Minestra maritata ricetta regionale

Minestra maritata

Minestra maritata ricetta regionale
La minestra maritata è un tipico piatto di origine campana ma ogni regione ha la sua ricetta.
La minestra maritata è chiamata così perchè gli ingredienti verdura e carne di maiale si maritano cioè partecipano insieme alla minestra.
La ricetta della minestra maritata viene preparata in diverse versioni infatti le verdure e la carne possono essere sostituite a piacimento.
Le principali verdure di questa zuppa sono la cicoria,la catalogna, la borragine, il finocchio selvatico, i broccoli ed erbe di campo varie.
I pezzi di carne più usati sono la salsiccia, le puntine, il lardo.
Tutti gli ingredienti vengono cotti insieme a fuoco lento nella pignata di terracotta.
Questa minestra è particolarmente ricca quindi può essere piatto unico.
Mi è venuta l’idea di fare questa zuppa perchè dal fruttivendolo mi ha attirato il cartello MINESTRA MARITATA : le verdure già scelte per quest’ottima ricetta!
Cosi le ho comprate e ho deciso di elaborare la mia versione.

INGREDIENTI MINESTRA MARITATA RICETTA REGIONALE 
Per le quantità sono andata un pò ad occhio.
Verdure miste ,salsiccia fresca ( io ho usato quella affumicata ).sale q.b. crostini di pane casareccio, olio evo ,peperoncino
011 (3)
PROCEDIMENTO MINESTRA MARITATA
Pulite e lavate bene le verdure.
Mettete in un contenitore di terracotta ( va bene qualsiasi pentola se non l’avete) un pò d’olio e fatevi rosolare leggermente la salsiccia a tocchetti.
Unite le verdure , il peperoncino e mescolate per far insaporire .
Aggiungete acqua calda, coprite e fate cuocere a fuoco lento finchè le verdure saranno  ben cotte e la salsiccia avrà rilasciato il suo sapore.
Aggiustate di sale e servite con pezzetti di pane abbrustolito.
Il procedimento è semplice ma  è importante trovare tante verdure miste che daranno il sapore alla minestra!
Precedente Torta rustica con broccoli e provola affumicata Successivo Budino al cioccolato......piccante!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.