Risotto semintegrale di carciofi e porro

Risotto semintegrale di carciofi e porroIo sono un’inguaribile pastasciuttara, ma ogni tanto, sia per variare, sia per integrare l’alimentazione con i nutrienti di cereali diversi dal grano duro, preparo il risotto, e l’ultima volta l’ho cucinato con i carciofi violetto e il porro. Ho usato il riso semintegrale biologico, che ha una cottura breve e conserva il 50 per cento del germe originario, è quindi ricco di vitamine A, D, E e di fibre; i carciofi, invece, sono ricchi di ferro, favoriscono la diuresi e la digestione, abbassano il colesterolo, combattono i radicali liberi, hanno pochissime calorie (22KCal/100g) e sono squisiti. Bhè, devo dire che era così buono che ho fatto il bis.

Risotto semintegrale di carciofi e porro

Ingredienti

170 g di riso baldo semintegrale

2 carciofi violetto

1/2 porro

500 ml di brodo vegetale

2 cucchiai di olio EVO

2 cucchiai di panna di soia (io Provamel)

prezzemolo

sale marino integrale

pepe

Procedimento

Ho pulito, mondato e tagliato a spicchi i carciofi, come meglio spiegato nel video qui sotto; poi ho tagliato a rondelle sottili il porro, e l’ho messo a soffriggere in un tegame abbastanza ampio, con l’olio EVO e un po’ di acqua calda. Ho unito i carciofi e li ho fatti saltare per qualche minuto.

A questo punto, ho aggiunto il riso, l’ho fatto tostare e poi, mescolando e aggiungendo un po’ per volta il brodo vegetale, ho continuato a cuocere per circa 20 minuti. Raggiunto il giusto grado di cottura, ho aggiunto la panna di soia e il prezzemolo tritato, ho aggiustato di sale; ho lasciato mantecare a fuoco spento e ho impiattato.

 

 

Con questa ricetta partecipo al contest: MEAT FREE CONTEST ideato da Una mamma che cucina ed ospitato dal blog I biscotti della zia

Precedente Polpette di baccalà e ceci Successivo Crostata di fragole con crema di mele

7 commenti su “Risotto semintegrale di carciofi e porro

  1. Zeudi il said:

    A me, invece, il riso piace tanto quanto la pasta, quindi mi fionderei più che volentieri su questo splendido piattino!

  2. Sarah il said:

    Ottimo e facilissimo da preparare. Ho un paio di domande sulla..sapidità del piatto. Ho usato dadi bio vegetali per il brodo e, come sempre quando li uso, i bambini si lamentano perché i piatti sono insipidi. Ho visto che tra gli ingredienti hai messo sale ma poi nn spieghi quando e dove lo metti . Io l’ho aggiunto in fase di cottura del riso e poi alla fine oltre alla soja ho aggiunto grana. Come rendere più saporito il brodo vegetale senza aggiungere sale? A che punto aggiungi sale in qs piatto?
    Ciao e complimenti per il tuo blog.

    • bricioledisalute il said:

      Ciao Sarah, è vero, questo risotto si prepara in poco tempo ed è molto buono. Grazie per l’osservazione, ho aggiunto il punto in cui regolo di sale, a fine cottura. Quando il riso è praticamente pronto, assaggio e se serve aggiungo un po’ di sale, mescolo un po’ per farlo sciogliere bene e poi servo. Solitamente utilizzo il brodo vegetale fatto con il dado dell’Alce Nero, ma ci vado piano perchè temo sempre di esagerare con la sapidità, preferisco rimanere scarsa e poi aggiustare alla fine. Grazie per i complimenti!

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.