Pan brioche al doppio cioccolato

Il pan brioche al doppio cioccolato è la versione iper golosa del classico pan brioche!

Ottimo da solo, è addirittura fantastico se accompagnato da un velo di marmellata all’arancia o da un cucchiaino di burro di arachidi al naturale!

Io lo trovo perfetto per la colazione o comunque per uno spuntino dolce! Una volta ben raffreddato, può essere tagliato a fette e congelato: la mattina, basta un giro al microonde a 800w per 30 secondi e sarà pronto da gustare (se, invece, non avete il forno a microonde, basta scongelare le fette che vi servono la sera prima e la mattina saranno perfette)!

Per la ricetta ho tratto spunto dal blog Cuciniamo con Chicca, anche se ho apportato qualche variante!

Se volete provare anche voi questa ricetta, seguitemi in cucina e prepariamo insieme il pan brioche al doppio cioccolato!

Pan brioche al doppio cioccolato

pan brioche al doppio cioccolato
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    20 minuti
  • Cottura:
    45 minuti
  • Porzioni:
    12 fette
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Lievito madre (rinfrescato) 100 g
  • Malto d’orzo 5 g
  • Acqua 300 g
  • Cioccolato fondente 100 g
  • Olio di semi di arachide 50 g
  • Farina Manitoba 500 g
  • Zucchero 80 g
  • Cacao amaro in polvere 50 g
  • Uovo 1
  • Granella di zucchero 3 cucchiai

Preparazione

L’impasto con il metodo tradizionale

  1. Tritate con un mixer grossolanamente il cioccolato fondente.

  2. Mettete in una ciotola il lievito madre, 100 grammi di acqua e il malto: mescolate bene per far sciogliere il lievito, coprite con la pellicola e fate lievitare per circa mezz’ora.

  3. Aggiungete nella ciotola la farina, il cacao, il cioccolato tritato, la restante acqua, l’olio, l’uovo e lo zucchero: impastate per circa 15 minuti, fino ad ottenere un impasto morbido.

  4. Coprite la ciotola con la pellicola e fate lievitare l’impasto per almeno 8 ore (io l’ho fatto lievitare tutta la notte).

L’impasto con il Bimby

  1. Tritate grossolanamente il cioccolato per 10 secondi a velocità 3 e mettetelo da parte.

  2. Mettete nel boccale il lievito madre, 100 grammi di acqua e il malto: mescolate per 30 secondi a velocità 3, riunite con la spatola tutto il composto sul fondo del boccale e fatelo lievitare per 30 minuti nel boccale chiuso con il misurino.

  3. Trascorso questo tempo, aggiungete la restante acqua, l’uovo, l’olio e lo zucchero e mescolate per 30 secondi a velocità 3.

  4. Aggiungete la farina, il cacao e il cioccolato tritato e impastate per 3 minuti a velocità Spiga.

  5. Prendete l’impasto, raccoglietelo in una forma sferica e ponetelo in una ciotola infarinata. Coprite la ciotola con pellicola e fate lievitare l’impasto per almeno 8 ore (io l’ho lasciato lievitare tutta la notte).

La seconda lievitazione e la cottura

  1. Trascorso il tempo della prima lievitazione, prendete un foglio di carta da forno bagnato e strizzato e usatelo per foderare uno stampo da plumcake.

  2. Coprite lo stampo con la pellicola trasparente e fate lievitare l’impasto per altri 30-40 minuti.

  3. Dividete l’impasto in tre parti, date a ciascuna di esse una forma sferica e mettetela una accanto all’altra nello stampo ricoperto di carta da forno.

  4. Accendete il forno a 200 gradi in modalità statica.

  5. Distribuite sul vostro pan brioche la granella di zucchero e, quando il forno arriva a temperatura, infornatelo: cuocetelo per 10 minuti a 200 gradi, quindi abbassate la temperatura a 170 gradi, coprite il pan brioche con un foglio di alluminio e proseguite la cottura per altri 30 minuti. Vedrete che golosità!

Note

Vi lascio qualche altra ricetta per preparare il pan brioche: Panbrioche di Maurizio SantinPan brioche con lievito madre e La brioche di Julia Child!

Se vi piacciono le mie ricette, vi aspetto su FacebookInstagramTwitter e Pinterest!

Ricette di blog amici:

Pasta brioche ricetta base del blog Cucina Casareccia

Pan brioche a modo mio del blog Lo Scrigno del Buongusto

Panbrioche con petto di pollo e formaggio del blog Giovanna in Cucina

Precedente Patate saporite (contorno) Successivo Risotto con crema di asparagi e speck

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.