Crea sito

fecola di patate Archive

0

ZEPPOLE DI SAN GIUSEPPE AL FORNO E SENZA GLUTINE

Avevo proprio voglia di fare un dolcetto per la festa del papà e in modo particolare mi stavo chiedendo se qualcuno avesse mai provato a fare le zeppole di San Giuseppe non solo cotte al forno, come avevo già fatto in passato, ma per di più senza glutine. Girovagando su Faebook ecco che ho trovato una risposta ai miei quesiti. Ho trovato questa ricetta di Angela Fujiko De Marco e così non ho esitato a trarne spunto e a sperimentarla subito 😉 Ho raddoppiato le dosi e ho variato alcune cose, anche per il poco tempo a disposizione…

Ingredienti (per circa 12 zeppole):

– 120 gr di farina di riso

– 60 gr di fecola di patate

– 200 ml di acqua

– 50 gr di burro

– 3 tuorli

– 2 uova intere

– una bustina di zucchero vanillinato

– una bustina di lievito per dolci

– un pizzico di sale

– una busta di preparato per crema pasticcera

– 300 ml di latte per la crema

– marmellata di cigliegie (voi potete usare in alternativa le amarene sciroppate)

– zucchero a velo per decorare

 

Preparazione:

In un pentolino mettere a bollire l’acqua con dentro il burro tagliato a pezzetti e il pizzico di sale. Spegnere il fornello appena bolle e aggiungervi la fecola di patate unita alla farina di riso, tutta in un colpo solo. Mescolare il composto velocemente con l’aiuto di un cucchiaio di legno, finchè non si rapprende omogeneamente. A questo punto, trasferire il tutto in una ciotola più grande e aggiungere i due tuorli, uno alla volta, e poi le tre uova, sempre una alla volta. Prima di aggiungere quella successiva, la precedente dev’essere perfettamente amalgamata al composto con l’aiuto delle fruste elettriche. Infine, aggiungere il lievito e lo zucchero vanillinato. Mescolare e versare l’impasto in una sac au poche.

Su una teglia rivestita con carta da forno formare con la sac au poche le zeppole, nella forma ovale o tonda, come preferite. Infornare a 220° in modalità ventilato per circa 10 minuti e poi continuare a 180° per almeno un quarto d’ora. L’importante è che siano leggermente imbrunite, ma cotte dentro.

Nel frattempo preparare la crema pasticcera ex novo o aiutandovi con un preparato. Io ho frullato il preparato con il latte, finchè la crema non fosse sufficientemente densa. Lasciar riposare in frigo.

Intanto, quando le zeppole saranno cotte, lasciarle raffreddare su una grata.

20140318_232716

Tagliarle poi a metà, come se fossero un panino da farcire. Guarnirne la metà con la crema pasticcera all’interno e poi chiuderle con l’altra metà. 20140319_000304

Farcire anche un po’ il buco centrale con la crema pasticcera e aggiungervi sulla cima uno-due cucchiaini di marmellata di ciliegia.

20140319_000515

Decorare con una spruzzatina di zucchero a velo e servire 😉

20140319_000632

Io ne ho fatte alcune per la colazione di papà e le altre le ho portate al lavoro ai miei 3 colleghi, che sono tutti papà. Siccome uno in particolare si diverte un mondo a fare scherzi, sta volta ha organizzato la valutazione delle zeppole ed ecco a voi il risultato:

20140319_180426

Con questa ricetta partecipo ai contest:

IMG_4004 (Copia) origNUOVA

finger .001

1

MUFFIN MIMOSA SENZA GLUTINE

Per la serata della festa delle donne non poteva mancare un altro esperimento culinario e per di più gluten free. Non contenta di sperimentarli per la prima volta, ho trovato un preparato polveroso che con l’aggiunta di acqua va a sostituire le uova, siccome non posso mangiare gli albumi perchè sono loro intollerante. Sulla confezione c’è scritto proprio “Eier-ersatz”, che significa proprio sostituto delle uova. La consistenza che lascia al dolce però è abbastanza gommosa. Vediamo nelle prossime ricette che effeto farà 😉 Intanto vi lascio la ricetta dei muffin mimosici, che è nata prendendo spunto da quella presente su giallo zafferano fatta con farina di frumento 😉

Ingredienti (per 10 muffin):

– 50 gr di farina di riso

– 50 gr di amido di mais

– 50 gr di fecola di patate

– 120 gr di zucchero

– una bustina di zucchero vanillinato

– 5 uova (io ho usato 50 gr di sostituto per uova unito a 200 ml di acqua)

– aroma alla vaniglia

Per la crema diplomatica:

– 250 ml di latte

– 25 gr di farina di riso

– 3 tuorli

– 80 gr di zucchero

– aroma al limone

– 250 ml di panna liquida da montare

– una bustina di Pannafix della Cammeo

 

Preparazione:

Per prima cosa bisogna preprare l’impasto dei muffin,  sbattendo in un’ampia ciotola i tuorli con metà dello zucchero semolato unito a quello vanillinato (io ho sbattutto il sostituto dell’uovo con l’acqua e poi ho aggiunto tutto lo zucchero), finchè non si ottiene un composto spumoso. A parte montare gli albumi a neve aggiungendovi il restante zucchero. Unire, quindi, gli albumi ai tuorli e mescoalre sempre dall’alto verso il basso. Aggiungervi poi la farina di riso, l’amido di mais e la fecola di patate setacciate assieme. Mescolare bene facendo attenzione che non si smonti il tutto. Aggiungervi qualche goccia di aroma alla vaniglia.Versare il composto in 12 stampini per muffin e cuocere in forno in modalità ventilato a 180° per circa 20-25 minuti.

DSC01216

DSC01221

Una volta cotti, lasciarli raffreddare sulla spianatoia. Dopo di che, privare della mollica l’interno di 10 muffin e tagliarla in tanti dadini di circa 1 cm di lato. La stessa cosa va fatta con due muffin interi, che verranno così “sacrificati” per la guarnizione.

DSC01222

DSC01223

Durante la cottura si può invece preparare la crema diplomatica, che altro non è che la crema pasticcera unita alla panna montata, insomma, un vero toccasana. Per prima cosa, in un’ampia ciotola montare i tuorli con lo zucchero con l’aiuto delle fruste e aggiungervi un po alla volta tutto il latte. Continuare a sbattere con le fruste, finchè la crema non inizierà ad amalgamarsi sempre di più, anche con l’aggiunta della farina di riso. Aromatizzare se volete con alcune gocce di aroma al limone. Io non ho utilizzato i classici passaggi per fare la crema pasticcera, ma ho visto che il risultato non è stato poi così male 😉 Lasciar riposare la crema in frigo.

Nel frattempo montare la panna con l’aiuto di una bustina di Pannafix e unirla piano piano alla crema pasticcera, mescolando sempre dal basso verso l’alto, ottenendo così la crema diplomatica.

DSC01224

Con l’aiuto di una sac au poche o di un cucchiaino farcire con la crema l’interno e la superficie superiore dei 10 muffin scavati e poi decorarli con i cubetti di impasto ricavati in precedenza, creando così l’effetto mimosa. Lasciar rapprendere il tutto in frigo fino al momento di servire 😉

DSC01225

DSC01227

DSC01229

 

0

TORTA CON FRAGOLE E PANNA CON PAN DI SPAGNA LEGGERO SENZA UOVA

L’idea iniziale datami da una paziente era quella di fare la classica rolade panna e fragole che faceva una volta mia mamma, ma che io non ho mai provato a fare da sola. Quindi, tenendo conto della mia intolleranza alle uova e del fatto che a Pasqua si sarebbero mangiate un sacco di uova, ho cercato in vari siti alcune ricette di pan di spagna light (soprattutto questa ricetta). Così, mettendoci poi del mio, è venuta fuori questa ricetta senza burro, con poco zucchero, fecola di patate e farina di riso al posto di metà dose di farina tradizionale e senza uova, che ci in compagnia del mitico coro ci siamo sbaffati tutti assieme allegramente in casa del prete nelle cena post messa del sabato santo 😉

Ingredienti (per una torta rettangolare circa 38×32 cm)

– 220 gr farina 00

– 80 gr farina di riso

– 100 gr fecola di patate

– 24 gr lievito in polvere per dolci

– 230 gr zucchero semolato

– 1 bustina di zucchero vanillinato

– 150 ml olio di semi

– 375 ml di acqua tiepida

– buccia di un limone

– 300 gr di fragole fresche

– 500 ml di panna da montare

– una bustina di Pannafix della Cameo

– 250 gr di ricotta

– alcune foglie di menta per guarnire

 

Preparazione:

In un’ampia ciotola mettere l’acqua con l’olio di semi e lo zucchero semolato e vanillinato. Mescolare bene e aggiungervi un poco alla volta il mix di farina 00, lievito in polvere, fecola di patate e farina di riso, setacciati. Continuare a mescolare e aggiungervi la buccia di limone. Disporre la carta da forno su una teglia rettangolare (io ho voluto restringerla, così ho alzato leggermente i bordi della carta) e versarci sopra l’impasto.

DSC01262

Cuocere in forno “ventilato” per circa mezzoretta a 180°, o finchè non vedrete il pan di spagna imbiondire. State attenti però che non si bruci!!

DSC01264

Lasciar raffreddare il pan di spagna sulla grata, cospargendolo con un po’ di zucchero semolato. Tagliarlo in due metà uguali.

DSC01265

Nel frattempo montare la panna con l’aiuto di Pannafix (questa è una scelta personale, io mi ci trovo molto bene, ma voi potete anche non usarlo 😉 ) e lasciarla riposare in frigo. Lavare, pulire e tagliare le fragole a dadini, lasciandone qualcuna a parte per la decorazione.

Mettere circa 2/3 della panna montata in un’ampia ciotola con la ricotta e le fragole a dadini. Mescolare bene e procedere alla “costruzione” della torta, spalmando questa crema su metà pan di spagna rettangolare.

DSC01266

Coprirlo, quindi, con l’altra metà di pan di spagna.

DSC01268

Preparare lo strato superficiale, spalmando un leggero velo di panna montata (o anche un cucchiaio di ricotta) e procedere alla decorazione con la vostra fantasia utilizzando fragole, panna montata, foglie di menta e tutto quello che vi salta in mente 😉 In occasione della cena, la mia decorazione era rivolta al mitico coro 😉

DSC01270

DSC01272

Lasciatela riposare in frigo o al fresco, fino al momento di consumarla 😉

 

1

POLPETTE DI ZUCCA E SOIA

Ho scoperto una bellissima ricetta sul blog “Una V nel piatto” su delle crocchette di zucca e sesamo, da cui ho preso spunto per  queste polpette gluten free. La loro realizzazione è molto semplice e devo dire che l’effetto è ottimo. Sono ottime servite assieme all’aperitivo o come antipasto, ma vanno benissimo anche come contorno o o come pasto completo, in quanto sono ricche sia di carboidrati che di proteine vegetali della soia 😉

Ingredienti (Per circa 20 polpette):

– 300 gr di zucca

– 10 cucchiai di farina di soia

– 3 cucchiai di fecola di patate

– 6 cucchiai di farina di mais tostato

– 2 cucchiai di sesamo

– 1 cucchiao di prezzemolo

– 1 cucchiaio di timo

– 1 pizzido di sale

– 1 pizzico di pepe nero

– 2 cucchiai di farina di riso per impanare

 

Preparazione:

Cuocere la zucca senza buccia a pezzettini in forno al cartoccio. Lasciarla raffreddare.

In un’ampia ciotola mescolare la zucca con la farina di soia, la farina di mais tostato, la fecola di patate, le spezie, il sale e il pepe. Impastare a mano amalgamando bene gli ingredienti.

DSC01025

Ricavare tante palline con l’impasto e poi farle rotolare su un piatto ricoperto con un velo di farina di riso.

DSC01026

Scaldare una padella antiaderente con un filo di olio di semi per fritture. Cuocere le polpette per 4-5 minuti per lato.

DSC01027

Asciugrle nella carta assorbente. Salarle e peparle.

DSC01029

Servire ancora tiepide e accompagnate con delle salsine fresche. Io ad esempio le ho servite con del ketchup piccante, della salsa rosa e della senape 😉

DSC01032

DSC01030

Con questa ricetta partecipo al contest:

finger .001

0

PIZZA FARINA DI SOIA E FECOLA DI PATATE

Stasera grande esperimento in cucina. Qualche giorno fa sono andata a farmi un giro in un negozio dedicato esclusivamente alla vendita di prodotti alimentari per celiaci e per gli intolleranti. Girovagando tra gli scaffali ho scovato un pacchetto di farina di soia. Ho visto che sopra la confezione c’erano un paio di ricette, così ho deciso di comprarla. Oggi pomeriggio così ho iniziato a cercare su internet idee su come fare la pizza con la farina di soia. In realtà in internet ho trovato veramente pochissimo. Ho scoperto solo che la farina di soia assorbe molta acqua e che quindi era meglio aumentare la dose rispetto alla ricetta descritta sulla confezione. Ecco quello che è venuto fuori, una ricetta gustosissima, senza glutine, un impasto sofficissimo e super digeribile 😉

Ingredienti (per una teglia tonda di 33 cm di diametro):
– 350 gr di fecola di patate

– 200 gr di farina di soia

– 400 gr di acqua

– 1 bustina di lievito

– 2 cucchiai di olio extra vergine d’oliva (io ho usato olio Dante)

– 3 cucchiaini colmi di sale

– 1 cucchiaino di zucchero di canna

 

Per farcire:

– 300 gr di passata di pomodoro

– 1 mozzarella senza lattosio

– 30 gr di prosciutto cotto

– olive

– capperi

– origano

 

Preparazione:

In una capiente ciotola di vetro mescolare la farina di soia con la fecola di patate. Aggiungervi il lievito, l’acqua tiepida, l’olio, il sale e lo zucchero. Impastare il tutto a mano, creando un impasto omogeneo. Sarà veramente molto soffice e molto friabile.

DSC00656

Lasciarlo riposare nel forno spento per almeno 3 ore.

DSC00657

Preparare una teglia da forno coperta con una carta da forno e bagnata con un filo d’olio. Stendere l’impasto nella teglia picchiettandolo con la punta delle dita in tutte le direzioni, finchè non sarà coperta tutta la teglia. Lasiciar riposare almeno un quarto d’ora, sempre nel forno spento.

DSC00658

Nel frattempo, condire la passata di pomodoro con sale, origano e olio e tagliare la mozzarella a cubetti. Spalmare il pomodoro sulla pizza e infornarla a forno preriscaldato a 250° in modalità mista statico-ventilato. Procedere, quindi, poi a farcirla con mozzarella, olive, capperi, prosciutto cotto a pezzetti e con tutto quello che più vi gusta 😉 Continuare la cottura per 10 minuti abbassando la temperatura a 200°. Terminare la cottura a 180° per altri 10 miuti.

DSC00659

Il risultato è stata una pizza morbidissima, davvero davvero soffice, ma a me è piaciuta tantissimo e ho deciso che la rifarò tante altre volte, è stato amore a prima cottura 🙂

DSC00661

DSC00662

Forse la prossima volta diminuirò un po’ la dose di acqua e aggiungerò un po’ di sale, vediamo che succederà 😉

DSC00664