Caramelle gelee fatte in casa

Quando compro una busta di caramelle gelee, sono davvero una tentazione! Hanno un effetto calamita, sono come le ciliegie: una tira l’altra e smetto di mangiarle solo quando sono finite. Allora perché non provare a farle in casa? Oggi le ho preparate con sciroppo  di amarena, di cui sono molto golosa, ma si possono preparare con un qualsiasi succo di frutta , a seconda dei vostri gusti. Non ci resta che andare a vedere la ricetta.


Caramelle gelee al succo di frutta fatte in casa ricetta blog cucina giallo zafferano a pummarola 'ncoppa amarene bimby

Caramelle gelee fatte in casa

Cosa serve per la ricetta:

  • 200 grammi di zucchero
  • 2 cucchiai di succo di limone
  • 10 cucchiai di succo di frutta (io ho usato alle amarene)
  • 1 confezione di fogli di gelatina (12 grammi)
  • altro zucchero  per decorare
  • acqua (per ammollare la gelatina)

Caramelle gelee al succo di frutta fatte in casa ricetta blog cucina giallo zafferano a pummarola 'ncoppa amarene bimby

Come preparare la ricetta delle gelee fatte in casa:

In una terrina, mettiamo i fogli di gelatina ad ammorbidirsi e nel frattempo in una pentola mettiamo lo zucchero, i due cucchiai di succo di limone e i 10 cucchiai di succo di frutta; li facciamo bollire per cinque minuti giusti e togliamo dal fuoco. Aggiungiamo la gelatina ben strizzata e mescoliamo per farla sciogliere. Riversiamo in uno stampo e lasciamo in frigo per tutta la notte (quindi almeno 8 ore). Passato il tempo di raffreddamento, sformiamo e passiamole nello zucchero.

Versione Bimby:

In una terrina mettiamo ad ammollare la gelatina in fogli. Nel Bimby invece mettiamo lo zucchero, il succo di limone ed il succo di frutta, lavoriamo a temperatura Varoma, per 13 minuti, velocità 3. Passato questo tempo, aggiungiamo la gelatina strizzata dal foro del coperchio  dividendo i fogli e azioniamo per due minuti velocità 3. Riempiamo lo stampo e procediamo come nella versione suddetta.

Buone preparazione e a presto con nuove e golose ricette!

Seguimi su Instagram

Le foto di questa ricetta, provata da voi

Per la realizzazione di questa ricetta ho utilizzato:

Commenti

Commenti

20 thoughts on “Caramelle gelee fatte in casa

    • Ciao Marianna, ti riporto la medesima indicazione data a Claudia:

      “per la realizzazione di queste gelee puoi utilizzare sia succo di frutta (io uso ad esempio quello all’ananas della Yoga, nella bottiglina di vetro), sia gli sciroppi (io ho usato nello specifico uno sciroppo di amarena diluito in un poco di acqua; devi sempre rispettare i dieci cucchiai, anche se usi lo sciroppo), sia ad esempio, succo di limone o di arancia! Prova e vedi quanto sono sfiziose! Se hai bisogno di ulteriori delucidazioni, chiedi pure, saluti , Margherita 😉 “

  1. Anche io volevo fare la stessa domanda di Marianna: si parla di succo di frutta o sciroppo?!?
    Comunque complimenti sono davvero geniali e soprattutto carinissime!! Non vedo l’ora di farle con le mie bambine!!!

    • Ciao Claudia, per la realizzazione di queste gelee puoi utilizzare sia succo di frutta (io uso ad esempio quello all’ananas della Yoga, nella bottiglina di vetro), sia gli sciroppi (io ho usato nello specifico uno sciroppo di amarena diluito in un poco di acqua; devi sempre rispettare i dieci cucchiai, anche se usi lo sciroppo), sia ad esempio, succo di limone o di arancia! Prova e vedi quanto sono sfiziose! Se hai bisogno di ulteriori delucidazioni, chiedi pure, saluti , Margherita 😉

  2. Ciao ho provato a farle buonissime! l unico problema è che non si staccano dallo stampino! ho usato gli stampini al silicone quelli per il ghiaccio, come posso fare?

    • Ciao Carolina! Grazie innanzitutto per averle provate e grazie per il riscontro. Allora, due possono essere le motivazioni per cui non si sono staccate: in primo luogo, il tempo di riposo. Se invece le hai fatte riposare il giusto (io le faccio stare una notte intera, ma anche diverse ore vanno bene), allora vuol dire che è la qualità del silicone che ha creato problemi. Puoi vedere dall’immagine come ne sono uscite perfettamente, con lo stampo utilizzato (che è di buona qualità) non mi sono mai trovata ad affrontare questo problema; ne ho fatte anche altre di diverse forme (della stessa qualità e marca), il risultato è stato sempre ottimale. Può darsi il tuo stampino sia un po’ più duro e non si rovescia per farle uscire? Se ne hai di altre forme e di altre marche, ti invito a provare con un altro tipo. Se hai bisogno di ulteriori delucidazioni, non esitare a chiedere. Grazie ancora, ti auguro buon proseguimento! Margherita

    • Ciao Mary, ti riporto la stessa risposta data ad un’altra lettrice, visto che si tratta della stessa richiesta :

      “Allora premesso che ho sempre realizzato la ricetta con la colla di pesce (ma adesso mi metto alla ricerca dell’agar agar e ci provo), ho letto da varie fonti, concordanti tra di loro, che ad un foglio di colla di pesce (che di solito persa 2 grammi) corrisponde un cucchiaino raso di agar agar in polvere, circa 3-4 grammi, sufficiente a gelificare mezzo litro di liquidi. Devi tenere conto che le proporzioni cambiano rispetto ai liquidi ( e se non si parla di liquidi acidi, perchè altrimenti la dose va raddoppiata). Se hai bisogno di ulteriori ragguagli, chiedi pure, saluti Margherita :)”

  3. Ciao, volevo farle anch’io per regalarle a Natale, però ho paura che non potrebbero conservarsi per molto tempo. Tu che ne pensi? Cmq bellissima idea! 🙂

    • Ciao Nicole, come ho detto a qualche altra lettrice, il record massimo è di una settimana, ma non perchè poi vadano a male; ma perchè spariscono! Sono molto apprezzate, da grandi e piccini! Se hai altri dubbi, chiedi pure! Grazie mille, buone preparazioni, a presto , Margherita 😉

  4. Ciao, io le ho fatte lo scorso natale, ma dopo poco lo zucchero messo in superficie si è liquefatto. Alla fine le ho regalate liscie. Nelle tue foto invece vedo che lo zucchero c’è, hai adottato qualche accorgimento particolare?

    • Ciao Laura 🙂 io faccio sempre questa ricetta, e devo dire che non mi è mai capitato. Ho portato il sacchettino in borsa, che è stata sballottata e nemmeno in questo caso ha perso zucchero . La procedura è quella spiegata, basta che tu faccia riposare e raffreddare bene le caramelle e vedrai che lo zucchero non si scioglierà. Se ti posso essere utile in altro, non esitare a contattarmi! Buone preparazioni, saluti, Margherita

  5. Ciao! Per una persona vegetariana dovrei usare l’agar agar…come lo posso dosare? A quanto corrisponderà la dose in polvere rispetto ai fogli di gelatina?

    • Ciao Daniela. Allora premesso che ho sempre realizzato la ricetta con la colla di pesce (ma adesso mi metto alla ricerca dell’agar agar e ci provo), ho letto da varie fonti, concordanti tra di loro, che ad un foglio di colla di pesce (che di solito persa 2 grammi) corrisponde un cucchiaino raso di agar agar in polvere, circa 3-4 grammi, sufficiente a gelificare mezzo litro di liquidi. Devi tenere conto che le proporzioni cambiano rispetto ai liquidi ( e se non si parla di liquidi acidi, perchè altrimenti la dose va raddoppiata). Se hai bisogno di ulteriori ragguagli, chiedi pure, saluti Margherita 🙂

  6. Ciao!Io le ho fatte..ero troppo curiosa e desiderosa ma…
    Io ho usato il succo di frutta Santal alla pesca e seguito tutte le indicazioni..
    Sono venute 31 e veramente belle!!ma non sanno di niente O.o
    Ci sono rimasta troppo male!!!
    Forse serve qualche altro tipo di succo?Dimmi un pò…

    • Ciao Anna, grazie innanzitutto per averle provate, sono contenta che per la procedura ti sia trovata bene. Io uso spesso gli sciroppi e devo dire che questo succo non l’ho mai usato. Uso ananas, amarene, mirtilli,anche arance, limone . Hai messo succo in purezza? Probabilmente la pesca, come anche l’albicocca, è più delicata e forse con la cottura, il gusto si perde un po’. Diverse lettrici hanno scritto di averle provate, diciamo che i gusti sono sempre i soliti, c’è stata qualcuna che ha avuto poca dimestichezza con l’uso dello stampo, ma quanto a gusto, che è sempre molto personale, non hanno proferito parola. L’unica risposta è che la pesca non rende in questa preparazione. Se hai altri dubbi, chiedi pure, a presto, buone preparazioni, Margherita 🙂

  7. Io le ho fatte già due volte con il bimby ma rimangono gommose e non si tolgono dallo stampo, che è identico al tuo. Ho provato anche a mettere metà gelatina ma niente il risultato è lo stesso. Come mai? Io ho usato spremuta sia di arancia che limone.

    • Ciao Deborah,andiamo per esclusione: hai provato a farle in una pentolina normale? Io ormai le faccio così, perchè è molto facile e si sporca un solo pentolino; in secondo luogo, hai fatto ammollare la gelatina il necessario? A me non è mai capitato, che succo hai usato? sei arrivata a 10 cucchiai? Ti consiglio, di passare un coltellino (ATTENZIONE però a non rompere il silicone) intorno ai bordi, per fare solo leggermente leva e poi a piegare verso l’esterno tutto lo stampo, dovrebbero uscire, fammi sapere se hai bisogno ancora di ulteriori ragguagli, saluti, Margherita

  8. Ciao vorrei provarle perché la mia bimba ne va matta. Però mi dici con quale nome commerciale trovo questo sciroppo da granita? E poi volevo usare al posto dei fogli di gelatina l’agar l’agar che ho comprato in fiochi però non so come usarlo perché nella confezione dice far bollire in litro di liquido. Mi dai delle indicazioni precise . Ti ringrazio

    • Ciao Irene! Non mi è chiaro, hai comprato l’agar agar in fiocchi o fogli? Se mi confermi ti segnalo come procedere. Le Bevande estive che io di solito compro sono quelle tipo l’orzata, nello specifico questa era amarena Fabbri. Aspetto tua conferma, saluti, Margherita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.