Tartare di salmone e pescespada

La tartare di salmone e pescespada è un antipasto o un secondo leggero, perfetto per la bella stagione!

Colorata, speziata (nella mia versione) e fresca, questa ricetta si prepara in pochissimo tempo e necessita solo di pochissime, ma fondamentali accortezze.

La prima è la verifica che il pesce che state utilizzando sia freschissimo e sia stato precedentemente abbattuto, cioè portato molto velocemente (con l’ausilio, appunto, di un abbattitore) ad una temperatura di -20 gradi per almeno 24 ore. La procedura può teoricamente essere eseguita anche con un freezer normale, ma in questo caso il prodotto deve restare a -20 gradi per 96 ore.

L’abbattitura serve a prevenire la formazione di microrganismi e batteri: in particolare (ma non solo), l’anisakis che, se ingerito, può causare vari tipi di problemi (nausea, vomito o diarrea), ma anche reazioni più serie (febbre alta).

Io, comunque, consiglio di comprare il pesce già abbattuto (controllate che sulla confezione ci sia scritto che può essere consumato crudo), perchè la procedura industriale è certamente più sicura.

Ho anche sperimentato una validissima alternativa con dei tranci di pesce affumicato (l’affumicatura, infatti, assolve alla stessa funzione  -prevenire la formazione dei batteri- che ha l’abbattitura): in questo caso, ovviamente, non dovete salare il pesce.

Se anche voi volete provare questa ricetta, seguitemi in cucina e prepariamo insieme la tartare di salmone e pescespada!

 tartare di salmone e pescespada

Tartare di salmone e pesce spada

Ingredienti per 2 persone:

  • 100 grammi di salmone (fresco e previamente abbattuto oppure affumicato);
  • 100 grammi di pescespada (fresco e previamente abbattuto oppure affumicato);
  • 2 coste di sedano;
  • 2 cm di zenzero pulito;
  • la buccia e il succo di un lime;
  • sale q.b. (solo se usate il pesce fresco);
  • due cucchiai di olio extravergine di oliva (io ho usato quello di Terre Rosse).

Aiutandovi con un coltello affilato, tagliate il salmone e il pescespada in quadratini di circa mezzo cm.

Tagliate il sedano in quadratini leggermente più piccoli del salmone e del pescespada.

In una ciotola, unite i dadini di pesce, il sedano, lo zenzero grattugiato, la buccia di lime grattugiata, il succo di lime, l’olio e il sale.

Mescolate bene e servite subito, sformando la tartare con l’aiuto di un coppapasta.

Se vi piacciono le mie ricette, vi aspetto su FacebookInstagramTwitter e Pinterest!

Lascia un commento