Crostata, marmellata, bucce, agrumi

La mia battaglia personale all’inquinamento continua. Ho scoperto che è così semplice creare piatti, sia dolci che salati con pochi ingredienti, soprattutto non sprecandone nemmeno un grammo. Poi, oltre ad essere divertente, dà anche un senso di pace e di tranquillità, almeno parlo per me, l’idea di poter fare qualcosa per salvare un micromillesimo di pianeta allo sfascio. La mia ricetta è la crostata eco con marmellata di bucce di agrumi. Nata per caso sperimentando in cucina con pochi ingredienti a disposizione. E poi..Avete mai messo delle bucce di arancia sui termosifoni? Sono profumatori naturali. Provare per credere. Grazie Lisa Casali. Ogni giorno rinasco.

Preparazione della marmellata di bucce di agrumi

La marmellata di bucce richiede un po’ di tempo, anzi molto tempo, ma se preparata in quantità elevata, la si può conservare per molto tempo.
Le proporzioni di bucce e zucchero sono 1:1, per cui per ogni 100 g di bucce di arancia, si aggiungono 100 g di zucchero. Io ho usato bucce di mandarini, limoni e arance e pompelmi in proporzione variabile (scegliete quello che vi piace di più o quello che avete a disposizione). Quando li si consuma, basta conservane le bucce in un contenitore ermetico e appena si ha il tempo preparare la marmellata. Io lo faccio la sera mentre cucino.
Si inizia il procedimento con la cottura delle bucce, che devono essere tagliate a julienne, ovvero a striscioline piuttosto fini, e bollite in acqua per ben 5 volte, avendo cura di buttare ogni volta l’acqua e aggiungerne di nuova.
Una volta terminato di bollire le bucce di agrumi, si getta l’acqua, si aggiunge la quantità di zucchero pari a quella delle bucce, la pectina o fruttapec 1:1 (lo si trova in qualsiasi supermercato) e tanta acqua sufficiente a coprire il tutto.
Si fa bollire il composto di frutta, acqua e zucchero fino a quando l’acqua non si sarà assorbita.
Il gusto di questa eco marmellata è dolce, ma con un retrogusto amarognolo, perfetto per accompagnare la pasta frolla.

Crostata eco
Una crostata fatta con il cuore

Preparazione della pasta frolla

Ingredienti:

  • 150 g di burro
  • 150 g di zucchero
  • 50 g di uova (1 grande o 2 piccole)
  • 1 baccello di vaniglia
  • 6 g di lievito
  • 300 g di farina
  • un pizzico di sale

Per chi fosse vegetariano o intollerante ecco la ricetta della pasta frolla vegan e per un gusto ancora più speciale, la ricetta della pasta frolla vegan allo zafferano.

Procedimento:

Lavorare bene, a mano (o aiutandosi con una spatola), il burro a pezzetti con lo zucchero, aggiungere le uova, il sale sciolto in un cucchiaio d’acqua tiepida e la polpa del baccello di vaniglia. Impastare fin ad ottenere un impasto omogeneo.
A questo punto aggiungere la farina setacciata con il lievito e lavorare tutto bene.
Formare una palla, avvolgerla nella pellicola e lasciarla riposare in frigorifero per almeno 4 ore.

Montaggio:

Stendere la pasta frolla su una tortiera imburrata e infarinata. Bucherellare con una forchetta e lasciare riposare in frigo per 10 minuti. Versare sulla pasta frolla la marmellata e disporre e raggiera degli spicchi di arancia pelati a vivo. Decorare a piacimento con i ritagli di pasta e infornare in forno già caldo a 180° per 40-45 minuti.

Appunti e spunti: “La cucina a impatto (quasi) zero” di Lisa Casali e Tommaso Fara

Con questa ricetta partecipo al Contest “Il pranzo perfetto” del blog ” Cuoca per caso”

2 comments on “Crostata eco con marmellata di bucce di agrumi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*