STINCO AL FORNO

Lo stinco al forno è un piatto davvero gustoso e, cosa importante al giorno d’oggi, veramente economico.

La cottura in forno lenta e a bassa temperatura vi permetterà di ottenere una carne davvero tenera e gustosa, che si scioglierà in bocca.

Accompagnato da una porzione di patate al forno o da dei crauti sarà un sostanzioso piatto unico da gustare in compagnia.

Consiglio di servire in tavola anche un po’ di panna acida  (la potete preparare facilmente aggiungendo del succo di limone a della normale panna fresca e lasciando riposare il tutto per un’oretta circa oppure la potete comprare già pronta al supermercato): oltre ad essere buona, aiuterà a “sgrassarvi” la bocca.

stinco1

Ingredienti (per 4 persone):

  • 4 stinchi di maiale
  • 50 gr di burro
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cipolla
  • 3 chiodi di garofano
  • 3 bacche di ginepro
  • un mazzetto di erbe aromatiche (o un mix di erbe aromatiche tritate)
  • 1 lattina di birra (33 cl)
  • 50 ml olio extravergine di oliva
  • sale e pepe q.b.

Procedimento:

Il procedimento per preparare questi stinchi al forno è molto semplice.

All’interno di una teglia da forno versate l’olio e il pezzetto di burro. Aggiungete l’aglio in camicia, una cipolla pulita e tagliata a metà, i chiodi di garofano, le bacche di ginepro e le erbe aromatiche.

Riscaldate la teglia sul fuoco a fiamma viva e nel momento in cui olio e burro cominceranno a soffriggere adagiate all’interno i vostri stinchi lasciandoli rosolare per bene su tutti i lati (dovete ottenere una leggera doratura). Questo procedimento servirà a “chiudere” la carne per lasciarne all’interno i succhi durante la cottura in forno.

stinco2

Salate e pepate, aggiungete la lattina di birra e coprite la teglia con della carta alluminio. Mettete la teglia in forno  e cuocete per circa 2 ore a 160° e per un’altra ora a 170°. Il tempo di cottura dipende molto anche dalla dimensione degli stinchi. Lo stinco sarà perfetto quando la carne inizierà a staccarsi dall’osso.

Io per ottenere un risultato migliore  cuocio gli stinchi il giorno prima per 2 ore a 160°, li lascio riposare nel forno spento (e leggermente aperto per far fuoriuscire l’umidità) e solo al momento di utilizzarli termino la cottura a 170° per circa un’ora.

stinco3

Servite i vostri stinchi ben caldi accompagnandoli con crauti, patate o panna acida (io, lo ammetto, li ho serviti con tutte e tre le cose).

Precedente ROMBO ALLA FRANCESE Successivo CHIRASHI A MODO MIO