sbrisolona crema e cioccolato

Una rivistiazione della classica sbrisolona!

Adatta a ogni stagione e semplice da preparare, fa sempre la sua figura!!!

Con la sbrisolona ( o sbriciolata) sono possibili infinite combinazioni!… oggi propongo crema e cioccolato!

 

* 200 g cioccolato al latte.

  • Preparate prima la crema:

Versare il latte in un pentolino e portare quasi a bollore ( non deve bollire, toglietelo appena un attimo prima).

Preparare un bagnomaria per cuocere la crema. Il livello dell’acqua del pentolino non dovrà toccare la ciotola che conterrà la crema.

Sbattete le uova con lo zucchero e aggiungetevi la maizena e la vanillina mescolando bene.

Quando il latte sarà quasi sul punto di bollire, toglietelo dal fuoco e versatevi all’interno il composto di uova, zucchero e maizena. Mescolate bene e versate nella ciotola del bagnomaria. Fate cuocere circa 3, 4 minuti a fuoco medio, mescolando continuamente, fino a raggiungere la consistenza della classica crema pasticciera. (con la maizena al posto della farina risulterà più liscia e leggera, anche al gusto).

  • Procedimento Frolla:

Miscelate in una ciotola capiente la farina, lo zucchero e il lievito. Aggiungete il burro ammorbidito, i tuorli e la scorza di limone e impastate con le mani. Il composto dovrà rimanere granuloso, ma passatelo bene tra le mani come se vorreste sgretolarlo, affinchè gli ingredienti siano ben miscelati,  e infine compattatelo grossolanamente.

Sciogliere il cioccolato a bagnomaria.

  • Foderate con della carta da forno una teglia e fate un primo strato con metà della pasta frolla sbriciolata, facendo attenzione a coprire bene in fondo per evitare che la crema fuoriesca e compattando appena l’impasto.

  • Versarvi la crema, livellarla con un cucchiaio. Versarvi il cioccolato fuso.

  • Ricoprire con la restante pasta frolla sbriciolata.

  • Infornare per 45 minuti a 180 °C.

(a fine cottura, la frolla calda risulterà ancora “morbida”, cioè non avrà l’effetto “biscotto”, ma è cotta. Diventerà dura appena inizierà a raffreddarsi).

Un volta fredda, spolverizzare con lo zucchero a velo, et voilà! Bon appetit! 😉

n.b. se preferite fare la crema al limone, aggiungete la scorza di un limone al latte della crema, e toglietela quando avraà raggiunto il bollore.    

Mi raccomando va servita dopo almeno  1 ora!

Io la preparo il giorno prima, è deliziosa!

 

 

 

Per questa ricetta ho ultizzato la farina DOLCI E SFOGLIE – ROSIGNOLI MOLINI

Per la crema ho utilizzato l’ amido di mais AMIZENA del MOLINO CHIAVAZZA.

La crema risulta più leggera al gusto, e ha una consistenza più fluida rispetto alla crema pasticciera preparata con la farina.

 

 

 

Precedente orecchiette cozze, zucca e bacche di goji Successivo semifreddo al caffè con croccante di cioccolato, meringhe, bignè e mandorle