crackers e grissini con esubero di lievito madre

 

 

 

 

IMG_4532-VICINO

 

IMG_4562 SI con nome

Mamma mia! Che croccantezza! Provateli… con l’esubero di Lievito Madre, i crackers e i grissini assumono un sapore tutto particolare e genuino. Facilissimi da realizzare e velocissimi da mangiare!  ;-) Continua a leggere

Focaccia ricca preparazione veloce

 

IMG_4404-BELLA-con-nome

Preparare una focaccia morbida e appetitosa sarà facilissimo!
La focaccia ricca potrà essere preparata in meno di 120 minuti e vi salverà una cena. Golosissima per i ragazzi, potrà essere accompagnata  da un buon contorno di verdure e dagli affettati.

 INGREDIENTI per l’impasto Continua a leggere

Danubio

SDC18926 bene nella teglia co corn

 

Un’ottima alternativa alla focaccia farcita. Il danubio è un lievitato farcito e facilmente sporzionabile. Ideale per gite fuori porta o buffet

INGREDIENTI PER L’IMPASTO

250 gr di LM (oppure una bustina di lievito di birra secco oppure 1/2 panetto di LB fresco)

650 gr di farina manitoba

1 uovo e 1 tuorlo

150 gr di latte tiepito

50 gr di olio EVO oppure 80 gr di burro morbido

1 cucchiaio di zucchero

1 cucchiaino di sale

RIPIENO nella ricetta ho usato salame, prosciutto cotto, taleggio e galbanino; oppure si può farcire con mortadella e provola fresca, Wurstel e scamorza, emmental e prosciutto cotto ecc…

IL PROCEDIMENTO

Preparare l’impasto: CLICCARE QUI PER VEDERE IL PROCEDIMENTO DEI LIEVITATI

PicMonkey Collage

Formare tante palline

Stenderle grossolanamente come delle pizzette

Inserire il ripieno e chiudere, appallottolare e mettere in teglia sopra carta-forno

Lasciare lievitare fino al raddoppio, circa 6-8 ore ( meno con il LB)

Spennellare con tuorlo e un po’ di latte

Infornare a 180° per circa 30 min. con tegamino d’acqua dentro il forno

Pizza a ghirlanda

IMG_8501 part.

 

Un’idea molto divertente ed originale! La pizza a ghirlanda è formata da petali rigirati verso il cerchio esterno, che verrà condito secondo il vostro gusto.

PER L’IMPASTO BASE CON LIEVITO MADRE VED. QUI

PER IMPASTO BASE CON LIEVITO DI BIRRA VED. QUI

PicMonkey Collage 2

 

Dopo aver preparato la pasta della pizza e rispettato i tempi di lievitazione,

stendere l’impasto in una teglia rotonda,

incidere con un coltello dal centro verso l’esterno a raggi lunghi circa 10 cm, formando degli spicchi

condire il cerchio intorno secondo i vostri gusti, io l’ho condito con passata rustica, sale, pepe, mozzarella e wurstel, un filo d’olio EVO

poi prendendo la punta di ogni spicchio, rigirarla verso il bordo esterno, premendo per farlo aderire

ripetere con tutti gli spicchi finché saranno finiti.

Cuocere in forno come da ricetta.

IMG_8500

Pizza veloce in padella

 

PicMonkey Collage 3

 

Vi è mai capitato di avere una voglia “improvvisa” di pizza e non voler mangiare quella comprata? In meno di due ore “dall’Idea” mangerete una pizza con i “Fiocchi!!!” Allora… Pizza veloce in padella!  ;-)

INGREDIENTI per 4 pizze al piatto medie oppure 3 grandi

– 250 ml di acqua

– 250 ml di latte

– 350 gr di farina di grano duro rimacinata

– 300 gr di farina manitoba

– 1 bustina di lievito di birra disidratato

– 1 cucchiaino di zucchero

– 2 cucchiai di olio EVO

– 2 cucchiaini di sale fino

PicMonkey Collage

PROCEDIMENTO

Stiepidire i liquidi e mescolarli alle farine setacciate nelle quali abbiamo messo il lievito e 1 cucchiaino di zucchero, amalgamare tutto, aggiungere l’olio e impastare bene, se avete la planetaria, impastare una decina di minuti finché incorda, a mano, invece, aiutatevi con le mani unte d’olio per evitare di mettere troppa farina.

Lasciare lievitare in un contenitore coperto con la pellicola trasparente, per un’ora in luogo tiepido e riparato dalle correnti d’aria, ( Consiglio di tenere in forno spento con la lucetta accesa)

Ungere il piano di lavoro, dividere l’impasto in 3 o 4 parti, stendere con il matterello unto, e adagiare sulla padella unta d’olio anch’essa.

Cuocere a fuoco medio rigirandola ogni 5 minuti, per un totale di circa 15 minuti.

Togliere dal fuoco, (spalmare un filo di maionese: facoltativo) e condire con rughetta ( irrorata di olio e limone con un pizzico di sale e pepe) e salmone ( marinato con limone e un filo d’olio.

N.B. Se volete una “Margherita” invece, a metà cottura (cioè cuocere un lato, rigirare) e mentre cuoce il secondo lato,versare il pomodoro condito con sale pepe e origano o basilico, spalmarlo sopra e spolverare con mozzarella tritata, oliare e rimettere sul fuoco, coprire con il coperchio finché non si è sciolta la mozzarella.

 

 

Panini all’olio EVO integrali con lievito madre

IMG_8347 BENE

 

Provate questi panini all’olio EVO integrali, morbidi e naturali, potrete farcirli come preferite e vi accompagneranno in ogni occasione: per un buffet, per una gita fuori porta per una giornata al mare, o perché no… a scuola per un break che ridarà la carica.

INGREDIENTI

– 300 gr di LM

– 500 gr di acqua oligominerale naturale

– 1 cucchiaio di miele o maltod’orzo

– 470 gr di farina integrale

– 400 gr di farina manitoba

55 gr di olio EVO

– 1 cucchiaino e mezzo di sale

PREPARARE l’impasto mescolando gli ingredienti con questa successione. Lavorare a lungo fino a renderlo elastico, quindi lasciare lievitare in un contenitore unto d’olio e coperto con pellicola trasparente. Aspettare il raddoppio, circa 5 o 6 ore, secondo la temperatura ambiente.

PicMonkey Collage

 

A questo punto, ungetevi le mani nell’olio, prelevate un pezzo d’ impasto strozzandolo tra il pollice e l’indice (ved. foto),formare dei panini del peso di circa 50 o 60 gr..

Disporre i panini sulla teglia rivestita di carta forno, distanziandoli tra loro. Coprire con un foglio di carta forno e riporre le teglie in un luogo riparato dalle correnti d’aria.

Lieviteranno ancora per circa 4 ore.

PicMonkey Collage 2

Infornare a 200° per circa 15-20 minuti.

Sfornare e lasciare raffreddare sulla griglia.

Riporli ben freddi in buste di PLT ( Polipropilene ) neutre trasparenti. Si conserveranno a lungo morbidi.

IMG_8349 MOLICA

 

 

 

Pizza a sorpresa

pizza di oggi

Pizza, pizza, pizza. Mille modi per dire “Pizza!”. Questa ha la sorpresa nel bordo o come viene detto a Napoli: ” Il cornicione!”  ;-)

Per l’impasto guardate “QUI”

Quando sarete giunti alla fase “stendi le pizze!” Allungate il bordo un po’ fuori dallo stampo, inserite i wurstel, ricopriteli con l’impasto e condite a piacere nel centro. Questa l’ho condita con funghi trifolati e mozzarella.

Brioche con il tuppo alla calabrese

IMG_7813 CARINA

 

Le brioche con il tuppo alla calabrese, sono brioche dove dolce e salato si sposano perfettamente. Ideali per pic-nic, party, per accompagnare un buon piatto di salumi, magari calabresi! ;-)

L’idea mi è stata ispirata dal blog di Max                          pic-nic-1

INGREDIENTI per la pasta brioche

– 300 gr di LM rinfrescato due volte

– 350 gr di farina manitoba

– 350 gr di farina 00

– 50 gr di zucchero

– 1 cucchiaio di miele

– 1 uovo+1 tuorlo

– 250 di latte di soia

– 120 gr di margarina o burro morbido

PER LA FARCITURA

– 400 gr di ricotta di pecora                                                                       cipolla-bianca-pompei
– 1 cipolla bianca grande ( cotta al forno avvolta da carta d’alluminio)
– 1 cucchiaio di Nduja calabrese
– 1 cucchiaio di marmellata di cipolle di Tropea
– sale, misto pepe

SPIEDINI DI SPATOLA EBRIOCHE CON TUPPOLO

PREPARARE l’impasto di pan brioche

– Sciogliere il LM con il latte di soia il miele e lo zucchero

– Aggiungere 200 gr  di farine setacciate poi l’uovo e il tuorlo

– Continuare con altre 200 gr di farine,poi

– Inglobare la margarina un po’per volta, ancora farine,

poi sale

– Finire con le farine

Impastare bene fino a rendere l’impasto morbido ed elastico. Lievitare fino al raddoppio.

Formare delle palle di pasta di circa 60-70 gr, schiacciare con le mani e mettere al centro 1 cucchiaio colmo di ripieno. Chiudere bene, saldando la pasta in alto (come da foto sopra) e attaccare all’apice una piccola pallina facendo una leggera pressione per attaccarla.

Posizionare le brioche nella teglia rivestita di carta forno e lasciare lievitare per circa 3 ore ( nel forno con la luce accesa che produrrà una temp. di 27° circa)

Spennellare la superficie con un uovo intero sbattuto

Infornare a 180° per circa 25 minuti. Sfornare e lasciare raffreddare sulla gratella.

IMG_7816 VICINO

 

 

 

 

Pizza con Lievito Madre

 

20130929_140154 (1)

PIZZA ALTA

PicMonkey Collage

PIZZA SOTTILE

Bisogna sempre avere a disposizione un impasto per “La pizza” che ci dia dei risultati soddisfacenti. Questa ricetta per la pizza con lievito madre, vi darà moltissime soddisfazioni. Provare per credere!  :-)

INGREDIENTI

200 gr di LM  (PER SAPERE TUTTO SUL LIEVITO MADRE) CLICCARE QUI

250 gr di farina manitoba

250 gr di farina 0 ( oppure farina di grano duro aggiungendo 50 ml di acqua perché assorbe di più)

300 gr di acqua ( oppure 200 acqua e 100 di latte )

2 cucchiai di olio EVO

1 cucchiaino di sale

1 cucchiaino di miele oppure di zucchero


PROCEDIMENTO

Rinfrescare il LM almeno 2 volte il giorno precedente

La mattina 

Sciogliere il LM con l’acqua e latte tiepidi (*) e il miele

Aggiungere le farine setacciate insieme

Quando avrete versato almeno la metà delle farine, aggiungere l’olio poi il sale

Terminare con le farine

Lavorare a lungo l’impasto fino a quando risulterà morbido ed elastico

Mettere l’impasto in una ciotola capiente coperta con pellicola trasparente, lasciare raddoppiare in luogo riparato dalle correnti d’aria ( nel forno spento)

Si può anche preparare la sera, poi coprire con canovaccio asciutto e porre in frigo fino all’indomani mattina. Quindi tirare fuori dal frigo e lasciare lievitare a temperatura ambiente, in luogo riparato dalle correnti  fino al pomeriggio. 

Nel pomeriggio ( due o tre ore prima di condire e infornare) stendere l’impasto nelle teglie imburrate e far lievitare di nuovo.

N.B.Se volete una pizza alta, stenderla a 7 o 8 mm. di spessore. Se invece amate una pizza sottile, stendete l’impasto nella teglia imburrata iniziando dal centro verso il bordo, con le mani, facendo attenzione a non romperlo, se vi accorgete che l’impasto è troppo, tagliate l’eccedenza lungo i bordi e continuate a stendere . Sentirete lo spessore sotto le dita,e non dovrà superare i 5 mm.

La sera prima di infornare, condire a piacere. Quella della foto è condita con : passata rustica di pomodoro, sale , misto pepe, origano, olio EVO.

N.B.I tempi di lievitazione possono variare secondo la temp. ambiente: d’estate, i tempi si ridurranno, mentre d’inverno dovrebbero coincidere con quelli descritti nella ricetta

Cuocere in forno statico a 250° per circa 30 min.(Ventilato 180-200°), con un pentolino d’acqua, fino ad una buona doratura del bordo e del fondo.

(*) per quanto riguarda l’acqua dell’impasto, bisogna fare sempre attenzione a non scaldarla troppo, rovinerebbe la maglia glutinica, quindi vi consiglio di cliccare qui per vedere come si calcola la temperatura dell’acqua per un impasto.

Pizza con farina integrale e grano duro

IMG_6489

La pizza! Che invenzione! Buona anzi buonissima sempre e comunque, di tutti i tipi e in tutti i modi.

Mi piace farvi conoscere un impasto tra quelli che faccio di solito. Pizza con la farina integrale e farina di grano duro

INGREDIENTI

600gr di farine: integrale e grano duro

100 gr di farina manitoba

350 gr di LM

300 ml di acqua tiepida

150 ml di latte di soia ( anche latte vaccino va bene, oppure 450 ml d’acqua)

3 cucchiai di olio EVO

1 cucchiaino di sale

1 cucchiaio di miele

PREPARAZIONE

Il lievito madre deve essere rinfrescato il giorno prima almeno 2 volte ( se è trascorsa una settimana che è riposto in frigo, rinfrescare 3 volte: mattina, primo pomeriggio, sera)

L’indomani mattina, in un contenitore capiente, sciogliere il LM con i liquidi  ( escluso l’olio) e il miele.

Aggiungere le farine miste e addensare l’impasto.

Dopo aver aggiunto almeno la metà delle farine, versare  l’olio e continuare ad impastare.

Aggiungere ancora un po’ di farine poi il sale.

Terminare con le farine, impastare a lungo fino a rendere l’impasto morbido ed elastico.

Adagiare in un contenitore unto d’olio e coprire con la pellicola trasparente.

Dopo un’ora iniziare a fare le pieghe a tre ( come nella foto). Ogni ora o ora e mezza IMG_7315almeno per tre volte continuare con le pieghe.

NB: I passaggi delle pieghe si potrebbero anche eliminare ma se vengono fatte si garantisce maggiore areazione e quindi una migliore alveolatura)

Nel tardo pomeriggio, stendere l’impasto nelle teglie imburrate . Se volete una pizza sottile e croccante: stendere in modo sottile; se invece vi piace alta e soffice lasciate maggiore spessore all’ impasto. Semplice no!?

Lasciare lievitare ancora per 2 orette coperte con un canovaccio,

quindi mentre si riscalda il forno, condire le pizze e cuocere a 200° circa fino a doratura del bordo e cottura della base. ( controllare alzando un lembo della pizza con una spatola per controllarne la cottura)

Piccolo appunto: Se dopo aver impastato gli ingredienti, si faranno le pieghe, poi si mette l’impasto a lievitare coperto con un canovaccio asciutto, in frigo per 24 ore o anche di più,  avrete un buon risultato di formazione delle bolle d’aria. (PIZZA EVA) A mio avviso è utile conoscere questo passaggio, perché ci consente di avere un impasto pronto la sera quando, magari abbiamo una giornata intensa fuori casa. La prepariamo prima ed in frigo non perderà nessuna proprietà anzi. Tolta dal frigo lasciare completare la lievitazione a temperatura ambiente poi stendere come descritto sopra.

IL CONDIMENTO

Di solito mi piace condire questo tipo di impasto, almeno una delle pizze con le verdure e vi consiglio la “PARMIGIANA” oppure la “ZUCCHINE E SCAMORZA”

La parmigiana si fa così :  cuocere in padella le melanzane a cubetti con olio EVO, sale, misto pepe, aglio in polvere, passata di pomodoro.Lasciare appassire con il coperchio, quindi spegnere il fornello e lasciare raffreddare. Sulla pizza stesa spolverare qualche cucchiaio di parmigiano grattugiato, poi sopra distribuire le melanzane cotte. Terminare con un filo d’olio)

Zucchine e scamorza si fa così: cuocere in padella le zucchine con olio EVO, sale, misto pepe, aglio in polvere, al termine spolverare con basilico a striscioline. Lasciare raffreddare. Distribuire le zucchine sopra la pizza stesa, un filo d’olio e dopo la cottura versare i cubetti di scamorza, infornare soltanto per far sciogliere il formaggio.

IMG_7399 sisi

PIZZA PARMIGIANA

IMG_5837 nome

IMG_6496

PATATE “BONCI”

IMG_5841 nome

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...