Panini Laugenbrot

Panini Laugenbrot

Panini Laugenbrot

Quando li vedi pensi subito a quei panini dei cartoni, tipo di Haidi, quelli che nascose nell’armadio in città, per portarli alla nonna in montagna, che aveva espresso la voglia di mangiarli e ricordo che da piccola non so perché anche io avrei voluto mangiarli quei panini, girando per i blog, me li ritrovo su quello di Paoletta di Anice&cannella, come dice lei guardandoli uno se ne innamora subito, vai a vedere che effetto fanno a livello di sub inconscio, penso contengano un messaggio subliminale  che stimolano il cervello a volerli subito riprodurre , che poi sono di una facilità estrema, da rifare sicuramente in occasione di un buffet o una festa, sarebbero carinissimi a piramide su un vassoio farciti con salumi vari. Insomma ve li consiglio caldamente. Per la ricetta originale  potete seguire il link sopra, o comprare il libro di Richard Ploner :” Il pane delle Dolomiti”, qui la mia, con piccole, quasi nulle variazioni e soprattutto raddoppiata, perché con metà dose vengono 24 panini piccoli che spariscono subito con il rito dell’assagiatuassaggioio.

P.s: questa ricetta girava nel web nel 2009/2010, io la ripropongo nel 2014, primo perché penso sia veramente valida, poi perché io sono sempre in ritardo, quindi 3/4 anni dopo mi sembra un buon tempo, poi perché rifare le ricette già fatte da altri mi sembra un buon modo per dire che siano buone ricette.

Ingredienti:

600 g di farina 0

400 g di farina 00

1 bustina di lievito secco o un cubetto di lievito fresco

540 g di acqua a temperatura ambiente

3 cucchiai di zucchero

60 g di burro morbido

20 g di sale

Per decorarli:

semi di sesamo

o di papavero

o sale grosso

Per la soluzione di bicarbonato:

1 litro di acqua

8 cucchiaini di bicarbonato

2 cucchiaini di sale

Procedimento:

Nella ciotola in cui impasteremo, quindi abbastanza capiente, sciogliere il lievito con l’acqua e lo zucchero , mettere farina quanto basta per formare un lievitino,

coprire con il resto della farina e lasciare riposare mezz’ora.

Dopo la mezz’ora unire il burro morbido e impastare,

dopo qualche minuto aggiungeremo anche il sale.

Lavorare bene l’impasto finché sarà liscio ed elastico, coprire e lasciare lievitare per un’altra mezz’ora.

Dopo questa mezz’ora spezzare l’impasto in pezzi da 35/40 g ciascuno e formare delle palline,

qui troverete il modo di farle correttamente.

A questo punto potremmo mettere sul fuoco la soluzione di acqua, bicarbonato e sale .

Immergere i panini poco alla volta, per pochi secondi (verranno a galla) e tirarli fuori con un mestolo forato per scolarli.

Mentre gli altri sono in immersione cospargete quelli appena tolti dall’acqua di semi o di sale grosso e posizionateli nella teglia coperta di carta da forno.

Nel tempo di bollire i panini, scaldate il forno a 250° e appena pronti tutti i panini nella teglia, fare dei tagli obblighi in superficie ,

scendere la temperatura del forno a 200° e infornare per circa 20 minuti o finché saranno coloriti, ma non bruni.

Veramente un’ottima ricetta, provatela!!

Panini Laugenbrot

Panini Laugenbrot

Creare un dolce, un lievitato, un piatto; belli da vedere e buoni da mangiare, per me contiene una magia che ti salva dalla realtà. Uno spazio di tempo dedicato all'espressione di me per gli altri.

4 comments

  1. Milla says:

    In bocca al lupo anche a te per questa nuova avventura su questa piattaforma. Ottimi questi panini, ne vado pazza :-))

    • artisticakes says:

      Si pure io ne vado pazza, allora siamo vicine di casa ( si fa per dire….), a presto!

    • artisticakes says:

      Si è proprio così Giovanna, te li raccomando e fammi sapere del risultato!

Comments are closed.