Pizza/torta al formaggio Umbra

Pizza o torta al formaggio è una ricetta tipica della regione Umbria, ma ormai è usata molto in tutto il centro Italia. È tradizione prepararla qualche giorno prima per far meglio addensare il sapore. Si usa per la colazione pasquale insieme alle uova sode, capocollo e salumi . Ma può essere anche un ottimo antipasto pasquale o per un bel Pic nic di Pasquetta. Io ho imparato questa ricetta da mia suocera che era di Todi, e ogni anno in suo onore la dedico a mio marito.

Serena Pasqua a tutti!

  • Preparazione: impasto Giorno
  • Cottura: 60 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 10/12
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • Uova (intere) 12
  • Parmigiano reggiano (grattugiato) 400 g
  • Pecorino romano (grattugiato) 300 g
  • Latte 400 g
  • Olio extravergine d'oliva 400 g
  • auricchio (tagliato a dadini) 300 g
  • Sale fino 3 cucchiaini
  • Lievito madre (da preparare la sera prima) 100 g
  • Farina (quanto basta) 1,5 kg

Preparazione

Preparazione

  1. La sera prima preparatevi il lievito madre , con metà della dose del lievito e un po di acqua e farina. Fatelo sulla spianatoia che poi ci andrete direttamente a lavorare il giorno dopo. Copritelo con un telo e lasciatelo lievitare tutta la notte.

  2. Il giorno dopo mettete intorno al lievito madre tutta la farina setacciata, sciogliete con il latte tiepido il lievito madre, aggiungete il restante lievito.

    ottenete cosi al centro della farina un lievito in crema.

  3. Ora  fate spazio al centro della farina dove avete precedentemente formato il lievito, inserite  le uova intere, l’olio e il sale.

    Incorporate bene il tutto stando attente a non far fuoriuscire il liquido. Impastate bene fino ad ottenere un bel impasto  morbido e omogeneo.

  4. Stendete bene l’impasto in modo da poter adagiare sopra tutti i formaggi sia grattugiati che a pezzetti e lavorare tutto insieme fino a formare, questa volta ad un composto insaporito dai formaggi.

  5. Posizionate direttamente nel tegame alto almeno 20 cm ben imburrato in modo da non far attaccare la pizza pasquale. Se volete potete usare più tegami a secondo delle pizze che volete fare. Considerate che dovete far lievitare il composto direttamente nel tegame.

  6. Personalmente io ne faccio, con questo quantitativo , almeno tre pizze pasquali. Divido l’impasto a panetto tondo e lo inserisco nei tegami.

    Coprite tutti i tegami con una bella tovaglia pulita e fate lievitare altre tre ore.

  7. Quando le pizze avranno raggiunto il doppio del volume, cuocetele al forno a 170° preriscaldato per un ora circa.

    Sarebbe meglio prepararle il giorno prima, cosi le pizze hanno modo di raffreddarsi bene, per assaporarne meglio il gusto.

Note

Per tradizione  io preparo  le pizze pasquali sempre  accompagnate da uova sode, salame corallina, lonza e tutto quello che volete per una colazione pasquale o un ottimo antipasto .

/ 5
Grazie per aver votato!
Senza categoria
Precedente La pastiera Successivo Pollo alla romana con peperoni

Lascia un commento