3.1.2

La pastiera napoletana (o più semplicemente pastiera) è un dolce napoletano tipico del periodo pasquale, uno dei capisaldi della cucina napoletana. Ha avuto il riconoscimento di prodotto agroalimentare tradizionale campano. 

La pastiera è una torta di pasta frolla farcita con un impasto a base di ricotta, frutta candita, zucchero, uova e grano bollito nel latte. La pasta è croccante mentre il ripieno è morbido. Il colore è giallo oro molto intenso. Il profumo e il sapore cambiano a seconda delle spezie e degli aromi utilizzati durante la preparazione. Nella ricetta classica gli aromi utilizzati sono cannella, canditi, scorze d’arancia, vaniglia e acqua di fiori d’arancio. 

La leggenda, che vuole la sirena Partenope creatrice di questo dolce, deriva probabilmente dalle feste pagane e dalle offerte votive del periodo primaverile. In particolare la leggenda è forse legata al culto di Cerere le cui sacerdotesse portavano in processione l’uovo, simbolo di rinascita che passò nella tradizione cristiana. La ricetta attuale fu perfezionata proprio nei conventi e divennero celebri quelle delle suore del convento di San Gregorio Armeno.

PASTIERA NAPOLETANA

Tempo di preparazione:

30 minuti

pastiera4.1.2

1 ora e 15 minuti

Dosi:

30 persone

Difficoltà:

Media

- Ingredienti -

  • 550 g di grano cotto
  • 150 g di latte
  • 40 g di burro o strutto
  • 1 limone
  • 500 g di ricotta fresca
  • 400 g di zucchero
  • 5 uova
  • 2 tuorli
  • 1 fiala di fiori d’arancio
  • un pizzico di cannella in polvere
  • 45 g di cedro candito
  • 45 g di arancio candito
  • una bustina di vaniglia
  • 500 g di pasta frolla

In una pentola versare il grano, il latte, il burro e grattugiare la scorza del limone dopo averlo opportunamente lavato. Cucinare a fuoco medio fino ad ottenere una crema. Se si preferisce non sentire i pezzetti di grano alla fine, la crema ottenuta può essere passata con un mixer ad immersione.

In un’altra ciotola molto capiente frullare la ricotta con lo zucchero, poi aggiungere lo zucchero, le uova e i tuorli. Mettere un pizzico di cannella, la vaniglia e svuotare la fiala di fiori d’arancio ed in ultimo aggiungere i canditi. Mescolare tutto il composto. 

Aggiungere a quest’ultima crema quella di grano dopo che si sia leggermente raffreddata. 

Stendere la pasta frolla di circa mezzo cm, imburrare una teglia di circa 25-30 cm e poggiarci la pasta frolla. Versare la crema ottenuta (deve raggiungere i bordi). Con la pasta frolla che si è messa da parte ricavare delle strisce non troppo sottili e larghe 1,5-2 cm e posizionarle a losanghe sulla superficie del dolce. 

Infornare a 180°C per un 1 ora e 15 minuti. Togliere il dolce dal forno quando la superficie e bruno-dorata.

Per la pasta frolla trovi qui la ricetta –> http://blog.giallozafferano.it/caramelcandy/pasta-frolla/

La pastiera appena uscita dal forno deve essere lasciata raffreddare ed è meglio se mangiata il giorno successivo. Per conservala si consiglia di tenerla in frigo per 2-3 giorni massimo. La pastiera si può congelare cruda e scongelare poi in frigorifero prima della cottura.