Trofie al limone con gamberetti e carciofi

Print Friendly, PDF & Email

 

trofie al limone con gamberetti e carciofi a pancia piena

Bentrovati amici, iniziamo questa settimana con delle gustose trofie al limone con gamberetti e carciofi, un primo piatto dal sapore delicato al quale ho voluto dare un tocco in più utilizzando delle pasta fresca aromatizzata al limone, la preparazione è semplice ed il risultato vi stupirà, provate!

Ingredienti:

  • 1 confezione di trofie (io ho utilizzato quelle al limone)
  • 2 carciofi
  • 250 gr. di gamberetti sgusciati (io ho preso quelli surgelati)
  • olio evo
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • sale q b

 

Procedimento:

Mettere 4 cucchiai abbondanti di olio in una larga pentola antiaderente e far riscaldare.

Aggiungere i gamberetti ancora surgelati e farli soffriggere fino a quando non si scongelano (mettere il coperchio altrimenti salta tutto).

Nel frattempo pulire i carciofi, privarli delle foglie esterne più dure, tagliare le punte e lasciare solo il cuore.

Tagliare i carciofi in due parti, togliere l’eventuale fieno centrale e tagliare a fettine sottili.

Aggiungere i carciofi ai gamberetti e farli soffriggere.

Aggiungere il vino bianco, far evaporare l’alcool per qualche minuto, abbassare la fiamma, salare e coprire  con un coperchio.

In questo modo i carciofi cuoceranno grazie anche al vapore che si forma all’interno della pentola (ci vorranno all’incirca 15/20 minuti)

Nel frattempo mettere dell’acqua in una pentola dai bordi alti, portare ad ebollizione e salare.

Aggiungervi le trofie  e farle cuocere scolandole al dente.

Mettere la pasta nella pentola dove sono stati cotti i carciofi con i gamberetti e accendere la fiamma facendo saltare per qualche minuto in maniera tale da far insaporire la pasta.

Impiattare e servire le trofie al limone con gamberetti e carciofi ben calde.

Buon appetito! 🙂

 

 

Precedente Marmellata di arance (la ricetta di Cri) Successivo Ciambella all'arancia (preparazione tradizionale e bimby)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.