I nostri consigli in cucina…

  • Mangiato troppo peperoncino? Per calmare il bruciore è sufficiente bere un bicchiere di latte!
  • Per ridurre il forte odore dell’aglio in cottura basterà lasciarlo intero e non privarlo della pelle esterna.
  • Basta versare fiumi di lacrime per tagliare una cipolla! La soluzione è bagnare la lama del coltello!
  • Problemi a digerire la cipolla cruda? La soluzione è tagliarla ed immergerla per qualche minuto in acqua fredda, quindi sciacquarla, tamponarla ed aggiungerla al piatto.
  • Se dovete preparare un dolce ma non avete del lievito in casa, in sostituzione potete utilizzare un cucchiaino di bicarbonato.
  • Per ottenere dei dolci più friabili, l’ideale è utilizzare la fecola di patate.
  • L’amido di mais (o maizena) è perfetto per rendere i dolci più soffici, come nel caso del pan di spagna.
  • L’olio migliore per friggere (oltre a quello evo, che però risulta molto saporito) è quello di arachidi. Per fare i dolci è invece preferibile l’olio di semi di girasole o di mais.
  • Quando si prepara un dolce con le gocce di cioccolato, per non farle cadere sul fondo basta infarinarle leggermente e procedere alla normale preparazione della ricetta.
  • La muffa sugli alimenti non è sempre nociva. Se si forma sui formaggi basta passare un panno asciutto, sugli affettati basta togliere la parte compromessa e mangiare il resto. Su frutta e verdura bisogna distinguere tra cibi duri (mele, pere, melanzane, zucchine…) e cibi molli (fragole, agrumi, pomodori, insalate..): nel primo caso basta eliminare la parte, mentre nel secondo è molto sconsigliato l’uso, perchè la muffa potrebbe aver intaccato le parti interne e non è facilmente visibile. Nel caso in cui la muffa cresca sul pane, buttarlo senza cercar di salvarne parti a occhio nudo non compromesse, e tenere sempre pulito il portapane.
  • Capire se un uovo è veramente fresco è semplice. Basta immergere un uovo in una bacinella con acqua fredda e sale. Se l’uovo resta sul fondo è fresco, se invece galleggia è bene non consumarlo (è sicuramente vecchio). Infine, se non va completamente a fondo ma resta a metà, è fresco ma va consumato entro breve tempo e previa cottura.
  • La pasta frolla, sia cruda che cotta, può essere congelata. Nel caso di pasta frolla cruda, stendetela alta non più di 2 cm e mettetela in freezer.
  • Anche frutta e verdura si possono congelare, purché siano opportunamente elaborate: per esempio, si può congelare il mango o le banane dopo averle ridotto in purea, mentre l’uva può essere congelata direttamente in chicchi.
  • E’ preferibile scongelare il cibo in frigorifero (oppure al microonde), mentre è da evitare lo scongelamento in acqua e/o a temperatura ambiente.
  • Per togliere il cattivo odore di aglio o pesce dalle mani, basta passarle sotto l’acqua corrente strofinando la lama di un coltello.
  • Per non far attaccare le pietanze sulla bistecchiera basta cospargerla di sale.
  • Per non far bruciare gli stuzzicadenti quando prepari degli spiedini, immergili per una mezz’ora nell’acqua.

Lascia un commento