Crea sito

Trota al cartoccio cotta in padella

Trota al cartoccio, semplice, veloce fresca e leggera.

Lo sapevate che la trota salmonata non è una razza diversa rispetto alla trota tradizionale? In natura sono molto rare e il colore della loro carne deriva dalla loro alimentazione a base di gamberetti di fiume, in allevamento i loro mangimi… sono a base di estratti di carota e quindi la loro carne prende il caratteristico colore rosa.
Al palato non vi sono differenze ma al portafoglio si, quindi se non avete particolari esigenze estetiche acquistate tranquillamente la classica trota, il sapore sarà lo stesso ;


 

 

 

 

 

 

 

Difficoltà: Medio facile

Tempo di preparazione: 20 min. c.a.

Ingredienti
1 trota di medie dimensioni eviscerata
rosmarino
aglio
olio EVO
sale QB
succo di limone

Procedimento:
Lavare bene la trota in acqua corrente, tritare l’aglio e inserirlo all’interno della trota assieme ad un ramoscello di rosmarino, olio, succo di limone e sale.
avvolgere la trota in un pezzo di carta stagnola arrotolando bene i bordi in modo che non vi siano perdite.
Cuocere in padella antiaderente a fuoco vivo con un filino di olio per circa 5 min. per lato oppure in forno preriscaldato a 180 °C per 10-12 min.
La cottura può variare in funzione della pezzatura delle trote ma come regola generale la cottura è ottimale quando la carta stagnola comincia a gonfiarsi.
Questa preparazione si accompagna molto bene anche con verdure grigliate o patate lessate e poi fatte saltare in padella con un pizzico di olio EVO, timo e per chi vuole un pizzico di aglio tritato, oppure con verdure lessate o al vapore condite con un pizzico di sale e olio EVO a crudo.

Be Sociable, Share!

Tags: , , , ,

I canali di basilicoeprezzemolo

Subscribe to our e-mail newsletter to receive updates.

3 Responses to “Trota al cartoccio cotta in padella”

  1. 11 luglio 2012 at 11:36 #

    Buonissima! Non ho mai fatto la cottura al cartoccio in padella! Grazie del suggerimento!

  2. 11 luglio 2012 at 14:18 #

    Grazie, l’unica accortezza è quella di girala a metà cottura senza rompre l’alluminio, per il resto è velocissima da fare.
    Ciao
    Mario

  3. 2 agosto 2012 at 15:37 #

    mi mangiata la tota ….ma l’aspetto è molto invitante :-)

Leave a Reply

*

Powered by AlterVista