Crea sito

DULCIS IN FUNDO Archive

0

CROSTOLI/FRAPPE DI SFOGLIA RIPIENI COTTI AL FORNO

ed eccoci pronti con un’altra ricetta carnevalesca un po’ light, per non rinunciare al gusto….per il ripieno non vi resta che scegliere il vostro preferito…io li ho fatti anche nella variante con il papavero, che è tipica dell’Alto Adige…a voi 😉

 

Ingredienti (per circa 40 crostoli farciti):

– 600 gr di pasta sfoglia confezionata

– marmellata di albicocche

– crema di nocciole

– 100 gr semi di papavero

– 150 gr zucchero

– una bustina di zucchero vanillinato

– 1/4 fialetta di aroma alla vaniglia per dolci

– 1/4 di fialetta di aroma al limone per dolci

– 200 ml di acqua

– 1 cucchiaino di miele

– zucchero a velo

 

Preparazione:

Con l’aiuto di un mattarello infarinato stendere la sfoglia per renderla ancora più sottile e ricavare dei rettangoli e dei quadrati di varia misura e disporli su una teglia coperta di carta da forno.

Preparare, dunque, il ripieno al papavero, che è tipico di questa zona, l’Alto Adige. Far bollire in un pentolino l’acqua con lo zucchero normale e vanillinato, aggiungere il papavero, il miele, gli aromi, continuare a mescolare per un paio di minuti. Togliere dal fornello e lasciare raffreddare, in modo che si solidifichi un p0′.

Mettere al centro della metà delle forme ottenute un cucchiaino di ripieno (albicocca, nocciole, papavero) e sovrapporci quindi un’altra formina. Chiudere il crostolo a forma di raviolo o di cuscinetto (come più vi piace). L’importante è chiuderli bene, sennò esce parecchio il ripieno.

Accendere il forno a 200° e cuocere i crostoli per circa 10-12 minuti.

Una volta cotti cospargerli di zucchero a velo e gustarli 😉

1

KRAPFEN o BOMBOLONI AL FARRO COTTI AL FORNO

Questa ricetta l’avevo provata ancora quando, ahimè, non avevo ancora scoperto la mia super intolleranza al farro 🙁

Anche se i dolci di Carnevale sono tutti belli “carichi” di calorie e prevedono la frittura, ho cercato di snellire questi Krapfen (come vengono chiamati qui in Alto Adige), provando la cottura in forno.

Ingredienti (per circa 17 Krapfen):

– 500 gr di farina di farro

– 1 uovo

– 100 gr di burro

– 200 ml di latte

– 25 gr di lievito di birra

– 60 gr di zucchero semolato

– una bustina di zucchero vanillinato

– qualche goccia di aroma alla vaniglia per dolci

– un pizzico di sale

– zucchero a velo

– marmellata di albicocche, crema di nocciole, crema pasticcera e chi più ne ha, più ne metta 😉

 

Preparazione:

Io ho fatto così: la sera prima ho messo in una grande ciotola la farina, l’uovo, gli zuccheri, il lievito di birra sbriciolato a mano, il pizzico di sale, l’aroma alla vaniglia, il burro ammorbito e a pezzetti e infine il latte leggermente riscaldato. All’inizio l’ho mescolato con un cucchiaio e poi l’ho impastato per bene a mano. L’ho lasciato lievitare in frigo tutta la notte ben coperto con della pellicola. La mattina l’ho tirato fuori dal frigo e l’ho lasciato lievitare al caldo nel forno spento per circa 6-7 ore.

Dopo di che, ho preso l’impasto un po’ alla volta e l’ho steso con il mattarello su un piano ben infarinato. Ho ricavato con uno stampino dei dischi di circa 5 cm di diametro che ho disposto su una teglia ricoperta di teglia da forno. Ho spennelato la metà dei dischi con del latte e li ho, quindi farciti con un cucchiaino di marmellata o di crema.

DSC09420

DSC09424

Ho chiuso i Krapfen con le altre metà, schiacciando bene i contorni. Ho lasciato lievitare a forno spento per altre 7-8 ore. Attenzione: disponeteli molto lontani (più di quanto abbia fatto io ;)) tra di loro perchè con molta sorpresa, lieviteranno un sacco 😉

DSC09425

Infine, li ho infornati e cotti a 200° per circa 15 minuti, finchè non imbruniscono leggermente.

DSC09426

DSC09429

Il tocco di zucchero a velo è fondamentale perchè la ricetta non prevede una grande quantità di zucchero, altrimenti saranno ancora più dietetici 😉

DSC09434

 

 

0

TORTA AL GRANO SARACENO SENZA GLUTINE E VEGAN

Questa ricetta è una rivisitazione di una delle mie torte preferite: la torta di grano saraceno. E’ una ricetta tipica qui dell’Alto Adige, ma è ricca di uova e di burro nella versione originale (qui potete trovare la ricetta), per questo ho deciso di alleggerirla ulteriormente. Il risultato è stato chiaramente una torta più bassa e compatta, ma davvero molto molto gustosa…non vedo l’ora di farla un’altra volta 😉

INGREDIENTI (per una teglia quadrata di 24cm di diametro):

-200 ml di panna vegetale da montare

-100 gr cioccolato fondente al 70%

-110 gr di noci

-100 gr di farina di grano saraceno

-una bustina di lievito per dolci

-una bustina di zucchero vanillinato

-50 gr zucchero di canna

-la scorza di un limone

-300 gr marmellata di lamponi

 

PREPARAZIONE:

In un’ampia ciotola mescolare bene la farina di grano saraceno, il lievito, le noci tritate grossolanamente, lo zucchero di canna e vanillinato, la scorza di limone grattuggiata al momento e, infine, il cioccolato fondente anch’esso tritato.

A parte montare la panna vegetale in modo fermo e aggiungervi poi tutti gli altri ingredienti mescolati precedentemente assieme. Continuare a mescolare dal basso verso l’alto in modo tale che la panna non smonti.

Preparare la teglia leggermente unta e poi infarinata e farci cadere dentro l’impasto così ottenuto.

User comments

Cuocere in forno con la modalità ventilato a 160° per almeno mezzoretta.

User comments

Una volta cotta, lasciarla raffreddare e spalmarci poi sopra la marmellata di lamponi.

User comments

Volendo potete servirla accompagnata da alcuni riccioli di panna vegan montata 😉

User comments

 

0

SCARPACCIA VIAREGGINA SENZA GLUTINE E VEGAN

Ho visto questa ricetta su Giallo Zafferano e siccome è un periodo che sto provando alcune ricette con le zucchine e i fiori di zucca, non ho esitato a provarla e a renderla vegan e senza glutine 😉 L’originale non l’ho mai provata, ma devo dire che questa abbinata dolce con le zucchine non è affatto male…

INGREDIENTI (per una teglia quadrata di 24 cm di diametro):

-100 gr di zucchine piccole con il loro fiore

-200 ml di panna vegetale da montare

-70 ml di latte di mandorla

-75 gr farina di riso integrale

-70 gr zucchero di canna integrale

-una bustina di zucchero vanillinato

-mezza bustina di lievito in polvere per dolci

 

PREPARAZIONE:

per prima cosa lavare bene e tagliare le zucchine a fettine sottili. Eliminare i semi dai fiori di zucca, lavarli bene e spezzettarli a mano. Lasciare il tutto da parte.

Intanto, in un’ampia ciotola, montare leggermente la panna vegetale, aggiungervi, quindi, lo zucchero di canna e quello vanillinato, la farina setacciata e il lievito. Mescolare bene, inglobando aria, in modo tale da non smontare la panna. Aggiungere, quindi, il latte di mandorla e continuare a mescolare. Per ultimi aggiungere le zucchine e i fiori di zucca. Mescolare bene il tutto, per rendere l’impasto ben amalgamato.

Imburrare e infarinare la teglia e versarci dentro l’impasto ottenuto. Cuocere in forno con modalità ventilato a 180° per 5 minuti e poi a 160° per 40 minuti.

User comments

User comments

Gustare ancora tiepida 😉 Se la tenete dentro una ciotola ermetica, si conserverà tranquillamente anche per 4 giorni.

User comments

0

CIOCCOLATA ZENZERO E LIMONE

L’idea di questa cioccolata è nata dopo il mio ultimo viaggio a Milano, dove alla Coop ho comprato una buonissima tavoletta di cioccolato fondente aromatizzata al limone e zenzero. Siccome, poi, qui da me non l’ho più trovata, ho deciso di produrmela da me. Ho finalmente utilizzato lo stampo da tavoletta di cioccolato, che ho veramente usato pochissimo negli anni. Devo dire che il gusto è veramente ottimo e l’abbinamento zenzero-limone è azzeccatissimo.

Ingredienti (per 3 tavolette):

-400 gr di cioccolato fondente con almeno il 70% di cacao

-la scorza di un limone

-mezza fialetta di aroma al limone per dolci

-un pezzetto di zenzero fresco oppure un cucchiaino di zenzero in polvere

 

Preparazione:

sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria o a fuoco molto lento. Con l’aiuto di un termometro da cucina, temperarne poi 2/3 su un piatto liscio o su una superficie da lavoro di marmo, finchè non raggiunge una temperatura di 26-28°. Aggiungere, quindi, il cioccolato temperato al terzo lasciato nel pentolino. Mescolare bene, finchè il cioccolato non raggiunge una temperatura di 30-32° circa.

A questo punto grattugiarci sopra la scorza di limone e lo zenzero fresco se lo avete. Aggiungervi poi le gocce di aroma al limone per dolci. Mescolare bene bene il tutto. Io vi consiglio di assaggiare sempre un pochino la cioccolata per sentire se c’è armonia tra gli ingredienti.

User comments

Versare il tutto nello stampo da tavoletta di cioccolato e lasciar solidificare in frigorifero almeno una notte e poi sarà pronta per essere sgranocchiata

User comments

 

User comments

User comments

0

FANTASIA DI OVETTI RIPIENI

Ecco un’idea semplice e carina per il pranzo o la merenda dei giorni pasquali, ma perchè no, anche per una semplice merenda dei bambini. Per realizzarla ho cercato come una disperata ovetti medi al cioccolato fondente, ma non avendone trovati, ho agito alternativamente 😉

Ingredienti (per circa 24 uova):

– 250 ml di panna da montare

– 250 gr di ricotta

– 12 ovetti medi (bè io ho usato i famosissimi K…r, se voi ne trovate anche di fondenti, ben venga)

– 6 amaretti

– 50 gr di mandorle

– 7-8 fragole

– 20 gr di gocce di cioccolato fondente

– 40 gr di farina di cocco

– due cucchiai di sciroppo alla menta

– 20-30 foglie di menta fresca

– 80 gr di zucchero

– 50 gr di cioccolato fondente (se non trovate uova già di per se fondenti ;))

 

Preparazione:

Per prima cosa montate la panna a neve con l’aiuto anche di Pannafix se lo avete e lasciate riposare in frigo. Nel frattempo, sciogliete i 50 gr di cioccolato fondente a bagnomaria o a fuoco lento e poi spennellatelo sulla superficie interna di metà ovetti (questo chiaramente se non avete trovato ovetti fondenti). Lasciateli, quindi, riposare in frigo. Proseguite poi con la preparazione delle 4 farciture.

Ovetti alla menta:

Tritare alcune foglie di menta fresca con un cucchiaio di zucchero. A parte mescolare 2 cucchiai di panna montata con due cucchiai di ricotta, aggiungete lo sciroppo di menta, la menta tritata con lo zucchero, un cucchiaio di zucchero, alcune gocce di cioccolato fondente. Mescolare il tutto per bene e farcire gli ovetti con un cucchiaio o con la sac a poche. Decorare con fogliette di menta fresca e lasciar riposare in frigo.DSC09630

Ovetti agli amaretti:

Unire due cucchiai di ricotta con due di panna montata. Sbriciolarvici dentro gli amaretti e metà delle mandorle tritate grossolanamentecon il mixer con due cucchiai di zucchero. Mescolare il tutto e farcire gli ovetti. Decorare con degli amaretti sbriciolati. Lasciar riposare in frigo.

DSC09641

Ovetti alle fragole:

Tagliare a dadini le fragole ben lavate e unirle a due cucchiai di panna montata e due di ricotta. Aggiungere, quindi, due cucchiai di zucchero e una manciata di gocce di cioccolato fondente. Farcire gli ovetti, decorarli con fogliette di menta fresca e metterli in frigo.

DSC09632

Ovetti al cocco e mandorle:

Mescolare assieme due cucchiai di ricotta, due di panna montata e due di zucchero, le altre mandorle tritate rimaste e la farina di cocco. Farcire gli ovetti e decorarli con una mandorla intera o anche con scagliette di cocco secco. Lasciar raffreddare in frigo.

 DSC09635

DSC09645

0

ZEPPOLE DI SAN GIUSEPPE AL FORNO E SENZA GLUTINE

Avevo proprio voglia di fare un dolcetto per la festa del papà e in modo particolare mi stavo chiedendo se qualcuno avesse mai provato a fare le zeppole di San Giuseppe non solo cotte al forno, come avevo già fatto in passato, ma per di più senza glutine. Girovagando su Faebook ecco che ho trovato una risposta ai miei quesiti. Ho trovato questa ricetta di Angela Fujiko De Marco e così non ho esitato a trarne spunto e a sperimentarla subito 😉 Ho raddoppiato le dosi e ho variato alcune cose, anche per il poco tempo a disposizione…

Ingredienti (per circa 12 zeppole):

– 120 gr di farina di riso

– 60 gr di fecola di patate

– 200 ml di acqua

– 50 gr di burro

– 3 tuorli

– 2 uova intere

– una bustina di zucchero vanillinato

– una bustina di lievito per dolci

– un pizzico di sale

– una busta di preparato per crema pasticcera

– 300 ml di latte per la crema

– marmellata di cigliegie (voi potete usare in alternativa le amarene sciroppate)

– zucchero a velo per decorare

 

Preparazione:

In un pentolino mettere a bollire l’acqua con dentro il burro tagliato a pezzetti e il pizzico di sale. Spegnere il fornello appena bolle e aggiungervi la fecola di patate unita alla farina di riso, tutta in un colpo solo. Mescolare il composto velocemente con l’aiuto di un cucchiaio di legno, finchè non si rapprende omogeneamente. A questo punto, trasferire il tutto in una ciotola più grande e aggiungere i due tuorli, uno alla volta, e poi le tre uova, sempre una alla volta. Prima di aggiungere quella successiva, la precedente dev’essere perfettamente amalgamata al composto con l’aiuto delle fruste elettriche. Infine, aggiungere il lievito e lo zucchero vanillinato. Mescolare e versare l’impasto in una sac au poche.

Su una teglia rivestita con carta da forno formare con la sac au poche le zeppole, nella forma ovale o tonda, come preferite. Infornare a 220° in modalità ventilato per circa 10 minuti e poi continuare a 180° per almeno un quarto d’ora. L’importante è che siano leggermente imbrunite, ma cotte dentro.

Nel frattempo preparare la crema pasticcera ex novo o aiutandovi con un preparato. Io ho frullato il preparato con il latte, finchè la crema non fosse sufficientemente densa. Lasciar riposare in frigo.

Intanto, quando le zeppole saranno cotte, lasciarle raffreddare su una grata.

20140318_232716

Tagliarle poi a metà, come se fossero un panino da farcire. Guarnirne la metà con la crema pasticcera all’interno e poi chiuderle con l’altra metà. 20140319_000304

Farcire anche un po’ il buco centrale con la crema pasticcera e aggiungervi sulla cima uno-due cucchiaini di marmellata di ciliegia.

20140319_000515

Decorare con una spruzzatina di zucchero a velo e servire 😉

20140319_000632

Io ne ho fatte alcune per la colazione di papà e le altre le ho portate al lavoro ai miei 3 colleghi, che sono tutti papà. Siccome uno in particolare si diverte un mondo a fare scherzi, sta volta ha organizzato la valutazione delle zeppole ed ecco a voi il risultato:

20140319_180426

Con questa ricetta partecipo ai contest:

IMG_4004 (Copia) origNUOVA

finger .001

1

ZEPPOLE DI SAN GIUSEPPE AL FORNO

Non servono cose magiche e straordinarie per far capire alle persone che gli vogliamo bene…a volte basta un piccolo gesto, come preparare con le proprie mani un dolcetto per il proprio papà….

Ingredienti (per circa 12 zeppole):

– 200 ml di acqua

– 100 gr di burro

– 130 gr farina

– 1 pizzico di sale

– 4 uova medie

– 1 cucchiaino di zucchero

– 1 bustina di preparato per crema pasticcera

– marmellata di ciliegie

– zucchero a velo

 

Preparazione:

In un pentolino capiente mettere l’acqua con il burro a pezzettini, lo zucchero e il pizzico di sale. Quando inizia a bollire, togliere il tutto dal fuoco e aggiungere la farina setacciata, mescolare bene e velocemente, così da non formare grumi. Rimettere il pentolino a fuoco basso e mescolare con un mestolo di legno. In poco tempo l’impasto diventerà morbido e si staccherà dalle pareti, andando a formare una palla. Continuare a mescolare finchè non si forma una patina bianca sul fondo del pentolino. Spegnere il fornello e lasciar raffreddare l’impasto.

Aggiungere, quindi, le uova, una alla volta, e mescolare sempre con il mestolo di legno. Aggiungere l’uovo successivo, solo quando quello precedente è stato completamente assorbito. Continuare a mescolare finchè l’impasto non colerà a nastro dal mestolo.

Prendere, dunque, un po’ di impasto e iniziare a disporlo a forma di zeppole, ovvero cerchi molto grandi, su una teglia coperta di carta da forno. Volendo ci si può aiutare con una sacca a poche, lasciando i cerchi ben distanziati tra loro.

Preriscaldare il forno a 200° in modalità mista “ventilato e statico” e cuocere le zeppole per circa 25-30 minuti. Nel frattempo preparare la crema pasticcera e lasciarla riposare in frigo fino al momento della farcitura.

Una volta cotte le zeppole (quando saranno ben gonfie e dorate), lasciarle raffreddare e tagliarle a metà in senso orizzontale. Farcire, quindi, la metà sottostante con uno strato di crema pasticcera e poi con la mrmellata di ciliegie (l’ideale sarebbe di amarene) o con crema di nocciole. Chiudere la zeppola e decorarla con un ricciolo di crema pasticcera e marmellata nel buco centrale. Cospargere di zucchero a velo e servire 🙂

purtroppo io avevo finito sia la crema pasticcera, che la marmellata, quindi il risultato finale è stato questo…

 

1

MUFFIN MIMOSA SENZA GLUTINE

Per la serata della festa delle donne non poteva mancare un altro esperimento culinario e per di più gluten free. Non contenta di sperimentarli per la prima volta, ho trovato un preparato polveroso che con l’aggiunta di acqua va a sostituire le uova, siccome non posso mangiare gli albumi perchè sono loro intollerante. Sulla confezione c’è scritto proprio “Eier-ersatz”, che significa proprio sostituto delle uova. La consistenza che lascia al dolce però è abbastanza gommosa. Vediamo nelle prossime ricette che effeto farà 😉 Intanto vi lascio la ricetta dei muffin mimosici, che è nata prendendo spunto da quella presente su giallo zafferano fatta con farina di frumento 😉

Ingredienti (per 10 muffin):

– 50 gr di farina di riso

– 50 gr di amido di mais

– 50 gr di fecola di patate

– 120 gr di zucchero

– una bustina di zucchero vanillinato

– 5 uova (io ho usato 50 gr di sostituto per uova unito a 200 ml di acqua)

– aroma alla vaniglia

Per la crema diplomatica:

– 250 ml di latte

– 25 gr di farina di riso

– 3 tuorli

– 80 gr di zucchero

– aroma al limone

– 250 ml di panna liquida da montare

– una bustina di Pannafix della Cammeo

 

Preparazione:

Per prima cosa bisogna preprare l’impasto dei muffin,  sbattendo in un’ampia ciotola i tuorli con metà dello zucchero semolato unito a quello vanillinato (io ho sbattutto il sostituto dell’uovo con l’acqua e poi ho aggiunto tutto lo zucchero), finchè non si ottiene un composto spumoso. A parte montare gli albumi a neve aggiungendovi il restante zucchero. Unire, quindi, gli albumi ai tuorli e mescoalre sempre dall’alto verso il basso. Aggiungervi poi la farina di riso, l’amido di mais e la fecola di patate setacciate assieme. Mescolare bene facendo attenzione che non si smonti il tutto. Aggiungervi qualche goccia di aroma alla vaniglia.Versare il composto in 12 stampini per muffin e cuocere in forno in modalità ventilato a 180° per circa 20-25 minuti.

DSC01216

DSC01221

Una volta cotti, lasciarli raffreddare sulla spianatoia. Dopo di che, privare della mollica l’interno di 10 muffin e tagliarla in tanti dadini di circa 1 cm di lato. La stessa cosa va fatta con due muffin interi, che verranno così “sacrificati” per la guarnizione.

DSC01222

DSC01223

Durante la cottura si può invece preparare la crema diplomatica, che altro non è che la crema pasticcera unita alla panna montata, insomma, un vero toccasana. Per prima cosa, in un’ampia ciotola montare i tuorli con lo zucchero con l’aiuto delle fruste e aggiungervi un po alla volta tutto il latte. Continuare a sbattere con le fruste, finchè la crema non inizierà ad amalgamarsi sempre di più, anche con l’aggiunta della farina di riso. Aromatizzare se volete con alcune gocce di aroma al limone. Io non ho utilizzato i classici passaggi per fare la crema pasticcera, ma ho visto che il risultato non è stato poi così male 😉 Lasciar riposare la crema in frigo.

Nel frattempo montare la panna con l’aiuto di una bustina di Pannafix e unirla piano piano alla crema pasticcera, mescolando sempre dal basso verso l’alto, ottenendo così la crema diplomatica.

DSC01224

Con l’aiuto di una sac au poche o di un cucchiaino farcire con la crema l’interno e la superficie superiore dei 10 muffin scavati e poi decorarli con i cubetti di impasto ricavati in precedenza, creando così l’effetto mimosa. Lasciar rapprendere il tutto in frigo fino al momento di servire 😉

DSC01225

DSC01227

DSC01229

 

0

FIORENTINI QUADRATI SENZA GLUTINE

Mentre tutti sono indaffarati a produrre e pubblicare ricette carnevalesche, io propongo questi dolcetti alle mandorle e cioccolato, che ho trovato su una rivista di biscotti di Natale^^ La ricetta orginale sarebbero i fiorentini classici rotondi. Ma oggi ve li propongo quadrati e senza glutine, una vera goduria 🙂

Ingredienti (per circa 35 quadretti):

-180 gr farina mix per dolci senza glutine

-60 gr zucchero a velo

-100 gr burro

-20 gr mandorle macinate

-un pizzico di sale

-1 tuorlo

-200 ml panna

-200 gr zucchero

-75 ml miele di acacia

-150 gr scaglie di mandorle

-75 gr scorza di arancia candita

-200 gr cioccolato fondente

 

Preparazione:

In un’ampia ciotola lavorare il burro con le fruste, finchè non è bello ammorbidito. Aggiungervi un po’ alla volta la farina setacciata con lo zucchero a velo, le mandorle macinate, un pizzico di sale e il tuorlo. Lavorare bene il tutto, finchp non si crea una palla ben omogenea. Lasciar riposare in frigo per un’oretta.

Stendere l’impasto tra due fogli di carta da forno con un mattarello. Bucherellare l’impasto e infornare a 160° con forno ventilato per circa 15 minuti.

20141209_225123

 

 

Nel frattempo, far bollire la panna con la scorza di arancia tritata finemente.

20141209_232038

In un altro pentolino far bollire i 200 gr di zucchero con il miele e 60 ml di acqua, fino ad ottenere un composto denso. Continuare la cottura finchè non diventa dorato.

20141209_232206

Aggiungervi poi la panna unita alla scorza e distribuire il tutto sullo strato di biscotto cotto in forno.

20141209_232230

20141209_233329

Reinfornare il tutto a circa 200° sempre in modalità ventilato, per una decina di minuti.

20141209_235251

Lascir raffreddare il tutto e tagliarlo, quindi, in tanti quadrotti.

20141210_183058

 

Potete poi intingere metà fiorentini nel cioccolato fondente fuso. Una volta seccato, saranno pronti per essere gustati tutti 🙂

20141219_232452