Cotechino in crosta

Eccoci arrivati a Dicembre, mese di fesitività e piatti invernali, il cotechino fa parte delle tradizioni della cucina Italiana, oggi vogliamo proporlo ricettato in un modo un poco diverso ma sempre appetitoso.

 

 

 

 

 

 

Difficoltà: Medio/facile

Tempo di preparazione escluse le pre-cotture: c.a. 35/40 min.

Ingredienti per 4 persone:

1 cotechino di 500 g. già cotto e spellato

500 g. di spinaci

Senape q.b.

1 tuorlo d’uovo

250 g. di pasta sfoglia

sale q.b.

facoltativamente semi di sesamo (consigliati)

Preparazione:

Il cotechino va cotto, quindi se è fresco calcolate 2 ore ogni 1/2 Kg., va inserito ad acqua fredda e calcolate il tempo appena comincia il bollore (ricordatevi di punzecchiare la pelle), se invece è precotto seguite le istruzioni riportate nella confezione.

Lavate e bollite in acqua salata gli spinaci, normalmente il tempo di cottura non supera i 10 min., quindi li scolate.

Sia il cotechino che gli spinaci vanno lasciati raffreddare, il cotechino va spellato a caldo, a freddo strizzate gli spinaci e se volete potete tagliuzzarli al coltello o inserirli in un mixer.

Stendete la pasta sfoglia in modo tale che possa contenere il cotechino e gli spinaci, al centro mettete gli spinaci con uno strato che non superi i 5 mm. di spessore formando un rettangolo.

A questo punto spalmate il cotechino con un piccolo strato di senape e lo appoggiate sopra gli spinaci, ritagliate l’eccedenza di pasta sfoglia e arrotolate avendo cura di sigillare i punti di contatto della pasta con il tuorlo d’uovo con un pennello da cucina.

Chiudete il tutto e bucherellate con uno stuzzicadenti l’esterno in modo tale che non si gonfi, ora passate il tuorlo d’uovo con il pennello l’esterno della pasta e spolverate con i semi di sesamo.

Siccome in cucina non si getta niente seguite la videoricetta per recuperare gli avanzi di pasta sfoglia ed eventuali spinaci.

La cottura viene effettuata in forno a 150/200 °C (possibilmente ventilato ma non è indispensabile se si conosce bene il forno) per c.a. 20 min.

A cottura si lascia riposare per una decina di minuti fuori dal forno e si taglia a rondelle dello spessore di circa 1,5 cm. con un coltello a lama seghettata (quello che usate per il pane va benissimo), servite in un piatto di portata caldo e accompagnate con del puré di patate o con i nostri fagioli alla Bud Spencer e Terece Hill.

Be Sociable, Share!
Precedente Ossibuchi di maiale Successivo Frittata alle erbe