Clafoutis alle pesche (ricetta dolce)

Ultimi scampoli d’estate, ultime pesche prima dell’arrivo dell’inverno (al mercato potrete trovare ancora le tardive o le saturnine): l’idea di oggi è di utilizzarle per preparare un clafoutis alle pesche!

Il clafoutis è un dolce francese, che si prepara con una pastella di uova, zucchero e farina, che viene rovesciata sulla frutta tagliata a pezzi e caramellata: nel caso delle pesche, vista la dolcezza del frutto, non è indicato procedere alla caramellatura, così rendendo ancora più rapida la preparazione del dolce (ho solo zuccherato il fondo imburrato della tortiera).

Il risultato finale è un dolce gustoso e leggero, in cui una fetta tira l’altra.

Potrete ovviamente ritentare l’impresa con altre tipologie di frutta, ma il risultato che otterrete con le pesche, secondo me, resta il migliore: piace davvero a tutti, grandi e piccini, e fa fare un figurone perchè è anche un po’ scenografico nella presentazione.

Se vi ho incuriositi, venire con me a prepararlo: io mi sono ispirata alla ricetta di Giallozafferano e mi sono trovata benissimo!

Ingredienti (io ho usato una tortiera dai bordi non troppo alti e del diametro di 26 cm):

  • 1/2 kg di pesche;
  • 200 ml di latte scremato;
  • 1 bustina di vanillina;
  • 90 grammi di farina;
  • 1 pizzico di sale (io ho usato il sale iodato Gemma di Mare);
  • 100 grammi di zucchero bianco;
  • 30 grammi di zucchero di canna;
  • 3 uova;
  • burro q.b. per la tortiera.

Cominciate col preparare le pesche: tagliatele a metà, denocciolatele, sbucciatele e affettatele non troppo sottili nel senso della lunghezza.

Passate alla pastella: sbattete insieme le uova e lo zucchero bianco, montandoli ed incorporando aria.

Quando il composto sarà ben gonfio, aggiungete la vanillina e la farina setacciata, aiutandovi con una spatola.

Alla fine, unite, sempre con la spatola, il latte e il pizzico di sale.

A questo punto, siete pronti per comporre il dolce: quindi, accendete il forno in modalità statica a 180 gradi.

Imburrate la tortiera e spolverizzatela con lo zucchero di canna: quindi disponetevi le fettine di pesca a raggiera, sovrapponendole leggermente.

Infine, versatevi sopra la pastella: il composto dovrà coprire parzialmente le pesche.

Cuocete il vostro clafoutis alle pesche per circa 50 minuti nel forno caldo: il risultato finale deve essere un dolce leggermente gonfio e dorato.

Servitelo appena tiepido e soprattutto, NON tentate di sformarlo dalla tortiera: è un dolce molto delicato!

Ecco il mio clafoutis alle pesche:

Clafoutis alle pesche

Precedente Meringhe (ricetta dolce) Successivo Mini strudel alle mele (ricetta dolce)

2 commenti su “Clafoutis alle pesche (ricetta dolce)

Lascia un commento