Pignolata calabrese o turdiddhi con miele

Pignolata calabrese o turdiddhi con questo  nome si definisce un antico e tradizionale dolce natalizio che si prepara nei giorni precedenti il Natale e si regala come augurio di prosperità  agli amici e parenti

Deliziose palline che   fritte in olio diventano croccanti e poi vengono   passate in buon miele caldo e addobbate con confettini o zuccherini colorati

Pignolata calabrese
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    15 minuti
  • Cottura:
    10 per la frittura + passaggio finale nel miele 5 minuti
  • Costo:
    Basso

Preparazione

  1. Mettere sulla spianatoia la farina e al centro versare le uova leggermente sbattute con una forchetta e il pizzico di sale

    Amalgamare gli ingredienti e impastare fino ad avere un composto consistente e liscio .

    Fare filoncini sottili e tagliare pezzetti piccoli .

    In una padella con i bordi alti portare l’olio a temperatura e friggere le palline fino a farle diventare dorate

    Farle scolare su carta assorbente appena  pronte

    Riscaldare il miele e farlo sciogliere bene senza farlo bollire

    Versarvi le palline e mescolare bene per farle impregnare poi con un mestolo forato scolarle e sistemarle in un piatto a forma di corona o come si preferisce

    Decoratela con zuccherini colorati che renderanno la pignolata calabrese festosa e natalizia

    Se ti piacciono le mie ricette seguimi sulla pagina FB

    Sono anche su Instagram

Consigli

La pignolata calabrese non ha zucchero nell’impasto perché il miele che avvolgerà le palline le rendera’ saporite e profumate.Scegliete un miele di arancio darà un tocco in più a questo delizioso dolce o un goccio di anice nel miele la renderà particolare

Se avete una planetaria il lavoro sarà facilitato .

 

Precedente Anelli di zucca gratinati al forno

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.