Crea sito

SECONDI PIATTI Archive

0

FILETTI DI SOGLIOLA ALLA MEDITERRANEA

Premetto che è stata la prima volta che ho cucinato un filetto di sogliola e così sono voluta andare al sicuro con una ricetta già consolidata con altri tipi di filetti. Inoltre non vedevo l’ora di provare la mia nuova gratini era dell’IKEA la ricetta è molto semplice e veloce da fare, anche all’ultimo momento e di sicura riuscita 😉

INGREDIENTI (per due persone):

-2 filetti di sogliola

-4-5 olive nere e verdi denocciolate

-capperi

-8 pomodorini

-2 pomodori secchi sott’olio

-origano

-timo

-prezzemolo

-sale

 

PREPARAZIONE:

in una teglia da forno disporre i due filetti di sogliola e cospargerli con le olive e i pomodori secchi tagliati a strisciette, i pomodorini tagliati a metà e una manciata di capperi. Insaporire con un pizzico di sale, timo, prezzemolo ed origano a piacere. Infine passargli sopra un bel giro di olio d’oliva.

Infornare nel forno già caldo a 200° per circa 15 minuti. Servire e gustare tutto tutto 😉

DSC01393

0

PIZZA ALLA FARINA DI KAMUT

Siccome avevo un sacco di farina di kamut in scadenza e una cena in vista, ho provato questa ricetta vista su Giallo Zafferano e devo dire che sono rimasta molto soddisfatta. L’impasto è risultato morbido e molto più digeribile della classica pizza…

INGREDIENTI (per una teglia tonda da 32 cm di diametro e una rettangolare di circa 35×38 cm):

-800 gr di farina di kamut

-40 gr di lievito di birra

-6 cucchiai di olio di oliva

-sale

-zucchero di canna

-due mozzarelle senza lattosio

-500 ml di passata di pomodoro piccante

-origano

-olive,prosciutto,capperi,salame piccante ecc a piacimento

 

PREPARAZIONE:

siccome ho usato tanta farina, ho lavorato due impasti separati. In un’ampia ciotola di vetro ho messo circa 500 gr di farina di kamut lavorata con circa 320 ml di acqua tiepida, 25 gr di lievito di birra sbriciolato a mano, un pizzico di zucchero di canna, un cucchiaino abbondante di sale e 4 cucchiai di olio d’oliva. In un’altra ciotola, invece, ho impastato 300 gr di farina di kamut con 15 gr di lievito sbriciolato, circa 180 ml di acqua tiepida, un pizzico di zucchero di canna, un cucchiaino scarso di sale e 2 cucchiai di olio d’oliva.

Lavorare l’impasto finchè non diventerà una bella palla liscia e omogenea. Avvolgere la ciotola con un canovaccio inumidito e lasciar lievitare nel forno spento per almeno un paio di orette. L’impasto dovrà aumentare di volume fino a diventare quasi il doppio.

Trascorso il tempo, stendere l’impasto in una teglia da forno rivestita di carta da forno leggermente unta con olio, così da facilitare l’operazione. Cospargere l’impasto con un sottile strato di passata di pomodoro (io ne ho usata una molto particolare proveniente da agricoltura biologica al gusto piccante, davvero deliziosa 😉 ) condita con sale e origano. Infornare a 250° in modalità “statica” per circa 10 minuti.

DSC01365 DSC01366

Estrarre la pizza, farcirla a piacere. Io c’ho messo su un po’ di tutto, dal salamino piccante, alle olive, passando per la mozzarella senza lattosio. Rimettere la teglie in forno e continuare la cottura a 220°-200° per circa 5-7 minuti.

DSC01367

Una volta cotta, spolverizzarla con un po’ di origano, se vi piace, e con delle foglie di basilico fresco spezzettato a mano lì sul momento. Gustarla ancora tiepida e buon appetito 😛

DSC01373

DSC01374

 

0

SPIEDINI DI GAMBERI ALL’ESOTICA

Questa è un’altra di quelle ricette che, appena viste sul sito di Giallo Zafferano, mi è venuta subito voglia di provare. Inoltre amo alla follia i gamberi e ne ho sempre qualcuno di fresco che tengo surgelato in freezer. In più dovevo sperimentare la griglia e quindi perché non provarla con degli spiedini…di pesce?

INGREDIENTI (per 6 spiedini):

-26 gamberi

-4 lime piccoli

– aglio in polvere

– 100 ml di miele di castagno

– zenzero essiccato

-pepe nero

-peperoncino in polvere

-50 ml di olio extravergine d’oliva

-100 ml di latte di riso

-5-6 foglie di menta fresca

-6 stecchini di legno per spiedini

 

PREPARAZIONE:

Per prima cosa grattugiare lo zenzero finemente, grattugiare la scorza di un lime e spremerne un altro per ottenerne il succo. Tenere da parte i 3 ingredienti separati.

Scaldare in un pentolino il miele, aggiungendovi poi il succo del lime, un pizzico di aglio in polvere, lo zenzero grattugiato, una manciata di peperoncino in polvere, la scorza del lime, sale e pepe nero. Continuare a mescolare finchè non si crei una crema densa, lasciandolo sul fuoco per circa 5 minuti. Lasciar raffreddare il tutto.

DSC01395

Nel frattempo pulire bene i gamberi togliendo il carapace e l’intestino. Tagliare due lime a fettine sottilissime, tagliandole poi a metà.

Preparare gli spiedini infilando alternatamente un gambero e un pezzetto di lime.

DSC01394

Spennellarli bene da entrambi i lati con la crema di miele e cuocerli su una griglia.

DSC01399

DSC01400

Nel frattempo, preparare la salsa di accompagnamento, mettendo nel baratto del frullatore ad immersione l’olio, il latte di riso, un cucchiaino di succo di lime, la menta spezzettata a mano, sale e pepe. Frullare il tutto fino ad ottenere una bella cremina liscia ed omogenea.

Una volta ben cotti da entrambi i lati, servire gli spiedini con la fresca salsina alla menta.

DSC01401

DSC01404

0

PIZZA CON IMPASTO DI RICOTTA E FARINA SENZA GLUTINE

Circa tre mesi fa girovagando per le librerie di Ancona, quando ero giù per un corso di lavoro, mi sono imbattuta in un interessante libro di ricette senza glutine. Ho trovato soprattutto una paginetta molto utile in cui vengono presentati due impasti base: uno per pizze e focacce e l’altro per una pasta sfoglia light, entrambi con la ricotta. Finalmente dopo tanto tempo ho provato a fare l’impasto per la pizza e devo dire che è stato un successone. Era anche la prima volta che ho utilizzato la farina Bi-aglut senza glutine per pane e lievitati vari e sono rimasta stupita in positivo. L’impasto è risultato morbidissimo e la pizza era buonissima anche il giorno dopo.

Ingredienti (per una teglia di 33 cm di diametro):

300 gr di farina BI-AGLUT per pane e pizza

Una bustina di lievito in polvere per panificati

200 gr di ricotta senza lattosio

6 cucchiai di olio extravergine d’oliva

4 cucchiai di latte

sale

Origano abbondante

Passata di pomodoro al basilico

Una mozzarella senza lattosio

Un paio di fette di prosciutto cotto

Olive piccanti

Un peperoncino piccante

Alcuni ciuffetti di rucola

 

Preparazione:

In un’ampia ciotola mescolare la ricotta ben schiacciata con la forchetta con il latte, l’olio e il sale. Un po’ alla volta aggiungere la farina unita al lievito e mescolare bene, facendo amalgamare gli ingredienti. Dovrà formarsi una bella palla morbida. Se dovesse risultare troppo appiccicosa, aggiungere un altro po’ di farina.

Lasciar riposare l’impasto 3 orette, coperto da un canovaccio inumidito.

A questo punto, mettere l’impasto in una teglia (io ne ho usata una tonda da 33 cm di diametro con queste quantità) coperta con della carta da forno e poi sparpagliarlo bene su tutta la teglia aiutandosi con le dita.

2014-05-17 18.23.48

Lasciar riposare in teglia un’oretta almeno.

Cuocere in forno modalità mista a 200° solo con il pomodoro sopra per circa 12 minuti, poi abbassare a 180° e cuocere altri 8 minuti. 2014-05-17 20.17.35

Mettere mozzarella, olive, peperoncino spezzettato a mano cuocere 7 minuti, infine 3 minuti con il prosciutto.

2014-05-17 21.56.40

2014-05-17 21.59.25

2014-05-17 22.23.35

 

0

GROESTL DI PATATE AL FORNO

La ricetta è la versione light di un must della cucina alto atesina, che prevede il Groest di patate fritto. Il procedimento è lo stesso, solo che la cottura avviene in forno, dura chiaramente di più, ma è sicuramente più salutare 😉 Sono davvero facili da fare e sono uno dei tanti modi con cui è possibile cuocere le patate, sicuramente una novità anche per i bambini…

Ingredienti (per circa 20 Groestl):

– 3 patate

– sale

– un filo d’olio extravergine

 

Preparazione:

Sbucciare accuratamente le patate e lavarle bene bene sotto l’acqua corrente. Con l’aiuto di una grattuggia, poi, tagliare le patate a lamelle.

DSC01283

Formare tanti mucchietti con le lamelle così ottenute e disporli su una teglia ricoperta di carta da forno e cospargerle con un filo d’olio.   DSC01287

Infornarle a 200° per circa 30 minuti, facendo attenzione che si dorino bene, ma che non brucino. Salarle bene e servirle, accompagnate con della carne o anche solo da un’insalatina mista 😉

DSC01291

Io le ho accompagnate alle costolette di agnello in crosta di pistacchi e pan grattato al mais 😉

DSC01293

0

COSTOLETTE DI AGNELLO IN CROSTA DI PISTACCHI E PANGRATTATO AL MAIS

Ecco a voi un’idea per un piatto molto primaverile, ideale per il pranzo di pasqua, ma non solo. Anche questa ricetta l’ho resa gluten free utilizzando il pan grattato al mais senza glutine, ma voi potete usare anche quello classico. La ricetta è abbastanza facile, ma serve un pochino di tempo perchè le costolette vanno prima lasciate marinare, poi scottatte in padella e infine cotte al forno.

Ingredienti:

– 3-4 costolette di agnello a persona

– senape (io ne ho usata una particolare alla mela)

– 1 cucchiaino colmo di pistacchi tritati per ogni costoletta

– 1 cucchiaino colmo di pangrattato al mais per ogni costoletta

– rosmarino fresco

– olio, pepe nero e succo di limone per la marinatura

 

Preparazione:

Per prima cosa bisogna lasciar marinare le costine per circa un paio di ore con olio, pepe nero e il succo di circa un limone per 8-10 costine. Girarle ogni mezzora circa.

Dopo la marinatura, sgocciolare bene ogni costoletta e spennellarle con la senape da entrambi i lati. In una ciotola mescolare il pangrattato e i pistacchi tritati e disporli su un piatto piano. Passare ciascuna costoletta da tutte e due le parti nella panure.

DSC01284

Scottare le costolette in un’ampia padella a fuoco alto, per creare una bella crosticina per 2-3 minuti per lato.

DSC01285

Disporre poi le costolette sulla teglia da forno con un filo d’olio e una manciata di rosmarino. Infornare a 200° in modalità ventilato per circa 10-15 minuti per lato.DSC01288

Servire accompagnato con delle patate al forno o saltate oppure con una fresca insalata.

DSC01293

0

FALAFEL DI CECI COTTE AL FORNO

L’idea mi era venuta già tanto tempo fa a guardare il Giro del Mondo di Mainardi alla prova del cuoco, poi vista l’enorme quantità di ceci che avevo in dispensa, ne ho approffittato 😉

Ingredienti (per circa 30 falafel):

– 250 gr di ceci secchi

– 1 cipollotto

– 1 spicchio d’aglio

– 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva

– 2 cucchiai di prezzemolo fresco tritato

– semi di cumino

– pepe nero

– sale

– 2 cucchiai di farina di ceci

 

Preparazione:

La sera prima mettere in ammollo i ceci, per almeno 20-24 ore. Cuocerli, quindi, in un’ampia pentola per circa 3 ore. Scolarli bene e con una forchetta schiacciarli bene in un’ampia ciotola.

Nel frattempo tritare nel mixer il cipollotto e lo spicchio d’aglio. Aggiungerli ai ceci schiacciati e insaporire il tutto con i semi di cumino, il prezzemolo tritato a mano, il sale e il pepe. Amalgamare il tutto con due cucchiai di olio d’oliva.

DSC01252

Con l’impasto così ottenuto, ricavare tante polpette e passarle nella farina di ceci. Disporle in una teglia da forno.

DSC01253

Cuocere in forno a 200° per circa mezzoretta. Mangiarle ancora calde, servite con la salsina che preferite.

Io le ho mangiate con l’hummus (qui trovate la ricetta) e anche accompagnate da del ketchup piccante 🙂

DSC01258

0

HUMMUS

Continua il mio viaggio alla scoperta di mille e un modi per cucinare i legumi. Questa volta mi sono imbattuta nei ceci ed ho sempre utilizzato l’utilissimo libro “Cucinare i legumi” di Terra Nuova. Per fare questa ricetta sono andata anche a comprare il tahin, ovvero la pasta di semi di sesamo, in un negozio biologico. La ricetta è di origine medio-orientale, diffusa in tutti i paesi arabi e anche israeliani.

Ingredienti:

– 200 gr di ceci secchi

– 3 cucchiai di tahin

– 1 spicchio di aglio

– 1 cipollotto

– succo di un limone

– semi di cumino

– 2 cucchiai di olio d’oliva

– 2 cucchiaini di sale

 

Preparazione:

Tenere in ammollo i ceci secchi almeno per un’intera notte (io ho fatto passare circa 24 ore). Cuocerli, quindi, in abbondante acqua per circa 3 ore. Aggiungere un cucchiaino di sale e cuocerli ancora per 5-10 minuti. Lasciarli raffreddare.

Tritare nel mixer i ceci con l’aglio e il cipollotto. Metterli poi in una ciotola profonda e aggiungervi i ceci ben scolati, il tahin, il limone e l’olio. Frullare il tutto con il frullatore ad immersione e aggiungervi semmai un po’ di acqua di cottura. Salare a seconda dei propri gusti e aggiungervi alcuni semi di cumino.

DSC01251

Lasciarlo riposare in frigo. L’ideale è servire l’hummus con i falafel di ceci o di lenticchie o semplicemente come salsa di accompagnamento per la verdura cruda, come un pinzimonio, oppure mangiata insieme al pane azimo.

DSC01258

 

2

POLPETTE DI FAGIOLI AZUKI E FARINA DI SOIA

Facendo ordine nella dispensa abbiamo trovato una serie di confezioni di pacchi di legumi secchi in procinto di scadenza, tra cui oltre 7 etti di fagioli azuki. Questi legumi un po’ particolari sono chiamati anche soia rossa e sono usati moltissimo in Cina e in Giappone. Sono molto digeribili, sono ricchi di ferro e di proteine, hanno effetto disintossicante, diuretico, in caso di ritenzione idrica e promuovono la perdita di peso. Fanno molto bene ai reni e ai diabetici. Li avevo cucinati solo un’altra volta, ma devo dire che in questi giorni mi sono proprio sbizzarrita e ho creato 3 ricettine davvero interessanti. La prima sono proprio queste gustose polpette. Le altre due verranno pubblicate a breve…

Ingredienti per circa 30 polpette:

– 250 gr di fagioli azuki secchi

– 4 cucchiai di farina di soia

– 2 cucchiai di pangrattato di mais senza glutine

– 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva

– timo

– sale

– pepe nero

 

Preparazione:

Mettere in ammollo gli azuki per almeno 24 ore. Trascorso il tempo, bollire i fagioli in abbondante acqua leggermente salata (almeno il doppio della quantità di fagioli) per circa 2 ore. Quindi, scolarli bene.

DSC01234

In una grande ciotola mettere i fagioli e aggiungervi la farina di soia, il sale, il pepe, il timo. Mescolare bene e infine aggiungere l’olio per amalgamare bene il tutto. Dall’impasto così ottenuto ricavare delle polpette di circa 2 cm di diametro e passarle nel pangrattato di mais.

DSC01237

Disporle su una teglia ricoperta di carta da forno.

DSC01239

Cuocerle in forno con modalità ventilato a 180° per circa 15 minuti.

DSC01242

Servire ancora tiepide accompagnate da una salsina fresca, magari piccante. Io le ho mangiate con del ketchup piccante. Vanno benissimo come finger food da aperitivo o anche come contorno da secondo piatto.

DSC01245

Con questa ricetta partecipo ai contest:

IMG_4004 (Copia) origNUOVA

il contest “Ricette dolci e salate in Finger Food”

organizzato dai blog

Zibaldone Culinario

e

Cinzia ai fornelli

finger .001

 

1

POLPETTE DI MELANZANE CUORIose al forno

Ieri avevo voglia di melanzane e così ho deciso di rivisitare la mia ricetta delle polpette di melanzane, che trovate qui , cambiandone un po’ gli ingredienti e la forma, così ho preparato qualcosa di sfizioso per la cena di San Valentino per i miei genitori. Naturalmente per “alleggerirle”, ho evitato la frittura, ma vi assicuro che così sono buonissime lo stesso, perfino da riscaldate il giorno dopo!!

Ingredienti (per circa 30 polpette):

– 1 kg di melanzane (sono circa due grandi)

– 1 uovo

– 120 gr pan grattato + il pan grattato per impanarle

– alcune foglioline di basilico fresco

– 40 gr grana gratuggiato

– 60 gr mandorle tritate

– origano

– sale

– pepe

– un pizzico di peperoncino in polvere

 

Preparazione:

Mettere a bollire in un grosso tegame dell’acqua e aggiungere, quindi, le melanzane tagliate a cubetti e 5 cucchiai di sale grosso. Lasciarle cuocere per circa 20 minuti, finchè non vedrete che la polpa ha perso il suo colore chiaro ed è diventata bella morbida. Scolare le melanzane, schiacciarle bene per far uscire tutta l’acqua e lasciarle raffreddare per circa 10 minuti. In un’ampia ciotola mettere le melanzane, l’uovo sbattuto, il grana, le mandorle, 120 gr di pan grattato, il basilico spezzettato a mano, l’origano, il peperoncino, il sale e il pepe. Mescolare bene il tutto finchè gli ingredienti non si sono ben mischiati tra loro. Prendere, quindi, una manciata di impasto e passarlo nel pan grattato, formando una pallina omogenea. Formare, dunque, dalla pallina un cuore e ripetere l’operazione con tutto l’impasto. Disporre le polpette in una grande teglia, ricoperta di carta da forno.

Cuocere le polpette nel forno precedentemente riscaldato, a 220° per circa 15-20 minuti, ricordandosi di girarle a metà cottura. Servire ancora calde. In ogni caso, sono molto buone anche riscaldate il giorno dopo.

Io le ho mangiate accompagnate da del ketchup piccante ed erano fantastiche 🙂

Con questa ricetta partecipo al contest:

La cucina del cuore