Le zeppolelle di “pasta cresciuta” sono delle gustosissime frittelle di pasta lievitata (in dialetto, a Napoli, sono chiamate anche “zuppulelle” di pasta cresciuta). Si accompagnano egregiamente alla pizza e sono uno sfizioso finger food adatto nei buffet e negli antipasti. L’impasto é molto facile e si può anche farcire con alghe, salame, fiori di zucchina, ecc.. Questa é la mia versione base.

Ingredienti

250 gr. di farina 00

5 gr. di lievito di birra

1 cucchiaio di acqua a temperatura ambiente per sciogliere il lievito

la punta di un cucchiaino di zucchero (solo in inverno)

un pizzico di sale

un pizzico di pepe macinato (facoltativo)

125 gr. circa di acqua a temperatura ambiente

In una ciotola sciogliamo il lievito nel cucchiaio d’acqua, uniamo lo zucchero (solo se fa molto freddo) e aggiungiamo la farina precedentemente setacciata. Aggiungiamo l’acqua poca per volta e alla fine aggiungiamo anche il sale. Impastiamo con le mani o con una forchetta fino ad ottenere un composto molle. Copriamo e lasciamolo lievitare fino al raddoppio.

Quando l’impasto sarà pronto mettiamo a scaldare l’olio in una padella dai i bordi alti e prepariamo un piatto ricoperto di carta assorbente, sul quale metteremo a scolare, dall’olio in eccesso, le nostre zeppolelle.

Aiutandoci con 2 cucchiai preleviamo una noce di impasto e versiamola nell’olio bollente. Aspettiamo che gonfi, rigirandola più volte nell’olio, togliamola e mettiamola nel piatto. Continuiamo così fino a terminare l’impasto. Non mettiamo troppe zeppolelle a cuocere contemporaneamente, perché rischiamo di far abbassare la temperatura dell’olio, rovinando il nostro fritto. Aspettiamo circa 30 secondi prima di friggere la successiva. Saliamo e pepiamo in superficie e serviamo le nostre zeppolelle ben calde.

Se vogliamo rendere le nostre zeppolelle ancor più sfziose e gustose o diverse fra loro possiamo aggiungere all’impasto, prima di porlo a lievitare, delle alghe sciacquate e strizzate benissimo, alici salate (anch’esse sciacquate, tamponate con carta assorbente e spezzettate), cubetti di pancetta, salame, ecc….

Alcuni preferiscono aggiungere gli altri ingredienti quando l’impasto é già lievitato, ma io invece li aggiungo prima. Il risultato ed il sapore finale non ne risentono.