Colazione da Re! Come organizzare il pasto più importante della giornata.

Colazione da Re! Come cambiare abitudini e quali alimenti scegliere partendo proprio dal pasto più importante della giornata.

“Colazione da re, pranzo da principe, cena da povero” recita un vecchio proverbio, che racconta saggiamente una verità oggi provata dalle ricerche scientifiche. Sintetizza infatti, come il nostro organismo si comporti in relazione al momento della giornata e come sia profondamente legato al ciclo giorno/notte. Il nostro organismo è regolato naturalmente, nelle sue funzioni biologiche e metaboliche, dal ritmo giorno-veglia/notte-sonno, conosciuto con il termine di Ritmo Circadiano. Nelle 24 ore, attraverso il ritmo circadiano, vengono regolati molti fenomeni dell’organismo come il ritmo cardiaco, le secrezioni ormonali, la pressione sanguigna e l’escrezione renale. Il corretto equilibrio dei ritmi circadiani è direttamente condizionato da ciò che si mangia e dall’ora nella quale vengono ingeriti i cibi. Per mantenersi in salute, è perciò necessario rispettare i ritmi biologici del nostro organismo e la scelta degli alimenti dovrebbe essere finalizzata alle reali necessità fisiologiche, più alte al mattino e inferiori alla sera, come cita il proverbio appunto.

Ecco perché la colazione è il pasto più importante e dovrebbe essere certamente il più energetico!

Vi rimando (e vi raccomando!) al libro “La Grande Via” di dr. Berrino e dr. Fontana nel quale troverete le spiegazioni scientifiche di quel che vi racconterò a breve e che, sono certa, diventeranno nel tempo assunti irrinunciabili.

Lo zucchero crea dipendenza, ed una delle cose principali da fare quando si intraprende un percorso di alimentazione naturale è uscire dalla dipendenza da zucchero. Questo però rende la colazione il pasto più difficile da gestire proprio perché, soprattutto noi italiani, siamo abituati a “cappuccino e brioche” o “latte e biscotti”…

Le regole, se possiamo così dire, di base per una EFFICACE E SANA COLAZIONE sono:

  1. Non saltare la colazione e non prendere solo il caffè
  2. Non fare una colazione troppo dolce
  3. Non mangiare troppo in fretta e cerca di masticare bene.
  4. Cercare di inserire frutta oleosa (mandorle, noci, nocciole…) e semi oleosi (i migliori sono i semi di lino macinati al momento, semi di sesamo, semi di girasole…) fonti preziosissime di proteine ed omega 3.

Colazione da Re! Vediamo quali sono allora le strategie migliori per iniziare la giornata con il piede giusto, facendo il pieno di salute e gusto!

1.Il cibo migliore per la colazione sono le CREME DI CEREALI INTEGRALI ottenute o dal chicco già cotto oppure dalla farina. Questo tipo di colazione, a lento assorbimento, riesce a darci l’energia, senza indurre picchi glicemici e conseguenti crisi ipoglicemiche (come accade nel caso di biscotti fatti con zucchero e farina raffinati e che spesso ci fanno entrare in crisi a metà mattina con attacchi di fame o di stanchezza). Dal punto di vista pratico, la più nota è la crema di riso, che potremo preparare in quantità sufficiente per 3-4 colazioni e conservarla in frigorifero, riscaldando poi man mano la quantità che utilizzeremo. Potremo poi condire la crema di riso come più ci piace: con mandorle, nocciole, noci, uvetta, mirtilli disidratati, semi di lino, semi di girasole, cannella, buccia di limone, vaniglia, frutta cotta d’inverno e frutta fresca d’estate…

crema di riso integrale
clicca sulla foto per la ricetta

2. A volte potremo poi prepararci un buon PORRIDGE DI AVENA INTEGRALE (che non è così curativo come la crema di riso integrale) ma che si rivela ottimo se arricchito di altri preziosi ingredienti come i semi di lino, la frutta oleosa e la frutta disidratata.

Porridge di avena e mandorle
clicca sulla foto per la ricetta

3. Anche le colazioni a base di muesli, yogurt, cereali soffiati, frutta cruda, non hanno aspetti totalmente positivi ed andrebbero alternate alle creme di riso ed ai porridge soprattutto in inverno, perchè hanno caratteristiche raffreddanti. Il muesli è composto da cereali crudi, difficili da digerire; i cereali soffiati sono molto poveri nutrizionalmente, lo yogurt, anche se vegetale, è molto “raffreddante” (yin), così come anche la frutta cruda, specialmente in inverno. Rientra in questo gruppo la Crema Budwig: si tratta di un piatto crudo, formato da ingredienti freschi e capace di donare energia per affrontare la giornata, grazie alla presenza di vitamine e oligoelementi. Gli ingredienti della Crema Budwig, che la dott.ssa Kousmine ha ideato ispirandosi a sua volta alla ricetta della dott.ssa tedesca Budwig, conosciuta per le sue ricerche sugli acidi grassi: semi di lino macinati (1 cucchiaio e mezzo), una macinata di altri semi oleosi (nocciole, mandorle, noci, ecc.), banana (100 gr) o 1 cucchiaino di miele, un frutto di stagione tagliato a pezzetti, succo di mezzo limone, 1 cucchiaio di cereali integrali macinati finemente, yogurt biologico vaccino o di soia (125 gr.) o tofu (75 gr) o ricotta magra (100 gr) in alternativa si possono usare legumi cotti, meno raffreddanti.

colazione da re

4. Possiamo alternare nelle nostre colazioni anche BISCOTTI E TORTE FATTI IN CASA, colazioni più vicine alle nostre abitudini, preparate impastando farine non raffinate, frutta fresca, oleosa, disidratata…Sapori meno dolci quindi, meno intensi, sapori veri che ci sono diventati sempre più inusuali a causa dell’abitudine ai sapori adulterati e sintetici dell’industria alimentare. Quando ci disintossichiamo dal sapore dello zucchero, scopriamo che anche i cereali sono dolci, se masticati bene.

biscotti morbidi alle mele
clicca la foto per la ricetta
Biscotti DIANA
clicca la foto per la ricetta
Ciambella della salute
clicca la foto per la ricetta
torta rustica
clicca la foto per la ricetta
Torta al limone e semi di papavero
clicca la foto per la ricetta

5. Occasionalmente quando proprio non c’è tempo, possiamo scegliere di fare colazione con GALLETTE DI RISO INTEGRALE, tahin e composta di frutta senza zuccheri aggiunti. La crema di sesamo (tahin) terrà a bada l’assorbimento degli zuccheri della frutta, inoltre è fonte di calcio, ferro ed omega 3-6.

6. Infine, il dott. Berrino suggerisce di tornare alla COLAZIONE SALATA di una volta, quando si consumavano al mattino gli avanzi della zuppa della cena, una colazione salata è tonificante e sarebbe benefica al mattino proprio per darci la carica. Un esempio di colazione salata è la CECINA O FARFRITTATA a base di farina di ceci che può essere anche arricchita con farina di castagne.

frittata senza uova
http://blog.giallozafferano.it/aryblue/frittata-senza-uova-porri/
Pancake consapevoli
http://blog.giallozafferano.it/aryblue/pancake-consapevoli/

Per tornare alla HOME PAGE e cercare altre ricette. Se vuoi essere sempre aggiornato sulle mie ricette inserisci la tua email in SEGUI QUESTO BLOG.
Ti aspetto sulla pagina
Facebook ARYBLUE, risponderò personalmente a tutte le domande, oppure seguimi su Instagram, Twitter o Pinterest !
Grazie della visita e se ti va lascia un commento qui sotto 😀
Articolo e Foto: Copyright ©  All Rights Reserved Aryblue

Bibliografia:

  • “La grande via” Berrino-Fontana ed. Mondadori
  • “Medicina da mangiare” Berrino ed. La Grande Via
  • “Il cibo della gratitudine” AA. VV. ed. Terra Nuova
  • “L’apprendista macrobiotico” Dealma Franceschetti ed. Macro
  • “Il sale della vita” Pietro Leeman ed. Mondadori Electa
  • “Cucinare è un atto d’amore” Marco Bianchi ed. Harper
  • “Ventuno giorni per rinascere” Berrino-Lumera-Mariani ed. Mondadori
  • “Ciò che non sai sul cibo e che potrebbe salvarti la vita” Stefano Momentè ed. Il punto d’incontro
  • “The China Study” Colin & Thomas Campbell ed. Macro
  • “La dieta cinese dei sapori” Gabriele Piuri ed. LSWR
  • “I magnifici 20 e le ricette” Marco Bianchi ed. Ponte alle Grazie
  • “Il potere curativo del digiuno” Raffaele e Michael Morelli ed. Mondadori
  • “La felicità ha il sapore della salute” Luigi Fontana ed. Slow Food
  • “Pasta Madre” Riccardo Astolfi ed. Guido Tommasi
  • “Pasta madre, pane nuovo, grani antichi” Antonella Scialdone ed Agricole
  • “La Dieta della Longevità” Valter Longo ed. Vallardi
  • “Alla Tavola della Longevità” Valter Longo ed. Vallardi
Precedente I semi di lino - proprietà ed utilizzo Successivo Bruschette con crema di avocado

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.