banana bread

Chi l’ha detto che vegan non vuol dire gusto? Guardate cosa si può creare. Si tratta del banana bread, un dolce di origine americana, ideato per poter utilizzare le banane troppo mature. La versione originale prevede l’utilizzo di uova e burro, ma io l’ho voluto ricreare in versione vegan con una doppia farcitura di vegnutella. Goloso vero? Assolutamente da provare.
NUTELLA E’ UN MARCHIO REGISTRATO, PER VEGNUTELLA S’INTENDE CREMA AL CACAO CON NOCCIOLE SIMILE AL MARCHIO, MA PRIVATA DI INGREDIENTI DI ORIGINE ANIMALE. TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI A FERRERO.

Vedi anche:

Ingredienti per il banana bread vegan:

  • 200 g di farina bianca
  • 150 g di farina integrale
  • 150 g di zucchero di canna
  • 4 banane molto mature
  • 1 yogurt di soia
  • 3 cucchiai di olio evo
  • 1 bustina di lievito vanigliato
  • 30 g di cacao magro
  • 1 pizzico di sale

Ingredienti per la vegnutella (ricetta di Alice, mypersonaltrainer.it)

  • 100 g di cioccolato fondente
  • 100 g di nocciole
  • 100 g di zucchero di canna
  • 120 ml di latte di soia
  • 2 cucchiai di olio di semi di soia o di olio di semi di mais
  • 10 g di cacao amaro
  • 2 g di lecitina di soia
  • 1 baccello di vaniglia

 

Preparazione del banana bread vegan:

  1. Versate le farina, il lievito, lo zucchero, il cacao in una ciotola o nella planetaria e miscelate il tutto.
  2. In un piatto schiacciate bene le banane con una forchetta.
  3. Aggiungetele al composto di farina e mescolate, versando l’olio a filo.
  4. Aggiungete lo yogurt di soia e amalgamate bene fino ad ottenere un composto omogeneo.
  5. L’impasto andrebbe ulteriormente frullato, per una consistenza ancora più vellutata, ma a me piace un po’ rustico.
  6. Potete aggiungere anche gocce di cioccolato all’impasto se vi piacciono.
  7. Versate l’impasto nello stampo da plumcake ricoperto di carta da forno bagnata e strizzata. Battetelo sul piano di lavoro per livellare la superficie, decorate la superficie con quarti di banana tagliati per il lungo.
  8. Cuocete in forno preriscaldato a 180°C per 25-30 minuti, facendo la prova dello stecchino prima di sfornare definitivamente.
  9. Lasciatelo raffreddare completamente e decoratelo con codette colorate o gocce di cioccolato.

Preparazione della vegnutella (a fondo pagina troverete il link del video)

  1. Scaldate una padella e tostate le nocciole per alcuni minuti, rigirandole spesso per evitare di bruciarle. Lasciate raffreddare.
  2. Riunite le nocciole, lo zucchero di canna, la lecitina di soia ed il cioccolato extrafondente nel contenitore del frullatore e mixate fino ad ottenere una pasta molto densa ( utilizzate un mixer potente).
  3. Versate la pasta di nocciole e cioccolato in un pentolino e scaldate a bagnomaria. Aromatizzate con vaniglia: incidete un baccello e raschiatene l’interno per prelevare i semini. Versate i semini nella crema di nocciole.
  4. Sciogliete il cacao amaro in polvere nel latte di soia ed unitelo alla crema di nocciole. Aggiungete 2 cucchiai di olio di semi di arachidi (o di soia) e continuate a mescolare per almeno 5 minuti.
  5. A questo punto, la crema apparirà piuttosto liquida: per farla rapprendere ed assumere la classica consistenza di una crema spalmabile, è sufficiente lasciarla raffreddare in frigorifero per almeno 4 ore.
  6. La crema spalmabile alle nocciole, o vegnutella, si può conservare in frigorifero per 3-4 settimane, ben chiusa in un contenitore di vetro con tappo a vite.

 

Composizione:

  1. Dopo aver lasciato raffreddare completamente il banana bread vegan, tagliatelo in tre parti, aiutandovi con un coltello affilato.
  2. Farcitelo con la vegnutella e lasciatelo raffreddare in frigorifero prima di tagliarlo.
  3. Una goduria!

Mara Toscani

Potrebbe interessarti il video della vegnutella:
http://www.my-personaltrainer.it/Tv/Ricette/Dolci_Dessert/crema-spalmabile-nocciole-vegan.html

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




*