Torta Comunione e anniversario di sacerdozio

Torta realizzata per la Prima Comunione di Simona,
ma io non so dire una cosa per un’altra e questa non è una torta , ma semplicemente una decorazione per abbellire il tavolo e per le foto , 
chi me l’ha commissionata voleva qualcosa di significativo  a parte la torta del ristorante, così ha avuto quest’idea, dato che la torta già c’era sarebbe stato inutile raddoppiare e a me piaceva l’idea di fare questo genere che non avevo ancora fatto
Qua uno zoom della frase ,devo dire che non è stato facile scrivere 
a mano libera a pennello e un pò si vede .
Qui invece uno zoom del calice , delle calle e del pane.
Qua insieme alla torta sul tavolo del ristorante.
Questa invece è una torta vera ,ben 8 kg di torta ,
 la foto purtroppo è sfuoacatissima ,ho fatto tutto in poche ore ,quindi l’esercizio della decorazione sopra è servito…
è stata preparata in occasione dell’anniversario di
sacerdozio di Padre Nicola,
parroco della parrocchia di San Paolo.
L’interno è per metà pan di spagna e crema pasticcera al cioccolato e
 per l’altra metà pan di spagna e crema zuppa inglese con gocce di cioccolato….
sono stata felicissima di prepararla,
Padre Nicola è uno di quei sacerdoti che spendono tutta la propria esistenza
nel dare continuamente agli altri , non si risparmia mai
 e riesce a toccare anche i cuori più duri con le sue omelie e anche quando
 parla a 100 persone sembra stia parlando solo con te e per te…
lui ha toccato il mio cuore e mi ha fatto capire che se anche tu ti allontani da Dio ,
Lui ti viene a cercare in qualche modo ,in qualche forma si presenta a te e ti chiama
 e se tu piano piano rispondi ,si prende cura di te ,come diceva il Vangelo domenica :
“Io sarò con voi ogni giorno , fino alla fine del mondo.”
insomma la torta è stata un piccolo gesto di affetto nei suoi confronti,
ma proprio piccolo….
Alla prox Mariella.
Creare un dolce, un lievitato, un piatto; belli da vedere e buoni da mangiare, per me contiene una magia che ti salva dalla realtà. Uno spazio di tempo dedicato all'espressione di me per gli altri.

2 comments

  1. Paola says:

    Se voglio rifarmi gli occhi lo so che è da te che devo venire!Questa torta è bellissima e ti dirò, la semplicità dello “scrittura a mano libera” rende il tutto più sacrale e genuino a mio parere; bella davvero!:*

Comments are closed.