La Ribollita Toscana

Buongiorno a tutti e Auguri a tutte le donne!

Se vieni in Toscana…almeno una volta, la devi assaggiare!
La ribollita è una zuppa gustosissima tanto famosa che vengono organizzate sagre e feste in tutta la regione.
Nasce dalla tradizione contadina, quando il minestrone di verdura già cotto veniva riscaldato nei giorni successivi alla preparazione, con l’aggiunta di pane casalingo raffermo e l’olio extravergine di oliva.
Ne esistono di tantissime versioni, anche le quantità cambiano, di casa in casa, a seconda del gusto, ma se volete sognare mangiatela insieme alla cipolla fresca…e perché no? con un bel piatto di affettati toscani e un bel bicchiere di vino rosso!
Una vera bontà!

Con questa ricetta partecipo al bellissimo Contest di Laura Italia in Cucina – La Raccolta 2012

Nella nostra famiglia la prepariamo così…..
Ingredienti (per 4 persone):
200 gr, di cavolo nero;
200 gr. di fagioli lessi;
1 gambo di sedano;
80 gr. di bietole;
1 carota;
1 patata;
1 cipolla;
1 porro;
passata di pomodoro;
olio extravergine di oliva;
sale;
pepe;
pepolino, meglio conosciuto come timo selvatico;
brodo vegetale.

Procedimento:
Per prima cosa occorre:
– frullare metà dei fagioli già lessati;
– pulire tutte le verdure e tagliarle a pezzi grossolani.
In una capiente padella dai bordi alti soffriggere, nell’olio, il porro, la cipolla, la carota e il sedano tritati.
Aggiungere qualche cucchiaio di passata di pomodoro e dopo qualche minuto unire tutte le verdure, la metà dei fagioli non frullati, il sale, il pepe.
Unire un po’ di brodo e far cuocere per circa 1 ora.
Quasi al termine della cottura aggiungere la purea di fagioli, precedentemente frullati e il pepolino.
Amalgamare bene il tutto.
In una zuppiera mettere le fette di pane raffermo alternati alla zuppa e far riposare per un intera giornata; meglio se preparata il giorno prima.

Il giorno successivo “ribollirla” in una padella con un po’ di olio e servirla con cipolla fresca a pezzetti.

 

 

 

Buon appetito!!

 

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Pomodorini al porro gratinati Successivo Un contorno in mattonella

20 commenti su “La Ribollita Toscana

    • Ciao cara Silvana! Davverooo, non hai idee di quante osterie la propongono insieme a tante squisitezze….meglio che non ci pensi! Mi viene fame! ahahahah. Felice giornata! Ciaooo

  1. Sai che l’ho mangiata anche io oggi… l’aveva preparata la mia mamma ieri ed oggi era ancora poù buona.. Buona festa della donna anche a te 😀 un abbraccio

    • mmmmmhhhhhh che buona, la rimangerei oggi anche io! eh si il giorno dopo è molto più buona! Ti dico la verità, quando la preparo, ne faccio un bel po’, così me la congelo pure e la possiamo rimangiare quando vogliamo! Grazie cara…tanti auguri! Cri

  2. mi sa ke in ritardo sono io! auguri cara!:D deve essere davvero ottima la ribollita, mai mangiata!
    p.s. sono 25 anni che stiamo insieme compreso il matrimonio 🙂 baciuzzi!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.