Crea sito

Miele farina & fantasia

La cucina é cultura. Profumi & sapori di casa mia

Frutta & verdura, Minestre e zuppe, Piatti unici

Zuppa contadina con ceci e castagne secche

La zuppa contadina con ceci e castagne secche é una ricetta di famiglia gustosa, profumata e facile da realizzare. Le zuppe sono un vero toccasana quando fa freddo e non solo perché riscaldano ma anche perchè sono salutari. Questa zuppa é semplice da preparare, può essere servita come piatto unico e riscalderà le nostre serate con gusto. La presenza dei semi di finocchio dona a questa ricetta un profumo ed un sapore davvero unici. I semi di finocchio si possono reperire facilmente nei supermercati tra le spezie.

Ingredienti per 4 persone

300 gr. di ceci

150 gr. di castagne secche

1/2 cipolla dorata

2 foglie di alloro

salvia q.b.

rosmarino q.b.

1 pizzico di semi di finocchio

sale grosso q.b.

olio extravergine q.b.

6 fette di pane raffermo

In una capiente zuppiera mettiamo in ammollo i ceci in acqua e 1 cucchiaino di bicarbonato almeno 12 ore prima di cucinarli (non è necessario, invece, mettere in ammollo le castagne secche).

Trascorso il tempo sciacquiamoli per bene sotto acqua corrente e mettiamoli in una pentola alta con acqua sufficiente alla cottura.

Portiamo a bollore ed eliminiamo con un mestolo forato la schiuma che verrà in superficie.

Fatto questo, abbassiamo la fiamma e aggiungiamo le castagne secche, le spezie, la cipolla tritata, copriamo e lasciamo cuocere col coperchio a fiamma bassa fino a quando i ceci e le castagne non risulteranno teneri.

Mentre la zuppa cuoce prepariamo i crostini di pane. Riscaldiamo una bistecchiera e grigliamo su entrambi i lati le nostre fette di pane raffermo. Quando saranno pronte ungiamole con poco olio (possiamo strofinarle anche con dell’aglio, se piace) e tagliamole a cubetti. Mettiamoli da parte.

Quando i ceci risulteranno cotti saliamo quanto basta, mescoliamo, spegniamo e lasciamo riposare qualche minuto.

Nel frattempo preleviamo 1 mestolo colmo di acqua di cottura, ceci e castagne secche e frulliamolo (darà una deliziosa consistenza cremosa alla nostra zuppa).

Eliminiamo eventuale acqua di cottura in eccesso (non buttiamola perché la utilizzeremo per cuocere della pasta), uniamo il composto frullato al resto della zuppa, condiamo con un filo di olio extravergine, mescoliamo e serviamo con i crostini di pane conditi.

2 Comments

  1. martina

    ho provato la ricetta….ho avuto però non poche difficoltà….e quindi mi sorge un dubbio….le castagne non sarebbe meglio farle ammorbidire prima?
    come suggerite voi rimangono parecchio dure…magari sbaglio io..

    • bloggiallozafferanoit

      Buongiorno Martina. Le castagne secche, cuocendo insieme ai fagioli sia in pentola a pressione-con cottura brevissima- o con cottura tradizionale-per circa un’ora, un’ora e mezza- dovrebbero avere tutto il tempo di ammorbidirsi, anzi, di disfarsi più o meno completamente. Magari, se mi dà più dettagli sul modo in cui le ha preparate potrei esserle maggiormente d’aiuto. Comunque, nulla toglie che possiamo mettere le castagne a bagno proprio come si fa per i legumi. Spero di averla in qualche modo aiutata e di aver risposto esaurientemente alla sua domanda. Sono a disposizione per qualsiasi dubbio.
      Gabriella
      Miele farina & fantasia

Leave a Reply

*

Theme by Anders Norén