La pasta fresca di grano duro integrale é molto facile da preparare e ci darà la possibilità di realizzare svariati formati di pasta corta, adatti a tutti i tipi di sughi e condimenti. Il sapore della pasta integrale é più rustico di quella realizzata con farine raffinate. Non dimentichiamo, inoltre, che non solo é buona, ma fa anche bene. Vediamo come si prepara l’impasto base.

Ingredienti

300 gr. di farina di grano duro integrale

150/175 ml. circa di acqua

1 pizzico di sale fino

semola per lo spolvero

La farina di grano duro integrale assorbe poco più del 50% del suo peso in acqua (può dipendere dalla farina stessa, dall’umidità ambiente, ecc..), perciò consiglio di aggiungerla sempre poca per volta, per evitare di ritrovarsi con impasti troppo molli o, al contrario, troppo duri; inoltre tende ad avere una consistenza più umida rispetto alle paste fatte con farine raffinate, per cui consiglio di infarinare il tavolo da lavoro o la macchinetta della pasta, sempre con semola che aiuta ad asciugare l’impasto.

In una terrina mettiamo la farina, il sale e mescoliamo con una mano, mentre con l’altra versiamo l’acqua, poca per volta, fino a raggiungere una consistenza soda, ma facile da lavorare. Impastiamo fino ad ottenere un panetto liscio.

Mettiamo il panetto ottenuto a riposare sotto un telo senza profumo di detersivo, per almeno un’ora.

Trascorso il tempo riprendiamo il nostro panetto integrale e stendiamolo con il mattarello, sul tavolo ben infarinato con semola di grano duro, per realizzare sfoglie per lasagne, maltagliati, orecchiette, cavatelli, fusilli corti, ecc…

Consiglio di lasciare asciugare benissimo le sfoglie prima di cuocerle e di non stenderle troppo sottili perché tenderebbero a spezzarsi.

La pasta formata va lasciata asciugare bene, su canovacci da cucina o taglieri di legno, prima di essere cotta. I tempi di cottura variano dal formato e dallo spessore scelto; comunque, in genere, la pasta fresca impiega circa un paio di minuti per cuocere.