graffe o ciambelle – senza patate

20180213_001415Ci ho messo un po’ di tempo prima di trovare una ricetta perfetta per le graffe ma finalmente l’ho trovata!  

IMG_20180213_121556_953

Morbide, soffici e dal gusto delicato! Sono davvero una nuvola e si mantengono morbidissime. 
Vediamo subito come prepararle! 
Ingredienti : 
*500 g farina (300g farina forte 350 w o manitoba, 200g “00”)
*50 g zucchero 
*50 g strutto 
*4 uova
* vaniglia
*250 ml latte
*12 g lievito di birra fresco
* un pizzico di sale   
PROCEDIMENTO: 
io ho utilizzato una bacca di vaniglia da cui avevo già tolto i semi per un’altra preparazione e l’ho lasciata in infusione nel latte. Potete fare questa operazione la sera prima oppure utilizzare i semi della bacca o l’essenza di vaniglia.
Inserire la farina e il lievito spezzettato nella planetaria, avviare a velocità 1 e unire lentamente il latte, una volta assorbito aggiungere le uova una alla volta, lentamente, assicurandosi che siano state ben inglobate le precedenti, e infine lo zucchero. Lavorare fino ad ottenere una bella massa omogenea che inizia a prendere “corda” .  Aggiungere a questo punto lo strutto lentamente e continuare ad impastare. Quando sarò ben incordato inserire il sale. 
Ricordate che l’impasto non deve mai superare i 26 gradi. In caso si surriscaldasse troppo, fermate la macchina, lasciate riposare qualche minuto al fresco e poi riprendete. Soprattutto d’estate per ovviare a questo problema potete mettere nel freezer sia il gancio che la ciotola della planetaria e utilizzare liquidi quindi latte, acqua o uova freddissimi di frigo, anche passati 5 minuti in freezer.   
Incordato il nostro impasto, quando sarà bello liscio e tonico, rovesciamolo su un piano di lavoro e diamo una piega a tre. ( se non sapete farlo seguite qualche tutorial su youtube). Lasciamo puntare (riposare) mezz’ora coperto da un canovaccio dopodichè ripetiamo le pieghe. Poniamo l’impasto in una ciotola capiente, copriamo con pellicola e mettiamo in frigo per 4 ore.  Raddoppierà in frigo.   Tolto dal frigo lasciamolo una mezz’ora a temperatura ambiente . 
E’ ora di formare le ciambelle! 
Ribaltiate l’impasto su un piano, sgonfiatelo e fate una piega. Lasciate riposare 10, 15 minuti. Stendetelo con un mattarello a circa 1 cm e mezzo. Aiutatevi con un coppapasta per fare le forme. Lasciate lievitare fino a raddoppio, circa un ‘ora e mezza, dipenderò dalla temperatura. Se avete modo mettetele in forno con la luce accesa.  
Friggete in abbondante olio di arachidi, passate appena su carta per assorbire l’olio in eccesso e rigiratele subito nello zucchero. Et voilà! Bon appeti! 😉 

20180213_001715

Con lo stesso impasto e con la pasta ricavata dai fori centrali potete fare le castagnole!   Buon carnevale!! 
Precedente Contest lattidamangiare 3.0 Successivo bocconcini di polenta cacio e pepe