AVIOTURISMO – Alla scoperta di Base Tuono, una pagina di storia

Alla scoperta di Base Tuono, una pagina di storia.
Ogni volo, ogni rotta, ogni stagione regala sempre emozioni nuove, questa volta, se ancora non la conoscete, vi portiamo a scoprire Base Tuono, nell’Altopiano di Folgaria.
In una bellissima e fredda giornata invernale siamo partiti dalla nostra aviosuperficie in direzione Asiago.
Si, ad Asiago aveva nevicato e non potevamo perderci lo spettacolo di vedere i nostri amati altopiano e aeroporto con la neve.

Asiago Aeroporto di Asiago

Asiago Aeroporto di Asiago

Asiago Aeroporto di Asiago

“Mi raccomando porta la macchina fotografica!”
“Certo che si!”
“Andiamo anche sulle Dolomiti, prima di atterrare?” – chiedo……le Dolomiti dall’alto sono bellissime in ogni stagione, ma con la neve e il cielo così azzurro, sono davvero spettacolari ed ogni volta, anche se riviste e riviste, non è davvero possibile farne a meno.

Gruppo del Sassolungo

Dolomiti Gruppo del Sassolungo

Forcella del Sassolungo

Dolomiti Forcella del Sassolungo

“No, ti porto a vedere una cosa nuova!”
In circa 1 ora e trenta minuti, in uno scenario invernale da perdere fiato, eccoci arrivati a Passo Coe, sull’Altopiano di Folgaria.
Unico problema: non funziona la macchina fotografica!!
Per fortuna che ci sono i cellulari e riusciamo a rubare qualche scatto, con l’intenzione di tornare successivamente in volo, in estate e magari scoprirla anche da terra.

In volo sopra Base Tuono

Base Tuono Passo Coe Folgaria

E così è stato!
In estate, con la scusa di volare sulle Dolomiti e fermarsi per pranzo ad Asiago, siamo ritornati sulla base ed eccola qua, immortalata senza neve, insieme allo splendore del luogo in cui si trova.

Base Tuono Passo Coe FolgariaBase Tuono Passo Coe FolgariaBase Tuono Passo Coe FolgariaBase Tuono Passo Coe Folgaria“Dobbiamo assolutamente visitarla!” – abbiamo pensato ed infatti poco tempo dopo, siamo tornati in auto e grazie alla visita da terra e alla nostra preparatissima e gentilissima guida Cecilia, vi racconto cosa abbiamo imparato.

Base Tuono Passo Coe Folgaria Alpe CimbraBase Tuono Passo Coe Folgaria Alpe Cimbra

 

Base Tuono Passo Coe Folgaria Alpe Cimbra

Base Tuono e il Parco Museo Malga Zonta è una pagina di storia, spesso dimenticata, una base missilistica della Guerra Fredda, in un’area geografica fulcro di importanti avvenimenti storici.
I prati di questa zona sono stati teatro della Prima Guerra Mondiale ed ancora oggi ne sono visibili le testimonianze attraverso le trincee e i forti assolutamente da visitare.
Anche la seconda Guerra Mondiale ha lasciato i suoi segni, soprattutto a Malga Zonta, vicino al Passo Coe, dove nella notte del 12 Agosto 1944 furono fucilate dai nazisti 17 persone e dove, venti anni dopo, sarebbe stata costruita Base Tuono.
Dopo la sconfitta del nazismo, americani e sovietici rimasero ben poco alleati: l’America da una parte con il suo capitalismo e l’Unione Sovietica dall’altra con il comunismo e regole ben severe da seguire.
Uno scontro molto forte tra le due potenze, durato 44 anni, dal 1947 al 1991 e conosciuto appunto come la Guerra Fredda; una guerra fatta di produzione di armi sempre più potenti, allo scopo di tenersi in pugno l’una con l’altra.
Nel 1957, i Paesi dell’Europa, alleati degli Stati Uniti d’America, iniziarono a dotarsi di missili Nike-Hercules, oggi visibili a Base Tuono, che raggiungevano i 33.000 metri di quota e potevano trasportare anche testate nucleari.

Base Tuono, Passo Coe, Folgaria, Alpe CimbraBase Tuono Passo Coe Folgaria Alpe CimbraBase Tuono Passo Coe Folgaria Alpe CimbraLe basi, nel nord Italia erano 8 in pianura: Montichiari, Bovolone, Zelo, Bagnoli, Chioggia, Ca’ Tron, Ceggia e Cordovado e 4 in montagna: Passo Coe/Monte Toraro, Monte Calvarina, Monte Pizzoc e Monte Grappa.
I lavori a Passo Coe iniziarono nel 1962, durarono 4 anni e furono costruite le sezioni Alpha, Bravo e Charlie, ciascuna con tre rampe di lancio.
Il Lopar e gli altri 3 radar erano collocati più in alto sul Monte Toraro e collegati ai missili di Passo Coe, mentre nel “bunker” i militari controllavano la sequenza di lancio e dovevano svolgere molti altri compiti, come attivare le procedure in caso di avaria ed emergenza.

Base Tuono Passo Coe Folgaria Alpe CimbraBase Tuono Passo Coe Folgaria Alpe CimbraLa base, che aveva il nome in codice “Tuono”, rimase operativa fino al 3 agosto 1977.
Grazie al Comune di Folgaria e all’Aeronautica Militare è possibile nuovamente visitare e tuffarsi nella storia sapientemente raccontata dalle guide turistiche, che riescono a trasmettere la loro passione e far entusiasmare a loro volta i numerosi turisti.

Base Tuono Passo Coe Folgaria Alpe CimbraBase Tuono Passo Coe Folgaria Alpe CimbraTutto l’altopiano di Folgaria, nell’Alpe Cimbra è da visitare, sia in inverno che in estate: storia, passeggiate, trekking, sci alpino, sci di fondo.

Base Tuono Passo Coe Folgaria Alpe Cimbra

Assolutamente da vedere è il Forte Belvedere di Lavarone, ricco di reperti e dove alcune postazioni multimediali, con i loro rumori nelle umide pareti, fanno rivivere i terribili momenti della guerra.

Forte Belvedere Lavarone Folgaria Alpe CimbraForte Belvedere Lavarone Folgaria Alpe CimbraForte Belvedere Lavarone Folgaria Alpe CimbraForte Belvedere Lavarone Folgaria Alpe CimbraForte Belvedere Lavarone Folgaria Alpe CimbraL’ambiente esterno in cui è collocato è bellissimo: da qui si può ammirare un panorama stupendo sulla Val d’Astico.

Forte Belvedere Lavarone Folgaria Alpe Cimbra Val D'Astico

Forte Belvedere Lavarone Folgaria Alpe Cimbra Val D'Astico

L’Hotel Luna Bianca, dove abbiamo soggiornato una notte, è un’ottima struttura nel centro di Folgaria.
Vale assolutamente la pena tenerla in considerazione sia per l’ospitalità, l’ubicazione, la possibilità di parcheggio, nonché l’ottima cucina del loro ristorante e l’abbondante e varia colazione.

Folgaria Alpe Cimbra

E approposito di cucina, a Folgaria, c’è da da leccarsi i baffi con i fantastici piatti della loro tradizione…..tra tutti, quelli che noi amiamo: i favolosi canederli!

AVIOTURISMO & CUCINA LOCALE
Per l’occasione, vi lascio la mia ricetta dei canederli.
Come sapete mi piace sperimentare, ecco quindi la mia versione alternativa che fa incontrare il mare con la tradizione montanara: i canederli di spinaci al sugo di orata.

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Biscotti facili e veloci Successivo Torta di mele facile e veloce

5 commenti su “AVIOTURISMO – Alla scoperta di Base Tuono, una pagina di storia

  1. ma che meraviglia!!! non sono mai entrato a Base Tuono, nonostante abbia fatto diverse escursioni a passo coe e monte Maggio, davvero una zona bellissima! foto stupende complimenti, anche se fatte con il cellulare!

    • Grazie mille Andrea!! E’ stata una visita interessantissima…una pagina di storia che spesso, almeno parlo per me, non conosciamo! Merita davvero! E grazie mille per le tue escursioni della zona…me le sono segnate non appena potremo tornare in quei posti meravigliosi! Buon fine settimana!

  2. Dimitri Colombi il said:

    Buongiorno, complimenti per i vostri racconti (che fanno venire una voglia di volare…che non vi dico).
    Non ho un account Altervista, né Facebook.
    Come posso contattarvi per informazioni?
    Grazie
    Dimitri Colombi

    • Buonasera, la ringraziamo molto. Siamo talmente appassionati di questa disciplina che è davvero un piacere poterla aiutare.
      Proverò a contattarla quanto prima.
      Cordiali saluti.
      Cristina

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.