Crea sito

Pabassinas

Ecco uno dei tanti dolci tipici della tradizione sarda, is Pabassinas, che prendono il nome da uno degli ingredienti presenti, l’uva passa, detta appunto in sardo “pabassa”. Questi dolci si preparano tutto l’anno in particolare per la ricorrenza di Ognissanti e per le feste natalizie. Come tutte le ricette tradizionali, ci sono delle piccole varianti in ogni parte dell’Isola, le differenze riguardano appunto gli ingredienti che le compongono. La mia ricetta prevede la preparazione di una pasta frolla friabile con l’aggiunta dell’uvetta sultanina, le mandorle e le noci tritate.

Pabassinas

Pabassinas

Ingredienti:

500 g di farina 00
2 uova
150 g di strutto
150 g di zucchero
200 g di mandorle dolci
100 g di gherigli di noci
200 g di uva passa
1 limone
1 arancia

per la glassa:
zucchero a velo
acqua
diavoletti colorati

Procedimento

Per prima cosa preparate le mandorle e l’uva sultanina. Le prime andranno messe a bagno in acqua bollente per qualche minuto, quindi sbucciatele e fatele tostare leggermente nel forno. Nel frattempo lasciate ammorbidire per alcuni minuti, in acqua tiepida, l’uva sultanina, poi scolatela e asciugatela bene. In una terrina impastate la farina con le uova, lo strutto a temperatura ambiente, lo zucchero e la buccia grattugiata del limone e dell’arancia. Quando gli ingredienti sono ben amalgamati aggiungete le mandorle e le noci tritate grossolanamente e l’uva passa. Lavorate bene e poi con l’aiuto del mattarello spianate l’impasto dandogli uno spessore di un centimetro circa. Tagliatelo a rombi non troppo grandi, disponeteli su una teglia rivestita con carta forno e mettete in forno preriscaldato a 180° per 15/20 minuti circa, o comunque sino ad ottenere una leggera doratura. Intanto preparate la glassa, sciogliendo lo zucchero a velo in un pò d’acqua tiepida sino ad ottenere uno sciroppo leggermente denso. Sfornate le vostre Pabassinas e stendete con un pennello un velo di glassa e decorate con i diavoletti colorati. Si conservano bene per diversi giorni in un barattolo di latta.

Mi trovate anche su Facebook

Tags:, , , , , ,

advert

Nessun commento.

Lascia un commento