Galani ripieni – crostoli, chiacchiere, ravioli dolci, rafioli…

Galani ripieni. Crostoli, chiacchiere, ravioli dolci, rafioli… la bellezza delle tradizioni regionali è anche questa, mille nomi diversi per la stessa preparazione e mille varianti della stessa ricetta! In veneto li chiamiamo galani ripieni e sono uno dei dolci più golosi del carnevale, fritti perché sono un’eccezione, ma se preferite potete cuocerli in forno a 170°C per 15 minuti. L’impasto non deve essere sfogliato troppo sottilmente per riuscire a trattenere il ripieno, ed è importante scegliere con cura la confettura, che non deve essere troppo fluida per evitare che fuoriesca durante la frittura.

QUI trovate altre mie ricette di dolci per canevale, Buon divertimento ! 

Galani ripieni

Ingredienti:
  • 300 g di farina 00 debole
  • 2 uova
  • 40 g di burro morbido
  • 50 g di zucchero semolato
  • 30 ml di limoncello
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
inoltre:
  • olio di arachidi per friggere
  • crema di nocciole
  • confettura di albicocche molto densa
  • zucchero a velo

Preparazione dei galani ripieni

Nella ciotola della planetaria versare tutti gli ingredienti e lavorarli bene fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. La grandezza delle uova influenza la morbidezza dell’impasto quindi, se le uova fossero piccole e l’impasto quindi troppo duro, aggiungete 10-20 ml di acqua e lavorate ancora.

Formate una palla, avvolgetela in pellicola e fatela riposare in frigo per un’oretta.

Ora procedete alla sfogliatura, tagliate porzioni di impasto e passatele nella macchinetta infarinata fermandovi allo spessore numero 7, quindi non troppo sottile. Appoggiate le strisce di pasta sul ripiano infarinato. Posizionate piccole cucchiaiate di crema o confettura a 3 cm di distanza l’una dall’altra su una striscia di pasta, coprite con un’altra sfoglia, premete leggermente i bordi con le mani per far uscire l’aria infine ritagliate con la ruota dentellata premendo bene i bordi. La confettura dovrà essere molto densa per evitare la sua fuoriuscita in cottura.

Preparate la pentola a bordi alti con un paio di litri di olio per frittura e portatelo alla corretta temperatura ( verificate con lo stecchino ) poi iniziate a friggere i galani ripieni, dorateli da entrambi i lati, scolateli bene e poggiateli su carta assorbente.

Serviteli spolverati con abbondante zucchero a velo.

Galani ripieni

Aspetto le foto delle vostre realizzazioni sulla mia fanpage 🙂

In bocca al forno! ARYBLUE

Galani ripieni

Precedente Panini ai cereali e semi oleosi Successivo Biscotti veg al grano saraceno

Un commento su “Galani ripieni – crostoli, chiacchiere, ravioli dolci, rafioli…

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.