10 DOLCI FRANCESI DA NON PERDERE E DOVE TROVARLI

La pasticceria francese è in assoluto la mia preferita, nonché una delle migliori al mondo. Quando ho deciso di trascorrere il Natale a Parigi, tornandoci per la quarta volta, ho pensato: “questa volta dovrò provarli tutti!”. Ho trovato online diversi articoli che catalogano più o meno 30 dolci di origine francese assolutamente da provare. Io ho avuto a disposizione una settimana per affrontare quest’avventura culinaria  sull’onda della glicemia alta, così ho scelto “10 dolci francesi da non perdere e dove trovarli”, una lista di pasticcini tipici francesi, ricchi di sapore e di storia. Soprattutto vi dirò dove gustarli: tanti luoghi sparsi per la città magica, la città dell’amore. Un itinerario gastronomico che vi permetterà di assaporarli sulla scalinata verso Le Sacre Couer, seduti davanti la chiesa di Saint Sulpice, passeggiando per le Jardin du Luxembourg o tra un acquisto e l’altro dentro le Galeries LaFayette.

 10 DOLCI FRANCESI DA NON PERDERE E DOVE TROVARLI

dolci francesi

(ebbene si, la seguente è una classifica sulla base del mio gusto personale)

10 – CLAFOUTIS

Il Clafoutis è un dolce da forno con una base simile all’impasto delle crepes con ciliegie nere annegate. Ha l’aspetto di una crostata ma con una consistenza umida, un sapore dolce ed intenso. In casi eccezionali viene servita in un guscio di pasta frolla per creare delle versioni “empoter” (da portare  via).

Clafoutis

dove:
Gérard Mulot
76, rue de Seine 75006 Paris

 

9 – PARIS BREST

Dessert parigino nato per celebrare la Paris-Brest-Paris, gara ciclistica. Un tortino di pasta choux a forma di ruota, ripieno di crema al burro alla nocciola pralinata e spolverata con mandorle e nocciole. Divenne famosa tra i ciclisti della Paris-Brest-Paris anche per il suo alto apporto energetico. Successivamente si diffuse tra le pasticcerie di tutta la Francia.

Paris Brest

dove:
Sébastien Guadare
22, rue des Martyrs 75009 Paris.

 

8 – MONT BLANC

Inizialmente era una semplice purea di castagne con ciuffi di panna bianca e una spolverata di cacao in polvere. Oggi viene presentata in una coppetta con una base friabile di meringa francese, crema chantilly e una montagnetta intessuta di crema di marroni passati al setaccio, cotti in una dolce miscela di latte, zucchero e vaniglia. Infine una spolverata di zucchero a velo per ricordare l’aspetto tipico di una montagna innevata.

Mont-Blanc

dove:
Angelina
40 boulevard Haussmann
1er étage du bâtiment Mode Femme, 75009 Paris

 

7 – KOUIGN AMANN

Dolce di origine Bretone il cui nome significa «dolce di burro» (kouign, «dolce», «brioche»; amann, «burro»).  Composto da una base di pate feuilletée (pasta sfoglia), spalmanta con burro e zucchero. Il risultato è una brioche croccante e molto appiccicosa profumata di burro caramellato. Viene preparata sia nella sua versione classica che ripiena di tanti altri ingredienti, dall’uva passa, al caramello salato, alla ganache al cioccolato.

Kouign-amann

dove:
MAISON GEORGES LARNICOL
14 rue de Rivoli

 

6 – CROISSANT AU BUERRE

Da non confondere con il croissant italiano a base di uova. La forma è la stessa (più o meno) ma il sapore è diverso. Realizzato con pasta sfoglia o pasta lievitata, generalmente privo di farcitura. Molto presente nelle Boulangerie la versione alla mandorle tostate. Molto morbido, ricco di sapore con un profumo intenso di burro. Da non perdere abbinato ad un ottimo cappuccino.

Croissant

dove:
Boris lumè
48 rue Caulaincourt – 75018 Paris
5 – CRÊPE

Famose sia quelle salate (chiamate Galette e prodotte con farina di grano saraceno) che quelle dolci. Una cialda morbida, sottile e dalla forma circolare tipicamente ripiena. Una delle sue versioni dolci più famose è la crepe suzette imbevuta nella beurre Suzette: una caratteristica salsa a base di zucchero caramellato, succo di mandarino o d’arancia, scorza d’arancia e Grand Marnier, triple sec o Curaçao all’arancia.

Crepes

dove:
Breizh Café
109 Rue Vieille Du Temple, Paris
4 – TARTE AU CITRON

Gioiellino della pasticceria francese. Un guscio di pâte sucrée (pasta frolla) ripieno di crema a base di succo e bucce di limone, spesso arricchito con un sottile strato di composto alle mandorle e qualche foglia di basilico. Esiste anche la versione “meringuee” con ciuffi di meringa italiana abbrustolita in forno per qualche minuto a 220° .

tarte au citron

dove:
Boris lumè
48 rue Caulaincourt – 75018 Paris

 

3 – GATEAU OPERA’

La Torta Operà è composta da strati di pan di spagna alle mandorle inzuppati nel caffè e Grand Marnier, farciti con crema al burro al caffè e ganache. Il tutto coperto da una glassa di cioccolato.

gateau operà

dove:
Dalloyau Lafayette
35, boulevard Haussmann, 75009 Paris

 

2 – ÉCLAIR

Gli éclair sono dolcetti di pasta choux della lunghezza media di 15 cm ripieni di crema pasticciera aromatizzata e una glassa esterna. I gusti e le combinazioni presentati dalle pasticcerie francesi sono infiniti. Io vi consiglio Lamponi e frutto della passione.

eclair

dove:
L’Eclaire de Genie
35, boulevard Haussmann, 75009 Paris

 

1 – ISPAHAN

Per questo dolce non mi resta che citare le stesse parole del suo creatore, nonché definito pasticciere dei sogni Pierre Hermé:

“Macaron rosa, crema di petali di rosa, lamponi interi, litchis.
Molto più che una torta, questa creazione è felicità pura. Estasi al primo morso. Sotto il guscio di un macaron colorato, tenero e croccante insieme, i sapori si fondono a comporre una combinazione irresistibile. La sottile sintonia tra la crema dolce di rosa e la nota floreale del litchi viene accentuata dal brio deciso del lampone fresco. Gusto corposo e sentori acidulati si mescolano, risvegliando una miriade di sensazioni al palato. I sapori dell’Ispahan si fondono in perfetta armonia.”

ispahan
dove:
Pierre Hermé
72 rue Bonaparte, Paris

 basticook libro





Precedente CHEESECAKE KINDER BUENO Successivo PANBRIOCHE CIOCCOLATO E ALBICOCCA

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.