Crea sito

farina di farro Archive

1

KRAPFEN o BOMBOLONI AL FARRO COTTI AL FORNO

Questa ricetta l’avevo provata ancora quando, ahimè, non avevo ancora scoperto la mia super intolleranza al farro 🙁

Anche se i dolci di Carnevale sono tutti belli “carichi” di calorie e prevedono la frittura, ho cercato di snellire questi Krapfen (come vengono chiamati qui in Alto Adige), provando la cottura in forno.

Ingredienti (per circa 17 Krapfen):

– 500 gr di farina di farro

– 1 uovo

– 100 gr di burro

– 200 ml di latte

– 25 gr di lievito di birra

– 60 gr di zucchero semolato

– una bustina di zucchero vanillinato

– qualche goccia di aroma alla vaniglia per dolci

– un pizzico di sale

– zucchero a velo

– marmellata di albicocche, crema di nocciole, crema pasticcera e chi più ne ha, più ne metta 😉

 

Preparazione:

Io ho fatto così: la sera prima ho messo in una grande ciotola la farina, l’uovo, gli zuccheri, il lievito di birra sbriciolato a mano, il pizzico di sale, l’aroma alla vaniglia, il burro ammorbito e a pezzetti e infine il latte leggermente riscaldato. All’inizio l’ho mescolato con un cucchiaio e poi l’ho impastato per bene a mano. L’ho lasciato lievitare in frigo tutta la notte ben coperto con della pellicola. La mattina l’ho tirato fuori dal frigo e l’ho lasciato lievitare al caldo nel forno spento per circa 6-7 ore.

Dopo di che, ho preso l’impasto un po’ alla volta e l’ho steso con il mattarello su un piano ben infarinato. Ho ricavato con uno stampino dei dischi di circa 5 cm di diametro che ho disposto su una teglia ricoperta di teglia da forno. Ho spennelato la metà dei dischi con del latte e li ho, quindi farciti con un cucchiaino di marmellata o di crema.

DSC09420

DSC09424

Ho chiuso i Krapfen con le altre metà, schiacciando bene i contorni. Ho lasciato lievitare a forno spento per altre 7-8 ore. Attenzione: disponeteli molto lontani (più di quanto abbia fatto io ;)) tra di loro perchè con molta sorpresa, lieviteranno un sacco 😉

DSC09425

Infine, li ho infornati e cotti a 200° per circa 15 minuti, finchè non imbruniscono leggermente.

DSC09426

DSC09429

Il tocco di zucchero a velo è fondamentale perchè la ricetta non prevede una grande quantità di zucchero, altrimenti saranno ancora più dietetici 😉

DSC09434

 

 

0

PIZZETTE INTEGRALI CON PASTA MADRE

Ecco a voi il primo tentativo di pizzette realizzate con pasta madre e per di più provate subito con farina integrale. Devo dire che i risultati sono stati meglio delle aspettative 😉

Ingredienti (per circa 35 pizzette):

– 250 gr farina integrale

– 250 gr farina di farro

– 200 gr di pasta madre

– 220 gr di acqua tiepida

– 60 gr di olio extra vergine d’oliva (io ho usato olio extra vergine d’oliva Dante)

– 35 gr di zucchero di canna

– 20 gr di sale

– 1 mozzarella

– olive, capperi, prosciutto cotto, salame, ecc per guarnire

– origano

– passata di pomodoro

 

Preparazione:

La sera prima rinfrescare la pasta madre, in modo tale da averne circa 200 gr il giorno dopo per fare le pizzette. Prendere la pasta madre e scioglierla nei 220 gr di acqua con il sale e lo zucchero. Aggiungere poi le farine continuando a mescolare e l’olio (io ho usato olio Dante). Dopo aver mescolato per bene, iniziare ad impastare a mano il tutto. Formare una palla omogenea e lasciar lievitare coperta da un canovaccio per almeno due ore.

Trascorso il tempo, stendere l’impasto un poco per volta e con l’aiuto di una formina tonda per biscotti o con un bicchiere, ricavare tanti dischetti dello spessore di circa 7-8 mm. Disporre i dischetti su delle teglie e lasciar lievitare ancora un’oretta a forno spento.

DSC09809

Preparare la salsa con la passata di pomodoro condita con un goccio di olio, sale e origano. Schiacciare leggermente i dischetti e passare un cucchiaino circa di pomodoro su ognuno di essi. Aggiungervi un cubetto di mozzarella e la farcitura che più vi piace.

DSC09810

DSC09813

DSC09815

DSC09817

DSC09818

Cuocere nel forno statico per circa 15 minuti a 220°. A me piace poi terminare con una bella spruzzata di origano su tutte le pizzette 🙂

DSC09821

1

BISCOTTI NATURALI ALLA ZUCCA CON CASTAGNE SECCHE E FARINA DI FARRO

Visto questo tempo un po’ incerto e a dir poco altalenante, vi propongo una ricetta che si potrebbe tranquillamente dire autunnale, sempre tratta dal fantastico libro sui biscotti naturali, senza uova, burro, zucchero e latte.

Ingredienti (per circa 60 biscotti):

– 250 gr di farina di farro

– 150 gr di succo d’agave

– 60 ml di olio di oliva o olio di mais

– 90 gr di castagne secche

– 300 gr di zucca

– 80 gr di mandorle

– 12 gr di lievito di birra fresco

– 50 ml di acqua tiepida

– un pizzico di cannela

– un pizzico di sale

– una manciata di semi di zucca per guarnire

 

Preparazione:

La sera prima mettete in ammollo le castagne secche in una ciotolina, coprendole bene con acqua fredda. Il giorno seguente mettetele a cuocerle in acqua leggermente salata per circa 20 minuti, dopo di che aggiungervi la zucca lavata e tagliata a cubetti e continuate a cuocere il tutto per altri 10′. Scolate bene e lasciate un attimo intiepidire.

DSC09568

Nel frattempo, scioglere nell’acqua tiepida il lievito di birra sbriciolato a pezzettini.

Con il mixer ad immersione, frullare la zucca e le castagne scolate, aggiungendo il sale, la cannella, le mandorle tritate, l’olio e il succo d’agave.DSC09571

Aggiungere, quindi, la farina e il livito mescolare bene e poi impastare a mano, creando un composto morbido. Lasciarlo riposare coperto da un telo almeno mezzoretta.

Trascorso il tempo, prelevare dall’impasto tanti mucchietti e disporli sulla carta da forno messa su una teglia. Attenzione a distanziarli bene, perchè lieviteranno!!! Al centro di ogni biscottino, mettere uno o due semini di zucca per decorarli.

DSC09572

 

DSC09573

Lasciarli riposare una ventina di minuti e poi cuocerli nel forno caldo a 190° per circa 15-20 minuti.

DSC09574

 

Con questa ricetta partecipo al contest:

dolci con farine speciali

 

2

BISCOTTI NATURALI FARRO, COCCO, MANDORLE E PISTACCHI

Ecco a voi l’ennesimo esperimento tratto dal libro “Biscotti al naturale”. Come sempre tendo un po’ ad apportare qualche modifica alle ricette originali 😉

Ingredienti (per circa 60 biscotti):

– 500 gr di farina di farro

– 170 gr di malto di mais

– 70 gr di pistacchi

– 70 gr di mandorle

– 100 ml di olio di mais

– 200 ml di acqua tiepida

– 50 gr di cocco gratuggiato

– una bustina di lievito per dolci

– 1 cucchiaino di cannella

– 1 pizzico di sale

 

Preparazione:

In una ciotola capiente mescolare la farina, i pistacchi e le mandorle tritati grossolanamente nel mixer, il cocco, il lievito, il sale e la cannella. Mescolare per bene, facendoli ben mischaire.

In un boccale unire all’acqua tiepida il malto e l’olio e mescolare bene. Unire, quindi, il tutto al composto di farina e frutta secca mescolando bene per far amalgamare tutto. Continuare a lavorare l’impasto finchè non diventa una bella palla liscia e omogenea.

Ricavare dall’impasto tante palline e disponetele su una teglia coperta da carta da forno, ben distanziandoli perchè cresceranno parecchio (a differenza di quello che ho fatto io :/).

DSC09506

Cuocere a 195° per circa 15 minuti, lasciar raffreddare e gustateli 😉

DSC09509

Con questa ricetta partecipo al contest:

dolci con farine speciali

0

PIADINE DI FARRO CON PASTA MADRE

La mia ricetta preferita da fare per smaltire gli esuberi di pasta madre è quella delle piadine. E’ davvero una ricetta semplice, rapida e davvero gustosa. La ricetta l’ho trovata sulla pagina Facebook della Pasta Madre.

Ingredienti (per circa 5 piadine):

– 350 gr di lievito madre

– 260 gr di farina di farro

– 100 ml di acqua tiepida

– 100 ml di olio extra vergine d’oliva

– 2 cucchiaini di sale

– 1 cucchiaino di bicarbonato

 

Preparazione:

In una ciotola di vetro o ceramica mescolare la pasta madre, la farina, l’acqua, il sale e l’olio. Aggiungete inoltre il bicarbonato se la vostra madre non è stata rinfrescata già da qualche giorno. Lasciar lievitare il tutto coperto da un canovaccio inumidito. Basterà circa un’oretta se avete usato il bicarbonato, altrimenti attendete 3-4 ore.

Dividere l’impasto in 5 palline. Stendere ciascuna pallina con il mattarello, ripiegarla in 3 parti e stenderla di nuovo. Ripetere queste operazioni circa 3 volte se si vuole ottenere una perfetta sfogliatura della piadina, altrimenti ne basterà una sola. Attenzione che man mano che aumentano i numeri di volte che la stendente, l’impasto diventerà sempre più fragile e rischierà di fare buchi.

Per la cottura io ho usato una padellina antiaderente apposta per cuocere le crepès, leggermente unta con olio d’oliva. Cuocere per pochi minuti su entrambi i lati.2012-09-23 22.14.51

Dopo di chè, potete decidere se farcirle subito, magari tenendole ancora sul fuoco così da far sciogliere la mozzarella o il formaggio che volete metterci dentro, oppure potete anche surgelarle fino a quando non volete gustarvele;)

Io le ho farcite ad esempio con prosciutto cotto e mozzarella e prosciutto crudo, formaggio al peperoncino e rucola.

DSC09515

DSC09518

0

“SCHÜTTELBROT” OVVERO SCHIACCIATE TIROLESI ALLA SEGALE

Ecco a voi il secondo esperimento di pane tirolese, dopo quello dei “Vinschgerle”. In realtà questa ricetta non è riuscita molto bene, perchè l’impasto avrebbe dovuto seccarsi ancora di più, per diventare delle vere e proprie schiacciate.

Ingredienti (per circa 12 schicciate):

– 500 ml di acqua

– 100 gr di pasta madre rinfrescata

– 20 gr di lievito di birra

– 150 gr di farina di farro

– 600 gr di farina di segale

– sale

– 1 cucchiaio di cumino

 

Preparazione:

Riscaldare leggermente l’acqua e sbriciolarci dentro la pasta madre rinfrescata e il lievito di birra. In una ciotola capiente unire le farine ai lieviti con l’acqua, il sale e il cumino. Impastare bene a mano, formare una palla abbastanza morbida, rivestirla con pellicola trasparente e lasciar lievitare 20 minuti nel posto più caldo possibile.

Ricavare, quindi, dall’impasto circa una dozzina di pagnotte. Appiattire il più possibile ciascuna pagnotta e stenderla su una teglia ricoperta di carta da forno. Cospargerle di farina di farro e lasciarle lievitare al caldo per altri 20 minuti.

DSC09474

Cuocere a 200° per circa 30 minuti. Sfornare e lasciar seccare all’aria.

DSC09488

Queste schiacciate possono essere mangiate così da sole, ma l’ideale è accompagnarle con dello speck o del Kaminwurz (cioè salamella affumicata tirolese).

0

“VINSCHGERLE” O PANINI DI SEGALE DELLA VAL VENOSTA

Ecco a voi il primo tentativo di produrre in casa i tanti amati “Vischhgerle”, ovvero paninetti alla segale della cucina tirolese che si trovano qui in Alto Adige. La ricetta l’ho presa dalla fantastica enciclopedia culinaria “Cucinare nelle Dolomiti”.

Ingredienti (per circa 7 paninetti):

– 300 ml di acqua

– 100 gr di pasta madre rinfrescata

– 150 gr di farina di farro

– 350 gr di farina di segale integrale

– sale

– un cucchiaio di semi di finocchio

– un cucchiaio di semi di cumino

 

Preparazione:

Riscaldare l’acqua fino a circa 35° e sciogliervi dentro la pasta madre rinfrescata, spezzettata a mano. In una ciotola grande mescolare le due farine, con la pasta madre e l’acqua, il sale, il finocchio e il cumino. Coprire il tutto e farlo lievitare 20 minuti lontano dal freddo e da correnti d’aria.

Impastare nuovamente il tutto a mano e dividere l’impasto in 6-7 pagnotte, cospargendole con farina di farro. Far lievitare ancora 20 minuti sulla carta da forno posta sopra una teglia.

DSC09473

DSC09479

Cuocere nel forno a 170° per circa 20-25 minuti, dopo averlo fatto riscaldare a 220°.

DSC09482

DSC09487

L’ideale è gustarlo spalmandoci su burro alle erbe o formaggi cremosi e potete guarnire con salame o prosciutto o speck, facendo un perfetto aperitivo.

1

PIZZA BIANCA ROMANA AL FARRO

In questi miei recenti viaggi a Roma mi sono letteralmente innamorata della pizza bianca sia mangiata al posto del pane semplice semplice, che farcita a piacimento per pranzo o per cena. Appena sono tornata, dunque, mi sono messa alla ricerca della ricetta per farla in casa.

Ingredienti (per 2 pizze):

-400 gr farina di farro

-300 ml di acqua

-2 cucchiai di olio extravergine d’oliva

-1 cucchiaio di fecola di patate

-1 cucchiaio scarso di malto

-2 cucchiaini di sale

-mezzo cubetto di lievito di birra

-sale grosso per guarnire

-olio extravergine d’oliva

-formaggi, insaccati e qualsiasi cosa vogliate metterci dentro 😉

 

Preparazione:

Far sciogliere il lievito e il malto in 200 ml di acqua tiepida per 10 minuti. Dopo di che aggiungere il tutto alla farina in una ciotola capiente. Iniziare ad impastare con le mani e aggiungere un po’ alla volta l’acqua restante, il sale e l’olio. Continuare ad impastare a mano e lasciar riposare l’impasto per almeno due ore in una ciotola di vetro coperta da uno strofinaccio inumidito, meglio se in un ambiente caldo o nel forno spento, lontano da correnti d’aria. Le due ore sono indicative, in realtà bisogna aspettare che l’impasto diventi almeno il doppio, se non il triplo.

Lievitato a sufficienza l’impasto, lo si toglie dalla ciotola e lo si lascia cadere sul piano da lavoro ben in farinato (è importante perchè l’inmpasto è molto idratato e molle). A questo punto lavorare l’impasto ripiegandolo in tre parti per due volte, dopo di che dividerlo in due parti. Lavorare ciascuna metà di impasto sempre ripiegandola in tre parti e poi prendendo l’impasto esterno e portandolo al centro di esso. Lasciar riposare le due palline di impasto così ottenute per circa 20 minuti

Trascorso il tempo, rivestire due teglie con carta da forno e cospargerle con un sottile strato d’olio extravergine d’oliva. Stendere su una teglia una palla di impasto con l’aiuto delle mani ben unte di olio, cercando di lasciare l’impasto non più alto di un dito. Spolverarle con del sale grosso e con un altro filo d’olio.

DSC09395

DSC09396

Cuocere in forno in modalità ventilato o pizza (da me è un misto di ventilato e statico) finchè le pizze non saranno ben dorate. Tagliarle, quindi, a metà e farcirle a piacimento. Io l’altra sera ne ho farcita una con prosciutto crudo, mozzarella e rucola e una con speck e caciocavallo. A Roma, invece, una delle mie preferite è stata con prosciutto crudo, scamorza e melanzane grigliate.

DSC09400

DSC09405

DSC09402

DSC09406

DSC09408

4

BISCOTTI LIGHT AL FARRO, CACAO E MANDORLE

Come ogni mio viaggio a Roma, non potevo tornare senza un nuovo libro. E così anche sta volta ne ho acquistato uno di cucina. Si intitola “Biscotti al naturale”, in cui sono raccolte tutte ricette di biscotti senza uova, burro e latte. Di seguito vi presento il primo esperimento tratto dal libro.

Ingredienti (per circa 60 biscottini):

-400 gr farina di farro

-50 gr di mandorle

-70 ml di olio d’oliva (io ho usato olio di oliva Dante)

-40 gr di cacao amaro in polvere

-1 bustina di lievito per dolci

-3 cucchiai di miele

-1 cucchiaino di cannella in polvere

-la buccia di mezzo limone

-30 gr di cocco gratuggiato per decorare

-un pizzico di sale

 

Preparazione:

In una ciotola capiente mischiare la farina settacciata con il lievito, le mandorle tritate con il mixer, il cacao amaro, il sale e la cannella. Mescolare bene e aggiungere il miele, l’olio (io olio Dante) e il limone. Impastare, quindi, il tutto a mano fino a creare un impasto omogeneo.

Ricavare, dunque, dall’impasto tante palline che andrete a disporre su una teglia ricoperta da carta da forno. Coprire con un panno e lasciar riposare il tutto almeno 20 minuti.

DSC09389

Infornare a 195° per 18-20′. Una volta tirati fuori, spennellarli con un goccio di latte di riso e cospargerli con il cocco e gustarli 😉DSC09390

DSC09392

Con questa ricetta partecipo al contest:

dolci con farine speciali

0

BISCOTTI DI FARINA DI FARRO CON SPECK E TIMO

Questa ricetta mi è stata inviata via mail per partecipare al contest. Anche se non è arrivata tra le finaliste, mi ha colpito molto per gli ingredienti messi assieme e così ho deciso di provarla facendoci delle modifiche. Il gusto non è ne dolce, nè salato. Direi quasi più agrodolce e devo dire che sono fantastici come stuzzichini e da servire con l’aperitivo.

Ingredienti (per circa 40 biscotti):

– 60 gr di zucchero

-220 gr di farina di farro

-50 di latte parzialmente scremato

-125 gr di burro allo yogurth

-50 gr di speck tagliato a dadini

-2 tuorli d’uovo

-sale

-1 cucchiaio di timo

-mezza bustina di lievito

 

Preparazione:

In una ciotola capiente montare con le fruste il burro ammorbidito e tagliato a cubetti unito allo zucchero, al sale e al timo, fino a creare un composto morbido. Aggiungere poi i due tuorli e il latte e continuare a montare. Alla fine aggiungere la farina setacciata con il lievito e mescolare bene con un cucchiaio. Aggiungere, dunque, lo speck tagliato a dadini e impastare per bene a mano.

Ricavare, quindi, tante palline dall’impasto e disporle su una teglia ricoperta di carta da forno. Infornare e cuocerli a 170° in modalità ventilato per circa 12 minuti.

DSC09111

Servire appena tiepidi 🙂DSC09112