LE ARANCINE SICILIANE, con la E

Mia nonna quando era giovane lavorava in un bar e per lei fare le arancine era una cosa normalissima. Negli anni in casa almeno due volte l’anno si cucinano le arancine per mangiarle tutto il giorno come per la famosa ricorrenza di Santa Lucia molto sentita a Palermo. Non sto qui a spiegarvi perchè molti la chiamano Arancina o Arancino, ma state sicuri che è ARANCINA perchè ho ragione io e basta. AHAHA. No, lo ha detto anche la CRUSCA quindi fidatevi. Passiamo alla ricette de: ” LE ARANCINE SICILIANE”.

le arancine siciliane

LE ARANCINE SICILIANE

Ingredienti per 25 arancine:

  • 1 kg di riso (roma o semifino)
  • 2 litri e ½ di acqua
  • 2 dadi vegetali
  • Sale e pepe q.b.
  • 50 g di burro
  • 2 bustine di zafferano
  • 100 g di formaggio grattugiato (caciocavallo o grana)

Mettere a bollire l’acqua aggiungendo i dadi, sale, pepe, burro e zafferano. Quando avrà raggiunto il bollore versate il riso. Portate a cottura mescolando pochissime volte e quando il riso avrà assorbito tutta l’acqua sarà pronto. Spegnete e versate il formaggio grattugiato e mescolate abbondantemente. Spianate il riso su di un piano per farlo raffreddare. Vi consiglio un vassoio molto grande in mancanza di una spianatoia in casa.

Ingredienti per il ragù:

  • Trito di 1 carota, 1 costa di sedano ed 1 cipolla
  • 400 g di macinato di carne (se volete anche misto)
  • 100 g di piselli surgelati
  • 1 lattina di concentrato di pomodoro da 80-100g
  • Sale e pepe q.b.
  • ½ bicchiere di vino bianco

Tritate la carota, il sedano e la cipolla e soffriggete tutto con olio in una padella grande. Aggiungete il tritato abbastanza sgranato, dopo qualche minuto sfumate con il vino bianco. Una volta sfumato aggiungete i piselli ed il concentrato di pomodoro. Usate la lattina del concentrato come misurino per versate immediatamente due volte la stessa capienza di acqua per far cuocere il tritato. Condire con sale e pepe. Abbassare la fiamma e fare cuocere 1 ora. Deve risultare molto denso e non liquido ai fini di un buon assemblaggio dell’arancia.

Ingredienti per la versione delle arancine al burro:

  • 150 g di prosciutto cotto
  • 200 g di mozzarella
  • 200 g di besciamella molto densa (in alternativa noi abbiamo usato le sottilette)

Fate a pezzetti il prosciutto e la mozzarella a cubetti ed unire il tutto alla besciamella. Oppure al posto della besciamella potrete utilizzare mezza sottiletta per ogni arancina che in cottura si scioglierà.

COMPOSIZIONE DELLE ARANCINE:

  • Pangrattato
  • Farina
  • Acqua
  • Sale

Una volta che il riso si sarà tutto raffreddato prendete delle porzioni con le mani di circa 150 g. Bagnate le mani prima di fare questo procedimento. Allargate il riso sul palmo creando una conca. Aggiungete un cucchiaio abbondante di ragù con un cubetto di mozzarella e chiudere con la mano stessa aggiungendo eventualmente un poco di riso per chiudere meglio. Compattate con la mano e create una forma tonda. Mettete da parte. Per la versione al burro (mozzarella e prosciutto) stesso procedimento ma utilizzando l’altro condimento. A Palermo quelle “al burro” si distinguono dalla forma a punta.

Preparate un contenitore capiente con il pangrattato. In una ciotola sciogliere farina, acqua e sale per creare una pastella non troppo liquida quindi ad occhio, aggiustate ed aggiungete farina ed acqua.

Prendere un’arancina, passarla nel pangrattato. Successivamente nella pastella. Dinuovo nel pangrattato. Vi consiglio di passare prima tutte le arancine nel pangrattato, poi tutte nella pastella e poi dinuovo tutte nel pangrattato.

Una volta pronte, prendete un tegame molto alto e capiente. Versate dell’olio di frittura di girasole per un’altezza tale da poter immergere per intero le arancine. Portare l’olio a 170° o fate la prova dello stecchino di legno. Immergendo lo stecchino, se fa le bollicine vuol dire che l’olio sarà a temperatura. Friggete finchè saranno abbastanza dorate, fate scolare su carta assorbente e MANGIATELE SUBITO.

BUON APPETITO DA BASTICOOK

basticook libro





Precedente COPPA DEL NONNO, fatta in casa Successivo ROTOLO AL PISTACCHIO E CIOCCOLATO BIANCO

Lascia un commento