Avete mai assaggiato i taralli dolci? Sono buonissimi, fragranti, ottimi per la colazione del mattino e la merenda dei nostri ragazzi. Li preparo spesso per tutta la famiglia e vanno sempre a ruba. E’ una ricetta della mia infanzia, a cui sono molto legata. I taralli dolci sono molto facili da realizzare e possiamo personalizzarli come più ci piace, aggiungendo spezie, cacao, uvetta passa, ecc…

Ingredienti per 32/34 taralli circa

500 gr. di farina 00

200 gr. di zucchero

3 uova intere

1 cucchiaio di sugna (circa 30 grammi) oppure 90 gr. di burro morbido

1/2 bustina di lievito per dolci

1 pizzico di sale fino

aromi a piacere

70 ml. circa di latte

1 tuorlo sbattuto + un cucchiaio di zucchero per spennellare

In una zuppiera setacciamo la farina insieme al lievito, aggiungiamo tutti gli altri ingredienti tranne il latte. Cominciamo ad impastare e versiamo il latte poco per volta, fino ad avere una consistenza simila alla pasta frolla. Nel mio caso ci son voluti 75 ml. di latte perché le uova erano piccole; nel caso in cui, invece, le uova fossero più grandi ci vorrà meno latte.

Possiamo decidere di utilizzare la sugna, come prevede la ricetta originale oppure del burro ammorbidito. Personalmente preferisco il profumo ed il sapore che la sugna conferisce a questi taralli dolci.

Impastiamo vigorosamente fino ad ottenere un composto sodo e facile da lavorare. Rovesciamolo sul tavolo da lavoro infarinato e formiamo i nostri taralli.

Foderiamo due teglie con carta forno.

Stacchiamo dei pezzetti dall’impasto, arrotoliamoli su se stessi e formiamo dei bastoncini di circa 12 cm. di lunghezza, uniamo le estremità schiacciandole e poniamoli nella teglie.

Spennelliamo i taralli con del tuorlo sbattuto e spolverizziamoli con zucchero semolato.

Inforniamo a 200*, a metà altezza, per circa 15 minuti o fino a quando saranno dorati sul fondo. Dopo cotti sforniamoli subito e lasciamoli raffreddare completamente. Si conservano in una scatola di latta o altro contenitore con chiusura ermetica per preservarne il più a lungo possibile la freschezza.