crocchette, bulgur, quinoa

Ricetta assolutamente vegetariana, super leggera! Da provare. Sono le crocchette di bulgur e quinoa su crema di patate aromatiche. Kcal? circa 230 a porzione, con pochi grassi, ma tanto gusto e delicatezza.

Bulgur e quinoa: qualche notizia in più

Il Bulgur è costituito da frumento integrale che subisce un particolare processo di lavorazione.I chicchi di frumento vengono cotti al vapore e fatti seccare, poi vengono macinati e ridotti in piccoli pezzetti.
La Quinoa è una pianta originaria del Sud America, appartente alla stessa famiglia degli spinaci. Viene utilizzata fin dai tempi degli Incas e degli Aztechi. I semi di quinoa sono piccoli come quelli del miglio, ma più schiacciati, contengono circa il 60% di carboidrati e l’11% di proteine di valore biologico piuttosto alto, addirittura paragonabile a quello dei formaggi. La quinoa è anche una buona fonte di fosforo, potassio, manganese. La Quinoa è priva di glutine, quindi può essere assunta dai soggetti affetti da celiachia. I semi di quinoa sono rivestiti da una sostanza, la saponina, che li protegge dalle aggressioni degli uccelli e degli insetti. Questa sostanza è molto amara e quindi va rimossa prima della cottura, lavando accuratamente i semi prima di cuocerli. Tostando i semi di quinoa per qualche minuto prima di bollirli si incrementa notevolmente il sapore di questo “falso cereale”, in quanto non appartenente alla famiglia delle Graminacee, come l’amaranto e il grano saraceno.

Ingredienti per 4 persone:

  • 450 g di patate
  • 2 porri
  • 100 g di Bulgur e Quinoa (cottura veloce)
  • 4 foglie di alloro
  • 2 rametti di rosmarino
  • 1 bicchiere di latte magro
  • 1 cucchiaio di ricotta o tofu morbido
  • olio evo
  • sale
  • pepe

 

Procedimento:

Lessare dolcemente il bulgur e la quinoa con 400 ml d’acqua, coperti per circa 12-15 minuti, fino a che quasi tutto il liquido sarà assorbito. Lasciarlo poi riposare nel caldo della pentola per altri 15-20 minuti.
Intanto rosolare i porri affettati finemente, con un filo d’olio per 10 minuti. Aggiungere quindi, le patate pelate e tagliate a dadini ed il rosmarino.  Lasciarle insaporire per alcuni minuti, poi versare 2 bicchieri d’acqua, portare ad ebollizione, salare e proseguire per 20 minuti circa.Prendere il Bulgur e la Quinoa, trasferirli in una fondina ed aggiungere un cucchiaio di ricotta, amalgamando, bene. Oliare le mani e cominciare a formare delle piccole crocchette. Frullare le patate, private dell’alloro, fino ad ottenere una vellutata, che sarà ancora più cremosa con l’aggiunta del latte. Distribuire la crema nelle fondine o in bicchieri da finger food e disporvi sopra un paio, tre o quattro crocchette, dipende dai gusti e dalla portata che rappresenterà il piatto. Pepe, rosmarino, un filo d’olio e via!!
Successo assicurato, specialmente se avete amici che seguono diete o sono particolarmente attenti alla linea!

IL MIO ABBINAMENTO

SCHIOPPETTINO SPUMANTIZZATO

Blanc di Neri” è quello che contraddistingue la categoria ed è qualcosa di eccezionale. E’ friulano purissimo, ed è il nome scelto per individuare una “chicca” enologica, appena uscita sul mercato: uno spumante metodo classico prodotto con uve di Schioppettino (o, se si preferisce un sinonimo, Ribolla Nera, come viene anche chiamato questo autoctono friulano).
Di colore lievemente ramato molto brillante, sorprendentemente fine ed elegante, con una buona struttura e freschezza. Il perlage è minuto, ma fitto e persistente.Decisamente intenso e suadente, con netti sentori di piccoli frutti, note di fragola matura, susina rossa, fragranza di pane. Al palato risulta pieno e deciso, con richiami speziati tipici dello Schioppettino; il finale è lungamente piacevole.

Ideale come tutto pasto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




*