Torrone Morbido con Mandorle Nocciole e Pistacchi

Torrone morbido con mandorle nocciole e pistacchi. Golosa son golosa, cucinare mi piace, ma non avrei mai pensato che un giorno mi sarei autoprodotta anche il torrone. Mai dire mai. Certo non si presentava come un’impresa facile e quindi ho preferito seguire la ricetta di una bravissima food-blogger: Paoletta  del blog “Anice e Cannella” dalla quale ho già preso altre ricette. Per me le sue ricette sono una garanzia e quindi mi sono buttata senza esitazione.

Sono assolutamente d’accordo con lei nel sottolineare l’importanza del termometro (acquistato appositamente…..tanto poi mi servirà anche in altre occasioni) per tenere sotto controllo la temperatura dello sciroppo di zucchero. In sé la ricetta non è difficile da eseguire ma….c’è sempre un ma, è meglio organizzarsi bene prima di partire: prepararsi tutto quello che ci servirà e non farsi distrarre (i bimbi, se ci sono, è meglio che li affidiamo a qualcun altro finché lavoriamo altrimenti….rischiamo di dover buttare via tutto. Ve lo dico perché a me è successo, la prima volta). Non vi sto a dire la soddisfazione quando l’ho offerto a figlia e marito (n.b. quest’ultimo non ama le cose dolci)…mi hanno fatto i complimenti. E’ buonissimo! Ma proprio tanto buono! Superlativo direi. Allora, ci proviamo?

Torrone morbido con mandorle nocciole e pistacchi

 Ingredienti:
  • 350 g di mandorle spellate
  • 50 g di nocciole spellate
  • 50 g di pistacchi
Per lo sciroppo:
  • 30 g di acqua
  • 100 g di zucchero
Per la montata a caldo:
  • 40 g di albume
  • 100 g di miele d’acacia
Aromi:
  • scorza di un’arancia grattugiata
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia home made
  • 2 fogli di ostia (o carta da forno)

Preparazione del torrone morbido con mandorle, nocciole e pistacchi

Tostare a circa 120°C per una decina di minuti la frutta secca e poi lasciarla dentro al forno caldo;

Far bollire, a fuoco basso, 30 g di acqua con 100 g di zucchero, mettendo prima lo zucchero nel pentolino, poi l’acqua e portarlo a 135 °C (145 °C se si vuole ottenere un torrone un po’ più duro) senza mai mescolare.

Nello stesso momento porre sul fuoco a bagnomaria, 40 g di albume con 100 g di miele e montare continuamente con le fruste elettriche fino a quando il composto si staccherà dalle pareti. (Consiglio: utilizzare una grande pentola all’interno della quale mettere una capiente terrina a bagnomaria. Il composto è abbastanza voluminoso ed una terrina piccola non potrebbe contenerlo tutto. Meglio essere preparati)

Lo sciroppo raggiungerà i 135°C più o meno quando la montata di albume e miele sarà bella spumosa e tenderà a staccarsi dalla ciotola nella quale si sta lavorando, assumendo il caratteristico profumo di torrone.

A questo punto lo zucchero sarà giunto a temperatura quindi versarlo sul composto e aggiungere la frutta secca calda.

Mescolare bene poi aggiungere la scorza di un’arancia grattugiata e la vaniglia, quindi lavorare la massa finché risulterà molto compatta.

Ora versare il composto su una cialda (o carta da forno. Io la cialda non l’ho proprio trovata!!) bagnarsi le mani con acqua fredda e compattare il tutto dando la classica forma del torrone, mettervi sopra l’altra cialda o carta da forno e pressare bene il tutto, sia sopra che ai lati.

Coprire bene, mettere al fresco (volendo anche in frigo) e tagliare dopo circa 10/12 ore con un coltello a lama liscia e molto affilata.

Conservare in luogo fresco e asciutto.

Torrone morbido con mandorle nocciole e pistacchi

Aspetto le foto delle vostre realizzazioni sulla mia fanpage 🙂

In bocca al forno! ARYBLUE

Precedente Frollini Natalizi Decorati Successivo Crostata Sbriciolata Ricotta Amaretti e Cioccolato

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.