Zenzero candito

Zenzero candito. Se amate lo zenzero in cucina, amate il suo sapore pungente con note di limone e menta, e lo utilizzate in dolci, piatti esotici e tisane non potete non averlo sempre con voi nella versione candita, al posto delle semplici caramelle.

Zenzero candito

Malgrado lo zenzero candito non abbia le stesse e numerose proprietà dello zenzero fresco è molto utile per chi soffre di disturbi alla gola: se, ad esempio, parlate molto per lavoro, cantate, fumate o soffrite spesso di infiammazioni alla gola, lo zenzero candito sempre a portata di mano può essere d’aiuto al pari di caramelle balsamiche. Inoltre è un valido calmante per la tosse, è un discreto digestivo, nonché un rimedio efficace per la nausea (lo si ritrova infatti in moltissimi integratori contro la nausea gravidica e personalmente oltre ad averne venduto molto, ne ho anche mangiato in quantità durante le mie gravidanze :-)). E’ importante però ricordare che lo zenzero candito, contiene molto zucchero e ha quindi un alto apporto calorico. Occhio ! 

Zenzero candito

Devo ringraziare Elena, la mia insegnante di canto, per aver portato lo zenzero candito a lezione! Non lo avevo mai assaggiato prima in questa forma e mi è piaciuto moltissimo il suo sapore pungente mitigato dallo zucchero, oltre naturalmente ad aver notato il suo benefico effetto sulla gola simile all’effetto delle pastiglie da succhiare che vendevo in farmacia ;-)! La preparazione è semplice, divertente e non richiede passaggi complessi. Lo trovo anche un bel regalo per Natale… confezionato in piccoli vasetti, diventa un presente originale per amici insegnanti, cantanti, oratori o semplici appassionati di spezie 😉

Ingredienti:

  • radice di zenzero
  • zucchero semolato

Preparazione dello zenzero candito

Sbucciate lo zenzero con un pelapatate e lavatelo sotto l’acqua corrente per eliminare ogni residuo della buccia. Asciugatelo con un panno pulito e tagliatelo a fettine sottili o a cubetti più o meno della stessa grandezza.

Versatelo in una casseruola e riempite con acqua fredda fino a coprirlo di almeno tre dita. Portate ad ebollizione e proseguite la cottura, a fiamma bassa, per 45 minuti.

Trascorso questo tempo lo zenzero dovrà essere morbido quindi scolatelo, pesatelo e rimettetelo nella casseruola insieme alla stessa quantità di zucchero e poca acqua solo fino a coprire. Mescolate e cuocete a fiamma bassa per circa 60 minuti, fino a quando le fettine di zenzero saranno traslucide immerse in uno sciroppo.

Scolate lo zenzero con un mestolo forato e trasferitelo su un foglio di carta forno cosparso con abbondante zucchero semolato. Rimestate ogni tanto per coprire tutta la superficie dello zenzero con lo zucchero. Lasciate asciugare per un giorno o due, poi conservate lo zenzero candito in un barattolo di vetro a chiusura ermetica per tenerlo riparato dall’umidità

Zenzero canditoAspetto le foto delle vostre realizzazioni sulla mia fanpage 🙂

In bocca al forno! ARYBLUE

Precedente Cupola intrecciata al latte di Sara Papa Successivo Bruschette integrali con pomodorini del piennolo e basilico

2 commenti su “Zenzero candito

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.