Gli amaretti del Molino d’Era

Una ricetta antica, tramandata da generazioni spiegata da Lucia e Maria, cuoche del ristorante Molino d’Era, gli amaretti (che amari proprio non sono) sono dei dolcetti semplicissimi ma gustosissimi, si preparano in circa 1/2 ora, si accompagnano a the o semplicemente gustati a fine pasto dopo il caffè, ma ecco a voi la ricetta e come al solito la videoricetta degli amaretti del molino d’era.

Difficoltà: media

Ingradienti: 1 Kg. di mandorle spellate e tritate

800 g. di zucchero semolato

12-15 albumi d’uovo montati a neve un pizzico di farina 00.

Preparazione:

Unire lo zucchero alle mandorle tritate e amalgamarli mano a mano con la chiara d’uovo precedentemente montata a neve. L’impasto deve risultare morbido ma non troppo. In una teglia mescolare dello zucchero con un pizzico di farina, aiutandosi con un cucchiaino formare delle palline di impasto che andranno passate nello zucchero farinato e poi messe in una teglia ricoperta di carta forno. Cuocere per circa 15 min. in forno a 150 °C, voilà fatti Per i più golosi si possono mettere delle fettine sottili di mandorle sopra gli amaretti prima della cottura. Come al solito allego la videoricetta questa volta spiegata da Lucia e Maria. Ciao Mario


Be Sociable, Share!
Precedente Peperoni ciliegia ripieni sott'olio Successivo Cunicì (coniglio) alla cacciatora di Fernanda in pentola a pressione