Pitta maniata con fresulimiti o cicoli

La pitta maniata e’ una torta rustica calabrese che viene preparata con i fresulimiti o cicoli cioè i rimasugli della lavorazione delle parti grasse del maiale.
Il suo nome deriva dalla lavorazione dell’impasto che viene  ”maneggiato” maniato a lungo con i cicoli e poi farcito con provola, salame e uova .
A me piace una versione più semplice di questa torta rustica che e’ solo con fresulimiti e provola perché così gusto il sapore dei cicoli e posso consumarla come fosse un pane saporito.

Pitta maniata con fresulimiti o cicoli

Pitta maniata con fresulimiti o cicoli

INGREDIENTI            

500 g farina tipo 0
8 g lievito birra fresco
2/3 cucchiai di olio extra vergine di oliva
Acqua q.b.
Sale q.b. perché i cicoli  hanno già il sale
200 g di cicoli o fresulimiti
200 g di provola a pezzetti

Pitta maniata con fresulimiti o cicoli

PROCEDIMENTO

Sciogliere il lievito in acqua tiepida e aggiungere gradatamente la farina e l’acqua necessaria  per avere un impasto morbido ma consistente .
Far ammorbidire  cicoli in un padellino , tagliare la provola a pezzetti e mescolarli ,maniarli a lungo alla pasta finché i fresulimiti vengono assorbiti bene e insaporiscono la pasta
Fare una palla e mettere a lievitare in posto tiepido finché raddoppia il volume
A fine lievitazione ungere  una teglia e stendere delicatamente l’impasto .
Far riprendere la lievitazione .
Infornare per circa 40 minuti a 180 finché diventa dorata.
I fresulimiti mantengono la pasta morbida che può essere spezzata con le mani invece di tagliarla : e’ veramente stuzzicante !
Il giorno dopo e’ancora più buona e vi assicuro che è una vera leccornia calabrese!

Se ti piacciono le mie ricette seguimi sulla pagina Facebook bloglacucinadelsole

Precedente Trancetti con farina di segale ricetta dolce Successivo Tartellette di pasta brisee e cipolle caramellate

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.