Patate al forno furbe (ricetta semplice)

Print Friendly, PDF & Email

patate al forno furbe a pancia piena

Buongiorno, oggi parliamo di patate al forno, ricetta semplicissima per molti ma con risultati disastrosi per me, ogni volta che preparavo le patate al forno mi venivano nell’ordine, o troppo cotte, o mollicce tipo patate lesse,o impregnate di olio, o poco saporite, insomma, ci avevo rinunciato.

Questa ricetta ha segnato una svolta, un piccolo accorgimento mi ha dato la possibilità di preparare delle patate al forno ben cotte, croccanti e gustose, proprio come piacciono a me!

Ingredienti:

  • 1/2 kg. di patate a “pasta gialla”
  • olio evo (3/4 cucchiai)
  • rosmarino
  • sale q.b.

Preparazione:

Lavare le patate sotto acqua corrente, pelarle e metterle in una coppa con dell’acqua fredda e lasciarle in ammollo per circa mezz’ora (in questo modo perdono una grossa quantità di amido che ci aiuterà a renderle più croccanti).

Trascorso il tempo indicato, tagliare le patate a spicchi, o secondo la forma che preferite, nel frattempo mettere abbondante acqua in una pentola dai bordi alti, salare e, quando l’acqua bolle, immergervi le patate.

Far bollire per qualche minuti (5/6 minuti dovrebbero essere sufficienti),le patate devono rimanere ben sode, la forchetta si deve infilare ma senza rompere lo spicchio di patata.

A questo punto, preparare una teglia da forno, ungerla con l’olio, prendere le patate dalla pentola con un mestolo forato e metterle nella teglia da forno.

Insaporire con del rosmarino o altri aromi che voi preferite (si possono aggiungere anche dell’alloro o del pepe…).

Mettere in forno preriscaldato ad una temperatura di 200° fino a quando non dorano, circa 15 minuti (tenete d’occhio il forno!!!).

Una volta cotte, togliere le patate dalla pentola, disporle su di una pirofila e servire.

Precedente Frittata con spinaci e ricotta (ricetta semplice) Successivo Saccottini alla crema (ricetta semplice)

4 commenti su “Patate al forno furbe (ricetta semplice)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.